Categoria: cose

I turbamenti del Giovane Blogger

In questo mio primo mese di blog ho gironzolato parecchio sui blog altrui, ho passeggiato per decine e decine di blog, e ho messo insieme delle modeste elucubrazioni sui comportamenti del bloggante. Parlo semmai del comportamento della/del Giovane Blogger, ossia di chi blogga da poco, come me, ma ci ha preso gusto, e lo fa con passione (un po’ troppa passione), perdendoci un sacco di tempo. Di seguito dieci osservazioni – sicuramente già pensate e scritte da altri molto più illustri di me – e tutte da verificare. 1. Giovane Blogger torna spesso sul suo blog per vedere se è…

Automobili e linguaggi indecifrabili

Il meccanico mi sta spiegando nei più minimi dettagli quali sono i guai della mia automobile. Lo fa utilizzando un linguaggio estremamente tecnico, di cui io, che non so nemmeno cambiare i tergicristalli, non capisco una parola. Ma a lui non frega niente, va avanti a confabulare come se avesse di fronte un altro meccanico, o un ingegnere della Volkswagen. Siamo nel suo territorio, la sua disciplina, e lui può dire tutto quello che gli pare. “L’ho messa in centralina perché è colpa dell’iniezione, dato che lo spinterogeno e la marmitta nell’invaso del radiatore, la pompa della benzina contiene il…

Il defenestramento natalizio dell'ing. Darth Fener

Il 18 dicembre è stato il mio ultimo giorno di lavoro del 2002. Con un po’ di anticipo ho fatto mio uno dei buoni propositi per l’anno nuovo: fare solo ciò che si ha voglia di fare. Mi piglio 4 giorni di ferie in più, evitando così anche l’orrore del brindisi natalizio aziendale di venerdì. In mattinata il Presidente della nostra ditta ha annunciato urbi et orbi con una brevissima email il defenestramento dell’ing. Darth Fener, il dirigente più nazista dell’azienda dopo il Presidente medesimo. I due si stavano antipatici a vicenda, e tra loro non poteva che soccombere l’ing.…

Assemblea sindacale

Oggi i miei colleghi hanno indetto l’assemblea sindacale: si discute di stipendi che non verranno alzati mai, della crisi che rischia di sfondare la nostra aziendina da 40 dipendenti, qualcuno parla di possibili tagli al personale. Insomma, clima allegro. Ma il paradosso è che invece di coalizzarci fra poveracci per far la guerra ai dirigenti incapaci finiamo per litigare e per incolparci a vicenda, noi del ceto inferiore. “Il tuo ufficio non fa un tubo”, “Vi paghiamo lo stipendio!” “Non è vero, siete voi”, “Bastardi, siete la rovina di quest’azienda!”. Naturalmente mi si fa intendere che anche io dovrei stare…

La tragedia della partita di pallone videoregistrata

Il dottore è un appassionato di calcio. Calcio guardato in televisione o ascoltato alla radio, di giocarlo non se ne parla nemmeno, gli verrebbe l’infarto dopo due minuti di corsa. Ma il calcio (fruito) è l’unico svago che gli riserva la vita. Una vita oramai a metà inoltrata nel secondo tempo. Il lunedì mattina il dottore te lo trovi lì sull’autobus, mentre legge la Gazzetta dello Sport con avidità: il viaggio è lungo, egli quindi si informa su tutto, anche sui risultati della serie C, se occorre sa recitare a memoria le formazioni del Piacenza e del Campobasso. Qualche anno…

Vernice spray oro per dorare la frutta secca

A natale e tutti sono più buoni. Che bellezza. Ad esempio, la mia capa è diventata buonissima, o forse è impazzita, una volta per tutte. Prima di partire per una trasferta di due giorni mi ha mandato questa email delirante: SUBJECT: FRUTTA SECCA DORATA Non ricordo se te lo ho già detto, comunque se ti interessa ho della vernice spray oro per dorare la frutta secca. Se la porti possiamo fare decorazioni natalizie! Baci, D.

Interludio nell'ufficio della capa di mattina presto (con digressione sulle deiezioni canine)

Mattina presta per le strade di una decadente metropoli dell’Europa Meridionale. Cielo spento, freddo polare, milioni di automobiline tristi in fila, al volante ognuno è solo, tappato nella sua gabbietta con le ruote. Montagne di spazzatura agli angoli delle vie, cacca di cane accuratamente spalmata sui marciapiedi. Qualche anno fa una coppia di amici croati sono venuti a Milano ed erano sbalorditi: – Ma è pazesco, kuì in Italìa ci sono miliaia di merde per strada. – Ti riferisci alle persone? – Ma no, non mi sono spiegato bene. Intendo merde di animali. – Ah, certo. Da voi, a Zagabria…

Dopo la Riunione

Bene, la Riunione è finita. Ora sono nella sala delle macchinette del caffè. Qualcuno ha appeso sulla bacheca una fotocopia di un fondo di Alberoni sul corriere. Mi accingo ad indossare la tuta anticazzate per poterlo leggere. Ma non serve, perché per la prima volta in vita mia mi trovo d’accordo con il sociologo scopritore dell’acqua calda. Il quale sentenzia: “Nessuna azienda è MAI fallita per colpa degli operai o degli impiegati. Le aziende falliscono per colpa dei manager, degli imprenditori, della loro incapacità.” La Riunione è finita da ore. Breve riassunto di come è andata. I tre gerarchi nazisti…

La Riunione

“Ragazzi, domani abbiamo la Riunione.” Immagina una riunione-fiume presieduta da un trio di spietati dirigenti tra i 40 e i 60 anni. La trimurti è composta da: 1) il mio capo (personcina già ampiamente descritta: una quarantenne che nel lavoro e nelle anfetamine affoga la disperazione che altrimenti l’avrebbe già sbriciolata; 2) l’ingegner X. Circa 55 anni, alto 160 cm, tarchiato, capelli corvini pieni di gel, un faccione maligno da gangster degli anni Trenta. Ha una cicatrice sulla fronte, e in più indossa quasi sempre il gessato, che dicono sia di moda, ma se hai la faccia di un mafioso…