Desertificazione completata

– Desertificazione completata, signore.
– Eccellente, soldato!
– Grazie, signore. Missione compiuta, quindi. Il blog è un deserto, il blogger non scrive più da oltre un mese. Non era mai successo.
– Mi congratulo con lei soldato.
– Dal 5 giugno, per l’esattezza, signore.
– Bravo soldato!
– Grazie, signore.
– Pensare che un tempo questo sito era infestato da commenti e da post, ogni giorno, dannazione.
– E’ una vergogna, signore.
– Post di infima qualità, peraltro.
– Non si preoccupi, signore: ora qui non vi è più traccia di vita.
– Prima che legga il rapporto, mi levi una curiosità, soldato.
– Dica, signore.
– Come lo avete eliminato, questo ciarlatano? Sequestrato, legato e imbavagliato e poi chiuso in galera a pane e acqua o, più saggiamente, come io suggerivo, avete preferito ucciderlo a bastonate?
– Molto meglio, signore.
– Sarebbe a dire, soldato?
– Non abbiamo combinato nulla, signore.
– Nulla?
– Ha fatto tutto lui, da solo.
– Provo a indovinare: s’è ammazzato prima di arrendersi, il codardo. Dovevo immaginarlo.
– Ma no, signore.
– Prego, soldato?
– Non lo abbiamo catturato, signore: il blogger è proprio sparito. Scomparso.
– Occazzo! Come sarebbe a dire, soldato?
– Non si fa più vedere. Avrà avuto altro da fare.
– Soldato, da parte sua francamente mi aspettavo un azione un poco più ardimentosa di lasciarsi scappare quello scansafatiche senza punirlo come meritava.
– Sissignore.
– Ma i lettori e i commentatori invece? Almeno quelli li avete torturati e poi impiccati dopo aver sterminato le loro famiglie e stuprato i loro animali domestici?
– Non ce n’è stato bisogno, signore. Erano rimasti in pochi. Forse solo i parenti e qualche irriducibile rincitrullito. Stanchi di aspettare i sempre più lunghi intervalli fra un post e l’altro, gli ultimi sparuti lettori si sono estinti.
– Ne è certo, soldato?
– Non ve ne è più traccia. Saranno emigrati sui social network, signore.
– Su che?
– I social network, signore
– Che diavolo sono adesso questi social network, soldato? Altri luoghi pieni zeppi di scioperati e perdigiorno?
– Molto peggio, signore. Cose tipo Facebook, Twitter, non so se mi spiego.
– Non conosco quei posti, ma già i nomi mi stanno sui coglioni, soldato.
– Sissignore.
– Raderli al suolo e cospargere di sale il terreno ove sorgevano rappresenterà la prossima missione, soldato.
– Non sarà facile, signore: meglio dar la caccia a emerite schiappe come il vecchio blogger che abitava qua.
– A proposito: siamo sicuri che non sia morto? Forse è per questo che risulta assente.
– Signore, non abbiamo rinvenuto il cadavere del fuggiasco.
– Quel farabutto incompetente pigro e rimbecillito non starà mica trascrivendo uno dei suoi insulsi vaneggiamenti, magari a mo’ di dialogo, a nostra insaputa e beffandosi di me e di lei, vero soldato?
– E chi mai lo leggerebbe, signore? Qui non è rimasto nessuno, a parte noi.

Questa voce è stata pubblicata in autoreferenzialità. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

23 Responses to Desertificazione completata

  1. Maeve dicono:

    In realtà qualcuno ancora c’è. Ma ahimè, così come si fanno più sporadici i post, si fanno più sporadiche anche le visite di controllo. Nostalgia, nostalgia canaglia dei tempi della collega dirimpettaia, del blog del papa e simili amenità…

  2. Firmato Ckf dicono:

    Irriducibile rincitrullito, me ne faccio una medaglia e ci vado in giro.

    E comunque io controllo tutti i giorni, non mi avrete mai!

  3. “Qui non è rimasto nessuno, a parte noi.”

    Il soldato, quindi, non era il solo a investigarlo…

    E poi, la traccia è presenza che indica già un’assenza. Di che vita passata tratterebbe questa traccia?

  4. confuso dicono:

    Ohibò, ma cosa fate ancora qui, siete impazziti??

  5. Peggio, chirurgicamente opero sulle ferite oscure, oltre che confuse. Personalmente, ho la sensazione siano purulente. Che forse si renderà necessaria l’asportazione? O basterà un antibiotico? L’èquipe è in consulto.

  6. SBBoston dicono:

    AAAAAAAAAAAAA!!!

    (abbiamo trasmesso: vox clamantis in deserto)

  7. confuso dicono:

    urca ma che pienone

  8. sekundar dicono:

    Confessa: l’hai fatto apposta. Volevi contare i tuoi lettori.

  9. mia dicono:

    presente!

  10. laElena dicono:

    Io passo tutti i giorni a dare un’occhiata mentre bevo il caffé…

  11. strichnina dicono:

    suvvia, confuso, non faccia così.
    noi ci siamo. la seguiamo pure sui reader, si renda conto.
    anche se Hrabal non le è piaciuto (abbastanza).
    sempre cordiali saluti.

  12. chiarapetrucci dicono:

    sussu’ che siamo ancora tutti qui…

  13. matteop dicono:

    presente…

  14. ilcomizietto dicono:

    Rincitrullito presente che ha abilitato il feed rss che controlla più volte al giorno se ci sono novità.

  15. rots dicono:

    toh! un post di Confuso

  16. Sandra dicono:

    Il fatto e ‘ che il deserto del reale e ‘ ancor più deserto, e allora gira e rigira, si finisce qua

  17. r3dz dicono:

    unz unz para para tunz, sempre sul pezzo. (via feed rss)

  18. Firmato Ckf dicono:

    18 commenti è il record annuale?

  19. Mr Vektriol dicono:

    Anch’io anch’io anch’io.

  20. GioCast85 dicono:

    Presente!

  21. confuso dicono:

    Presente! Ah, scusate.

  22. Simone dicono:

    Ecco un altro irriducibile, che addirittura ha deciso di utilizzare gli RSS di BlogLovin per non perdersi un solo post di questo blog.

    E questi marrani non mi avranno, MAI.

  23. Franca dicono:

    irriducibile rincitrullito
    a guardare periodicamente se avevi qualcosa da dire.
    bentornato, mi annoiavo un casino…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *