Soluzione all’enigma del lupo, del cavolfiore e della pecora

Il testo che segue contiene la soluzione del famoso quesito di logica circa il lupo, il cavolfiore e la pecora trasportati in barca da una riva all’altra di un fiume senza che si mangino fra loro.  Se non hai capito di cosa si stia parlando, ecco un breve riassunto della questione prima di passare a risolvere l’enigma.

 

Dunque. Conosciamo meglio i personaggi. Innanzitutto, il barcarolo. Un signore agreste, uomo di campagna, rematore. Di mestiere trasporta oggetti, bestiame o umani oltre il fiume (non esistono ponti, in ‘sto paese: son tempi grami, e pochi sanno nuotare). Gli aspiranti passeggeri, oggi, sono tre: un lupo, una pecora, un cavolfiore (probabilmente non si sono presentati alla partenza da soli: è difficile che una pecora, o un lupo, o un cavolfiore, soprattutto, si rechino, in autonomia, alla biglietteria dei traghetti o alla fermata dell’autobus, insomma qualcuno, si presume, avrà incaricato il vettore cioè il barcarolo di provvedere al loro trasporto, ma non divaghiamo) – dicevamo, i tre passeggeri sono pronti, ma sorge un problema di logistica e di logica: il battello è di ridotte dimensioni. Talmente ridotte da non permettere lo spostamento in un’unica soluzione dei viaggiatori. Il barcarolo può quindi trasferire solo uno dei tre alla volta. E sin qui non ci sarebbe nulla di male, a parte la seccatura di dover far avanti e indietro. Però: occorre anche prestare attenzione a cosa combinano i due passeggeri rimasti soli mentre il barcarolo è in acqua con il terzo.

 

Mi spiego meglio. Infatti se il barcarolo si muovesse, al primo giro, in compagnia  del lupo, nel frattempo, a terra, vedrebbe la perdita quasi certa di uno dei suoi tre clienti, ossia il cavolfiore, di sicuro mangiato dalla pecora nell’attesa del turno. Se invece il barcarolo scegliesse di far salire a bordo, per primo, il cavolfiore, ebbene, nel contempo, sull’arenile, il lupo mangerebbe la pecora. L’obiettivo è quindi di ideare un modo per avere i tre sani e salvi sull’altra sponda del fiume, evitando accoppiamenti pericolosi per la pecora e il cavolfiore, entrambi commestibili. Ma come?

 

La cosa migliore sembra essere: prendere a bordo la pecora, per prima. D’accordo. Ma se al secondo turno  la si lasciasse raggiungere, alla stazione d’arrivo, dal cavolfiore o dal lupo, saremmo daccapo (qualcuno si ciberebbe del compagno di viaggio più indifeso o più gustoso profittando dell’assenza vigile del barcarolo, tornato indietro a pigliare l’ultimo avventore).

 

Ecco quindi la soluzione: dapprima il nostro eroe porta la pecora sull’altra riva, poi attraversa ancora il fiume per raccattare il cavolfiore e trasferire pure lui. E a questo punto viene il bello, il colpo di genio del villico: una volta condotto alla meta la verdura, con gran destrezza e rapidità egli imbarca ancora la pecora, e la riporta alla partenza! Qui il nostro genio lascia salire il lupo, ma non prima di aver fatto scendere la pecora. Nuovo viaggio verso il litoraneo traguardo ove scaricare il lupo che raggiunge l’amico cavolfiore (i due possono convivere ignorandosi, il lupo non si alimenterà del cavolo e questi, il cavolo, con generosità risparmierà la vita al lupo). Adesso il barcarolo  effettua l’ultimo guado, va a prendere la pecora e la porta di là. Risultato, raggiunto, i tre son vivi e felici dall’altra parte del fiume: finalmente possono pagare il biglietto e poi sbranarsi fra loro. Ma… (continua?)

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

20 Responses to Soluzione all’enigma del lupo, del cavolfiore e della pecora

  1. chiarapetrucci dicono:

    spero ardentemente continui: il pathos dell’attesa mi distruggerà!

  2. Firmato Ckf dicono:

    non so perché ma mi sento poco sorpreso dal finale, m’aspettavo una rilettura d’un classico, lo definirei banale, si poteva almeno tentare un tocco di computer grafica, o pecora e lupo che diventano amici, un po’ di sentimenti buoni, che diamine, siamo nel duemilaecredici!

  3. Lofoten dicono:

    non ho capito un fico secco

  4. Lupo de' Lupis dicono:

    Tutte frottole, caro Confuso, Ieri mi sono preparato gli arrosticini col cavolfiore gratinato!

  5. gio dicono:

    E se il lupo fosse vegano?

  6. Ruga dicono:

    m’è venuta fame….

  7. Pingback: Lupo, pecora, cavolfiore | Lorenzo & his humble friends

  8. dubbiosa dicono:

    e se al lupo fosse venuta fame e avesse avuto sotto le fauci il barcaiolo?

  9. Alessandra dicono:

    Ragazzi non avete capito un tubo… Dopo quasi un anno di riflessioni, è il cavolo (ma che cavolo!!) che si mangia tutto e tutti, barcarolo compreso!

  10. Simone dicono:

    Io ho capito bene

  11. Luca Martinelli dicono:

    Grazie a tutti voi e ai vostri commenti,ho da mettere in scena questo piccolo rompicapo per uno spettacolo teatrale brillante per bambini,e mi siete stati davvero preziosi..grazie!!!!

Rispondi a Lofoten Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *