Boh

– E quindi?
– Boh.
– Ma che vuol dire boh?
– E che vuol dire boh? Boh vuol dire boh, mica è la targa di Bologna. Che vuol dire… che è meglio dire boh.
– E’ a forza di boh che siamo arrivati a questo punto!
– Eh?
– Che conclusione è boh? E’ una conclusione ambigua!
– Ambigua ma aperta.
– Ma aperta a che?
– Aperta a…
– Che significa ‘sto boh?
– Significa boh. Una paroletta semplice, magari dialettale, che non vorrà dir niente ma che potrebbe pure essere minacciosa.
– Sì, minacciosa!
– Sì proprio, minacciosa. Perché?
– Ma che fai, mi minacci con boh, fammi capi’!

(trascrizione quasi a memoria e quindi probabilmente errata del dialogo finale dal film C’eravamo tanto amati di E. Scola, sceneggiatura di Age, Scola, Furio Scarpelli, 1974)

Questa voce è stata pubblicata in informazioni errate. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

7 Responses to Boh

  1. chiarapetrucci dicono:

    didattico

  2. firmato Ckf dicono:

    signor confusa, che dire…

  3. Ruga dicono:

    I dialoghi tra me e il mio moroso sono stati così, tutti, per otto mesi. L’ho lasciato una settimana fa. Boh!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *