LA PIÙ GRANDE CIVILTÀ DI TUTTI I TEMPI

2.000.010 dopo Cristo:
Sorpresa, il mondo inspiegabilmente risulta abitato soltanto da piante di carciofi. Tutte le specie animali sono scomparse e l'uomo, dopo la lotta contro l'irresistibile diffondersi dei carciofi, s'è estinto. Ci fu un tempo per i dinosauri, uno per l'umanità, ora è il turno del carciofo. In maniera del tutto inaspettata egli ha preso il sopravvento e domina il pianeta. Non c'è più spazio per nessun altro: l'acqua e l'aria vengono esaurite da centoventi ziliardi di piante di carciofo, le superfici di Africa Asia Europa e Americhe ne sono ricoperte.

15.000.010 d. C.
I carciofi, signori indiscussi del globo, si sono evoluti: ora pensano. Compiono ragionamenti complessi e li elaborano per ore, mesi. Millenni. Hanno concepito daccapo l'algebra, l'astronomia e la filosofia teoretica, benché alla loro maniera, e oggi i carciofi rappresentano di certo la civiltà più avanzata mai esistita sulla Terra. Risultano adesso assai più intelligenti di quanto lo siano stato gli umani a loro apogeo, e si badi: diversamente da costoro i carciofi non possono (o meglio, non desiderano) imparare ad esprimersi verbalmente, né a deambulare o impugnare oggetti, accendere il fuoco, zapparsi il suolo, innaffiarsi, costruire città, vestirsi, guidare l'automobile, mandare email, eccetera. L'essere più progredito della Storia è una verdura, e non combina nulla di pratico tranne star lì fermo immobile a farsi i cazzi suoi e a prender pioggia, assorto in profondissime meditazioni. Gli va bene così: di tutto il resto non gliene frega un accidente.
La straordinaria capacità mentale dei carciofi ha permesso loro di conquistare il mondo adattandosi ai climi e alle condizioni più diverse: non solo il ghiaccio dei poli e il Sahara appaiono rivestiti da immense distese di carciofi ma persino i fondali marini ne sono infestati.

4 miliardi di anni d. C
Per la prima volta da sempre la navicella con a bordo un esploratore alieno raggiunge la Terra: avvenimento memorabile, si dirà. Tuttavia i carciofi ignorano in modo plateale il visitatore. Anzi senza neppure muoversi lo feriscono con le spine così da obbligarlo a tornarsene a casa sua.
In tutta calma e senza paura questi ortaggi imprevisti trionfatori finali della guerra dell'evoluzione si preparano ad assistere allo spegnimento del Sole.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

13 Responses to

  1. exxxanonimo dicono:

    E' il prossimo spot della Cynar ?

  2. utente anonimo dicono:

    Degno del miglior Ballard. Complimenti.
    (Mia moglie non so se riuscirebbe a mangiarseli tutti, quei carciofi.)

    ciao
    nicola.

  3. Bellissimagin dicono:

    Tu leggi troppa fantascienza.

  4. Bostoniano dicono:

    Io potrei dare una cospicua mano alla moglie di Nicola del commento 2. Se finissi ibernato in un ghiacciaio, mi sa che sarei una serissima minaccia alla pacifica civiltà carciofesca.

  5. Lauraisola dicono:

    oddìooooo che impressioneee!

  6. utente anonimo dicono:

    Più spine per tutti!

    r.

  7. utente anonimo dicono:

    Ho proposto questo post a completamente della pagina di wikipedia
    http://it.wikipedia.org/wiki/Cynara_scolymus#Variet.C3.A0
    in cui la sezione "storia" mi sembra alquanto carente.
    E comunque sarà veramente bello finalmente vedere la razza dominante il pianeta evolversi e convivere in pace, a prescndere della varietà, razze e colore: i violetti accanto ai verdi, gli spinosi accanto agli inermi, i catanesi accanto ai provenzali.

  8. Posso mettarlo anche alla voce "Pinzimonio" o il sig. Wikipedia s'offende?

  9. zauberei dicono:

    Prima dello spegnimento del sole – come per incanto si trasformeranno tutti in dirimpettaie.

  10. Subito dopo, il giudizio universale di un dio spaventosamente crudele.

  11. utente anonimo dicono:

    ….fantastico, mi toccherà passare l'eternità con i più spocchiosi dell'orto!

    nanodagiardino

  12. gramuglio dicono:

    carciofon
    carciofon
    carciofon.

  13. utente anonimo dicono:

    al 2012… cin cin ar ar
    sua sempre devota Gallina confusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *