I RISULTATI DELLE PARTITE DEI MONDIALI
CHE NON SI SONO ANCORA SVOLTE

Fra poco in questo paese si parlerà solo di pallone: per voi che di calcio (come chi scrive) non ne capite e soprattutto non volete capirne, ecco in assoluta anteprima i risultati delle partite dei Mondiali prima ancora che si svolgano. Insomma, un servizio utile per discutere con i vostri amici e stupirli azzeccando pronostici. Utile anche per coloro che volessero investire il proprio patrimonio in un scommesse al più vicino punto snai.

Nuova Zelanda – Repubblica di Slovacchia 0-0 – Una partita davvero divertente, svoltasi purtroppo in uno stadio pressocché deserto. Persino i giocatori sembrano annoiarsi: al 14’ gli attaccanti si sdraiano sul prato e cominciano a prendere il sole in costume da bagno. Il momento più elettrizzante si verifica nel secondo tempo, quando le telecamere di tutto il globo inquadrano in tribuna l’unico spettatore pagante mentre russa a bocca aperta.

Giappone – Camerun 68-0 Gli africani si aspettavano una squadretta avversaria composta da nani mingherlini, e invece il Giappone schiera un esercito di feroci samurai alti due metri che volano come nei film e per l’intera partita tengono palla passandosela solo di testa. Calcio spettacolo. Curiosità: nonostante le proteste dell’arbitro, l’ala destra Namakure ha giocato in motocicletta

Australia – Germania 0-0 – Nel primo tempo l’episodio più discusso: l’ammonizione di Schweinsteiger dura ben settanta minuti per via del lunghissimo dibattito fra arbitro e giocatore (l’arbitro non riesce a scrivere sul cartellino il nome, il giocatore non sa pronunciarlo visto che non parla nemmeno il tedesco ma sin da bambino si esprime solo con grugniti e rutti).

Danimarca – Paesi Bassi 19-0 – Un’Olanda irriconoscibile, con giocatori stanchi che barcollano inebetiti in giro per il campo: sembra che il programma atletico dell’allenatore olandese (“dai facciamo come ai tempi di Cruijff, ci portiamo le mogli in ritiro e la sera prima della partita andiamo in discoteca a sfondarci di birra e canne”) non funzioni.

Italia – Paraguay 0-5La partita comincia subito male per colpa del centrocampista padano Marchisio, il quale inquadrato in mondovisione durante l’esecuzione dell’inno di Mameli ne approfitta per cantare a squarciagola "Italia merda che il vento ti disperda" fra l’imbarazzo dei compagni. Sempre Marchisio provoca due rigori e segna tre autogol, e dopo il terzo addirittura esulta e abbraccia gli avversarsi. I malfidenti sospettano il sabotaggio.

(il giochino scemo continua qui, per chi volesse cimentarsi. Requisiti: totale incompetenza e televisori spenti)

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

9 Responses to

  1. post stupidino, ne convengo: da domani si torna a discettare di astrofisica e letteratura spagnola del XV secolo.

  2. utente anonimo dicono:

    IDOLO

  3. utente anonimo dicono:

    Sono incompetente per quel che riguarda il calcio. Non ho mai visto un'intera partita. Ciao

  4. Idem, ma quando domani sera i tuoi amici ti chiederanno di conversare sul tema "secondo te come finisce Camerun Giappone", tu saprai persino già il risultato.

  5. essered dicono:

    Argentina – Corea del Sud = 3-0
    Maradona, in preda all'euforia,  per la prima vittoria, si mette a capo degli ultras argentini, conquista il parlamento e instaura una dittatura castrista proclamando Cuba campione del mondo.

  6. eccolo lì, bravo: ha capito il giochino :-).

  7. exxxanonimo dicono:

    Argentina – Corea del Sud = 3-0
    Maradona, in preda all'euforia,  per la prima vittoria, si china sul campo tentandodi aspirare col naso le righe bianche ?

  8. Brasile – Corea del Nord: bella partita purtroppo interrotta per impraticabilità di campo e mancanza di giocatori quando dopo il terzo gol del Brasile l'aviazione nordcoreana sgancia una bomba termonucleare sullo stadio.

  9. utente anonimo dicono:

    qui noi a ogni partita diamo i voti ai giocatori non convocati da Lippi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *