UN POCHINO DI PUBBLICITÀ PRIMA DEL FILM, MA POCA

Ragazze, ragazzi, aiutateci. Siamo il pubblico del multisala Ultraplex di Vizzolo Predabissi (Mi). Il titolare di questo blog ci ospita per lanciare un appello, siamo riusciti a collegarci di nascosto dai cessi usando un cellulare sopravvissuto alle perquisizioni del servizio d’ordine, pardon delle maschere.

Da una settimana siamo prigionieri, qualcuno venga a liberarci. Ci siamo seduti sabato scorso alle 17, la cassiera ci aveva detto che lo spettacolo sarebbe iniziato mezz’ora dopo, alle 17.30 come peraltro stava scritto sul giornale, e invece niente.

O meglio: in effetti le proiezioni sono cominciate alle 17.30 ma ancora oggi del film non si ha nessuna notizia. In compenso, lo schermo continua a cannoneggiarci a ciclo continuo con trailer di film orribili e pubblicità dei più svariati prodotti commerciali. Le uscite di sono piombate per impedirci di scampare al diluvio di marketing visivo. Volevano persino legarci alle poltrone.

Ogni tanto ci viene permesso di uscire nell’atrio dalla sala per vedere un po’ di luce, andare a far la pipì e comprare i cesti di popcorn dolci glassati, unico genere alimentare consentito qua dentro.

Un signore ha tentato di approfittare della pausa per fuggire ma le guardia armate pardon il personale del cinema lo ha catturato subito: adesso è in isolamento in prima fila, a venti centimetri dal maxischermo, svenuto durante il bombardamento di reclame dei fusilli con sonoro in dolby surround.

Salvateci. Siamo disperati, anche se qualche ottimista, forse bugiardo, sostiene che forse il film comincerà domani, dopo lo spot in 3d della Tim che dura dodici ore e mezza. Ma non siamo certi di riuscire a farcela. Chiamate le ambulanze, la polizia, fate qualcosa.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

17 Responses to

  1. utente anonimo dicono:

    mapporca miseria mi dispiace un casino.

  2. pure a me. vabbuò, io vado che c’ho la pizza dei sofficini sul fuoco.

  3. utente anonimo dicono:

    Per favore aiutatemi.
    Dopo essere scappata dal blog "Le ricamine del giovedì" dove da lunedì mi hanno tenuta prigioniera legata col cotone Moulinè brillante, setoso e molto coprente , ora vi scrivo dalla finestrella di questo blog confuso ove sono prigioniera da ieri.
     Molti sono rinchiusi qui da anni.
    Il Direttore Marketing, Giovane Blogger, Il Tonno, La Melanzana ed io, rivolgiamo un accorato appello a Personalità Confusa e chiediamo a voi tutti di riportarlo qui nei vostri commenti.
    "Porta il pane stasera".

    Lofoten

  4. utente anonimo dicono:

    Ricevuto! Siamo all’interno del silos-park, dateci solo il tempo di trovare l’uscita pedonale e soprattutto il percorso per arrivare lì.

    Gianni, qui è un bordello… io mi lancio tentando di centrare l’espositore Eminflex, tu scendi giù per la rampa gridando forte "Pista!" e taglia per il Mediaworld.

    E prendimi un volantino già che ci sei.

    Tranquilli ragazzi: arriviamoooooooooooo!

  5. lofoten, il direttore marketing è prigioniero sul serio: l’hanno arrestato nel 2007 per bancarotta fraudolenta, falso in bilancio e abigeato.

  6. #4, si segni da qualche parte il numero del posteggio altrimenti la macchina la ritrova nel 2080.

  7. Lauraisola dicono:

    In effetti  a Guantanamo forse se la passano meglio.

    "Porta il pane stasera"

  8. zauberei dicono:

    Confuso.
    Fai poco lo spiritoso.
    Che io non vedo una pubblicità ar cine da diversi mesi.
    O vuoi che ti presti uno gnomo chiaccherello et simpatico che ti intrattiene dolcemente, e tace solo a pancinzotto?

  9. zauberei, fortunata lei che frequenta cinema emancipati dalle esigenze del marketing business to consumer.

    (niente pane, era chiuso).

  10. utente anonimo dicono:

    son disperati poveretti… si capisce da com’è scritto questo accorato appello… sono solidale!

    La prossima volta imparano ad andare al multicinema quando i cinemini piccini picciò invece chiudono per mancanza d’affluenza!

    Firmato Ckf

  11. PICCHU dicono:

    Io vi consiglierei di fare del sesso più o meno silenzioso tra uno spot della Tampax e la CocaCola di Babbo Natale

  12. gramuglio dicono:

    confuso, sistemi che c’è pieno di refusi.
    a meno che non sia la foga dei prigionieri che in effetti saranno in paranoia totale chiusi là dentro.

    ha visto la pubblicità quique the head?

  13. non ci sono più i blogger di una volta.

  14. gramuglio dicono:

    ah, io non c’ero, una volta.

  15. PICCHU dicono:

    Io non ci sono mai stato

  16. utente anonimo dicono:

    ho trovato soltanto le guardie forestali. va bene lo stesso?

  17. Bercna dicono:

    ”Un signore ha tentato di approfittare della pausa per fuggire ma le guardia armate pardon il personale del cinema lo ha catturato subito: adesso è in isolamento in prima fila, a venti centimetri dal maxischermo, svenuto durante il bombardamento di reclame dei fusilli con sonoro in dolby surround.

    Giovane donna muore soffocando per risata da guinness.
    I familiari: ”Rideva da ore, stavamo meditando di abbatterla, sembrava non ci fosse più nulla da fare. Per fortuna la natura ci è venuta in soccorso.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *