TRACCIA PER IL TEMA D’ITALIANO
SU ITALO SVEVO E LA COSCIENZA DI ZENO

Cari ragazzi, cari maturandi, lo so. Siete lì in classe, vi hanno appena consegnato il titolo del tema e ora voi, col cellulare nascosto nelle calze, state cercando su Google chi o cosa cazzo siano ‘sto Italo Svevo e la sua misteriosa opera intitolata La Coscienza di Zeno.

Ebbene, siete finiti, nel posto giusto.
Ecco in breve le cinque cose da inserire nel vostro tema perfetto:

1. Italo Svevo (1976-vivente) è un poeta italiano, come peraltro dice il nome, e la Coscienza di Zeno, il suo sonetto più famoso, parla di Zenò Colò, lo sciatore.

2. Nel gennaio 1987, in un momento di folgorante ispirazione artistica, Svevo ne scrisse una versione alternativa, più ermetica ma altrettanto bella: l’Incoscienza di Zeno. Il testo è uguale a quello della Coscienza, ma i versi sono scritti al contrario.

3. Invero, le riletture del componimento sono molte. Forte del successo di vendite della "Coscienza", Svevo produsse altre opere dal titolo simile: La capienza di Zeno (Zeno medita in ascensore), La fantascienza di Zeno (Zeno parte per Saturno), L’influenza di Zeno (Zeno si ammala). La migliore resta forse La Crescenza di Zeno, in cui grazie a un insolito accorgimento narrativo, il tema della psicanalisi viene affrontato dal punto di vista dei formaggi.

4. Svevo vanta parentele illustri: Calvino e Svevo, come è noto, erano fratelli. Particolare curioso: i genitori li avevano battezzati entrambi Italo, ma da adulto Calvino si cambiò il cognome per distinguersi dal fratello.

5. Infine: per via di un errore di stampa dovuto all’imperizia del tipografo, nel titolo dell’opera la parola "Coscienza" venne scritta con la i, mentre, come tutti sappiamo, si scrive senza coscenza senza i.

Come vedete, ci sono molti spunti per un tema di successo. Avete annotato tutto a penna sulle mani? Ottimo. Ora spegnete il telefono, uscite dal bagno e tornate in classe. In bocca al lupo.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

23 Responses to

  1. sogliadibronzo dicono:

    post decidamente fantasmagorico!!! so che stasera mia cugina mi telefonera’ per raccontarmi di come “spaccato alla matura” grazie a te!

  2. utente anonimo dicono:

    grz confyyyy!!! cn te ho il 100 assicurato!!! tvtttttbbbb!!!

    stu

  3. stu, mi raccomando, il tema scrivilo così, senza la vocali. :)

  4. Ippopotamone dicono:

    Gli studenti di tutta l’Italia ti ringraziano!

  5. e domani mattina, sempre su questi schermi, la versione di latino tradotta. olè!

  6. utente anonimo dicono:

    Santo cielo la Crescenza di Zeno. Muoio. Grazie perché la morte da risus è la mia preferita. Adesso muoio.

    Ailallà

  7. Strato2006 dicono:

    Alla grande, un sicuro successo! Ma come fai ad essere così colto?

  8. FirmatoCkf dicono:

    Sì sì ridete voi, immaginatevi domani al telegiornale centinaia di temi ckopiati da qui… ahuahuahua cke bello il mio ckommento andrà in Tivì

  9. Saluti i parenti, allora.

  10. utente anonimo dicono:

    ti amo

  11. utente anonimo dicono:

    stronzo

  12. zauberei dicono:

    Oh La crescienza di zeno:))

    Il problema dell’inflazione del superio nel sapore di gorgonzola.

    :)

  13. #13: piano con le parole.

  14. Ed ecco la versione di latino di oggi, cari studentelli collegati dai bagni dei licei:

    Nec vero audiendi qui graviter inimicis irascendum putabunt idque magnanimi et fortis viri esse censebunt.

    Non è vero che l’audio più grave dei nemici fa arrabbiare le prostitute magnanime e i forti virus che cominciano con la esse.

    …nihil enim laudabilius nihil magno et praeclaro viro dignius placabilitate atque clementia…

    Il nylon è lodevole il nylon, me lo mangio e più chiaro vira sulla placabbilità anche la clemenza… (continua)

  15. utente anonimo dicono:

    confy t lovvooo!!!! csì prndo anke la lodeee!!!! tvtrbbbb!!!!!! smck

    stu

  16. dellamorte dicono:

    Bello, sì, ma ti sei dimenticato l’opera postuma del Nostro: L’Escrescenza di Zeno…come non citarla?

  17. utente anonimo dicono:

    Ahahahah!

  18. utente anonimo dicono:

    Finalmente un confuso di nuovo in gran forma!!

  19. RosaTiziana dicono:

    Ora capisco perché i miei alunni ieri si trattenevano così a lungo nei gabinetti!

    Di solito sono abbastanza veloci nella copia (anni e anni di duro allenamento portano frutto), invece ieri macché, non c’era verso di schiodarli da lì.

    Ovvio, con questa lunga serie di suggerimenti c’era davvero da riflettere e meditare! (lungamente)

    Ok, ripasserò di qui durante le correzioni, per aggiornarti sui buoni frutti prodotti dal tuo post.

    Qualcosa mi dice che saranno “maturi” al punto giusto.

    P.S.: Calvino e Svevo erano fratelli, ma hai dimenticato di aggiungere che di cognome facevano Karamazov…vabbè ci ho pensato io a suggerirglielo.

  20. holdenC dicono:

    O COPIATO TUTTO SIGNOR PERSONALITA’. GRAZIE GRAZIE.

  21. utente anonimo dicono:

    qui ai piani bassi della Rai gira voce che Franca Leosini abbia intervistato il terzo dei fratelli, Italo Balbo: il povero avrebbe inscenato la morte perché incapace di sostenere il confronto con i due fratelli letterati.

    insidie di una famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *