IL FUTURO DI QUESTO SITO

Buongiorno a tutti, mi presento: sono il nuovo direttore marketing di questo sito.
Lo so, c’era proprio bisogno di me: da troppo tempo qui si batteva la fiacca. E infatti quel tal Confuso, il tizio che scriveva qua sopra, è stato licenziato. Succede. D’altronde non se ne poteva più delle sue scemenze. Nell’era dei social media e del web 3.0, occorre fare sul serio, mica cincischiare. Da domani su questo schermo avremo un cambiamento alla radice, a cominciare da

La grafica –  basta con ‘sto coso blu e bianco, sono sei anni che è così. Ho già incaricato un costosissimo pool di designer creativi di realizzare la nuova veste grafica: testi in caratteri nero su sfondo nero. Forte, eh? D’accordo, ci si perderà un pochino in leggibilità. Ma secondo lo strapagato art director a capo del team, ne vale la pena: il nero è decisamente il trend del momento, dice lui.

L’advertising – Qua ci vuole un po’ di animazione, che è sto mortorio? Il vecchio titolare perseverava nel rinunciare alla pubblicità, mentre oramai ce l’hanno cani e porci. Bene, da domani questo blog diventerà una foresta di banneroni colorati e pagine intere di link a siti truffaldini. Tuttavia, il pubblico non se ne lamenterà: leggere i contenuti rappresenterà, appunto, una sfida. Una maratona, un traguardo da raggiungere dopo mille ostacoli, cioè le promozioni. Insomma, sarà un po’ come guardare per intero un film in seconda serata su Retequattro: solo gli impavidi riescono ad arrivare alla fine.

I contents – Una grande novità editoriale: stop alle cazzate, il sito fornirà un servizio professionale: diventerà una raccolta di recensioni a prodotti. Recensioni fintamente imparziali, in realtà sempre positive e su commissione. Ohè, se il cliente compra, lo si loda senza troppe storie. Ma saranno spot subliminali, per nulla invasivi, non vi daranno fastidio. Ho già idee per i primi pezzi: “Le automobili Fiat non si rompono mai”, “Gli spaghetti alla carbonara surgelati Findus sono meglio di quelli veri”, “La Coca Cola fa bene al fegato” e “Viva viva il Monte dei Paschi di Siena”.

Viral networking – Ma soprattutto, il blog diventerà un progetto secondario rispetto all’ubiquità capillare su tutti i social network del pianeta. Compreso Youtube, dove concilierò la strategia presenzialista con la mia cronica mancanza di idee aprendo il primo canale video privo di video. E poi avremo il nostro spazio sui siti più in voga e conosciuti come Pronzr, Vuuum, Friol e

Facebook – Sì amici, spenderemo zilioni di euro per avere il profilo Facebook con più amici che sia mai visto. Non mi è molto chiaro cosa ci guadagneremo dall’avere tutti questi amici sconosciuti, però di certo potremo vantarcene col prossimo. L’obiettivo di lungo periodo, poi, è davvero ambizioso: su Facebook puntiamo a superare i 6 miliardi di friends, ossia più della popolazione mondiale.
Bene, grazie degli applausi. Se siete d’accordo, comincerei a lavorare. A presto.

33 Comments
  1. utente anonimo

    Sarà vero?

  2. Paxos

    No, pietà! (stavolta con l’accento sulla “a”)

  3. catepol

    no ti prego non cambiare sei l’unica certezza in questo web in perenne movimento 🙂

  4. utente anonimo

    Il divenire è l’essenza della vita.

    Cambia, cambia, cambia.

    Olmo

  5. utente anonimo

    …sei arrivato…tutti noi confusi eravamo in attesa del confuso n°1!!!

    Baci,baci,baci….

  6. zauberei

    Puff!

    Che paura – mi paiono dei propositi sensati!

    Per un momento ho temuto che volevi fare un nuovo blog con tutti pensierini sapidi e filosofici.

    Tutto nero colle scritte bianche

    Er penzatore de Rodin de lato

    Marò



    🙂

  7. utente anonimo

    La cosa preoccupante è che troppi portali d’informazione hanno da tempo attuato la “nuova idea di cambiamento”. Mancano solo i caratteri neri su sfondo nero…

  8. Ippopotamone

    Finalmente c’eravamo liberati del vecchio direttore del Marketing e puf che ne spunta un altro! Peggio dei brufoli.

    Comunque sono d’accordo con tutte queste nuove “migliorie”, ho solo una richiesta:

    Si può riavere indietro la Dirimpettaia?!

  9. utente anonimo

    cke poi non avrei ckapito… ma si può essere talmente ckonfusi da assumere un direttore di marcketing e farsi licenziare da un proprio dipendente?

    Fa bene a ckambiate un po’ ckomunque, se poi vuole fare un progetto parallelo può aprire un nuovo blog e riproporci il solito veckckiume

    firmatockf

  10. cptuncino

    oh che gran botta di culo che abbiam quest’anno!

    (chissà se si può scrivere culo nella 3.0!)

  11. cptuncino

    sor confuso lei non era stato licenziato?!

    senza passar per il via?!

    che mi si impiccia?!

  12. cptuncino

    che poi…

    licenziato da uno che utilizza “cincischiare” nella lettera di presentazione ai fan…insomma, c’è da bearsi

  13. quilling

    Anch’io mi sono rinnovata.

    ANZI QUANDO TORNI PASSA DALLA MERCERIA E PAGA IL CONTO.

  14. PICCHU

    Confuso il suo sito diventerò come Mediashopping e avrà lo stesso culo duro della tipa in tv.

    n ogni caso qualche link è necessario mettero. Prenda me. Come potrei rinunciare a youporn? Mi hanno promesso che non appena raggiungo i 47000 video linkati vinco un pompino da Iva Zanicchi e mi canta pure la sua nuova hit.

    Segua il mio consiglio.

  15. personalitaconfusa

    Troppo tardi. Via col grande concorso: fra coloro chi scriveranno nei commenti il proprio numero di carta di credito, la scadenza e il proprio nome sarà sorteggiato il vincitore di un’asciugacapelli a microonde! Pronti? Via!

  16. cptuncino

    asciugacapelli a microonde…

    è una cosa da fichididdio…spero si renda conto.

  17. quilling

    Non si potrebbe avere “Guida alla creazione degli orecchini di carta”?

  18. utente anonimo

    Ma che bel concorso…!!!

    N° Carta: 1255896644558922222365897444562332555688774445556668212368547895222214523698754123658974456328

    Scadenza: 31 Febbraio 2999

    Ps – Se vincessi, al posto dell’asciugacapelli potrei avere un casco per la messainpiega???? … proprio bello ‘sto concorso!!!

    Emanuela

  19. utente anonimo

    non sono d’accordo

    free

  20. lottapia

    Confuso, io sto aspettando ancora il tostapane millantato dal sig. Ioeilmiopìccì…

  21. gramuglio

    vorrei far notare al signor direttore di marketing che secondo studi recenti il colore in ascesa tra i ggiòvani è l’arancione.

    orange, capisci?

    io punterei sui ggiòvani.

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *