LA PAROLA GRÈBANO

Cari telelettori, benvenuti alla consueto appuntamento con la rubrica dedicata alle parole sconosciute. Quella di oggi è

Grè | ba | no
m. s., persona rozza, grossolana e rustica; zotico; bifolco.
estens., fesso, scemo.

Secondo alcuni antichi dizionari italiani oramai desueti e da secoli finiti al macero, o forse mai esistiti, la parola grèbano sopravvive allo stato selvatico nei territori della Liguria. ma anche – dicono, non ho modo di verificarlo – a Venezia, nelle campagne toscana fra Carrara e Pisa, persino in Istria e dio sa dove altro.

Dicevamo, il lemma grèbano. In breve: si tratta di un insulto. Ma un insulto allo stesso tempo espansivo e simpatico, poiché incomprensibile ai più, ivi compreso l’interlocutore: cosa puoi rispondere a uno che ti dà del grèbano? Nulla, ha vinto lui. Ti ha fregato. Insomma, sei un grèbano. Sei uno scemo, un cretino, prendi e porta a casa.

Grèbano è un parola bellissima e poco impiegata. Anche il suo sinonimo bifolco, con tutte quelle consonanti, non mi pare niente male. Però non ha ancora la potenza di grèbano: senti come suona bene, la gi schiocca contro la erre per salire subito fino alla e accentata (mi raccomando, e lì l’accento, non sulla a!) quindi scivolare sulle ultime due sillabe, grèbano!, dalla lingua al labbro e al naso.

Qui di seguito si arruolano adepti pronti ad adoperare grèbano nel lessico comune e quindi nella repertorio linguistico. Scopo dell’iniziativa non è tanto convincere a furor di popolo la Zingarelli a reintrodurlo nella prossima edizione (sarebbe troppo!) quanto salvarlo, salvare il grèbano. Resuscitare un termine efficace ma oramai ben oltre il semplice rischio di estinzione definitiva.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

40 Responses to

  1. utente anonimo dicono:

    …mi sembra il minimo.

  2. utente anonimo dicono:

    Baballa

  3. Strato2006 dicono:

    Beh, da noi in Veneto confermo che tale lemma sopravvive in determinate lande desolate, a economia prevalentemente contadina, basata perlopiù sulla mezzadria (dintorni di casa mia per esempio); ma di rimando si può tranquillamente rispondere stronso

  4. utente anonimo dicono:

    io mi adeptizzo.

    strichnina

  5. Ho appena dato del grèbano a un camionista che mi ha sorpassato in curva.

  6. utente anonimo dicono:

    ti confermo che grebano, nell’entroterra ligure di levante, è ancora usato. Una precisazione: la “e” si pronuncia “eu” alla francese

  7. utente anonimo dicono:

    Signor Confuso,

    notiamo con disappunto che Lei persiste, e incautamente, nell’ignorare la onorata tradizione veneto-friulana nell’utilizzo del lemma di cui si discorre Abbiamo recentemente proposto alla nostra aff.ma clientela di area geografica nord-est un quesito del seguente tenore: “componete un pensierino contenente la parola grèbano”.

    Le confermiamo che 60/100 hanno risposto “ciò, mona, ti va in meso ai grebani porco***?”; 35/100 hanno risposto “su pai grebani”; 4/100 non sa/non risponde (precisiamo tuttavia che i suddetti presentano cognomi quali Wurtzerbeich, Perrington, Esposito, Van Der Daas); 1/100 ha risposto “sei proprio un grebano” (e su quest’ultimo pende peraltro la pesante e confusa accusa di mentite spoglie).

    Si sappia regolare.

    Saluti.

    La rigattiera nera, dai grebani

  8. utente anonimo dicono:

    Yess, in Friuli è usato, ma il significato è quello di “grosso sasso, macigno”.

  9. utente anonimo dicono:

    In veneto, per quel che ne so io, grebano ha sia il significato che dici tu, sia il significato friulano. Una parola, mille significati… :P :D

    ciao!

    Luci

  10. FirmatoCkf dicono:

    Mio fratello si ckiama Grèbano.. poraccio

  11. zauberei dicono:

    E nè conosco pochini di Grèbani! fioccano come neve a natale! Ci ho un governo intero di grèbani.

  12. lofoten dicono:

    Che figura di lémma!

  13. utente anonimo dicono:

    in provincia di treviso si usa ancora però lo usano i grebani!

    Antonela

  14. strolippo dicono:

    Ne confermo l’utilizzo anco a ponente,

    insieme a Ordenaio.

  15. PICCHU dicono:

    Accetto la sfida.

    Anzi mi candido volontario e accetto che mi sia dia del grèbano. perchè lo sono.

    Dai dai dai

  16. utente anonimo dicono:

    a pisa si dice spesso, ma più che altro è per i più piccoli…anch’io lo dicevo all’asilo o elementari ai miei compagni di giochi!!

  17. Bostoniano dicono:

    Je m’ere benzade ghe “grèbano” jère la derza perzona blurale dell’indigadive bresende de “grebàre”. Me so’ shbagliade.

  18. amfortas dicono:

    Qui a Trieste c’è la variante grembano, ma il significato è lo stesso.

    Vorrei un cent per ogni volta che me l’ha detto qualche ragazza.

    Ciao.

  19. utente anonimo dicono:

    precisazione: il grebano, a pisa, è sempre anche ghiozzo di bùa

    la pisana

  20. oppure dicono:

    Propongo umilmente un sinonimo: palamidone. “Tu, palamidone che non sei altro, dico a te”.

  21. tremori dicono:

    Incidente d’auto.

    “Grèbano, la mia auto era proveniente dalla destra della di tua andatura”

    “Non posso sopportare cotanta offesa e la sfido a singolar tenzone, bifolco!”

    Segue duello in tangenziale con tutte le altre auto in rispettosa attesa dello svolgersi della tragedia.

  22. thepinkinside dicono:

    Vorrà dire che aggiungerò Grebano al mio taccuino degli insulti.

  23. lofoten dicono:

    Stamattina le mie colleghe sembrano delle grèbane in trasferta.

  24. utente anonimo dicono:

    Io, a Genova e levante, l’ho sempre sentito pronunciare grébano (con l’accento di pésca – quella che si fa con la rete, o di beneficénza – e non pèsca – il frutto che si mangia), mi sembrava importante sottolinearlo, anche perché quell’accento è il punto di forza dell’insulto in quanto caricato come un cannone dal grrr che precede (non di rado con due o tre erre), ben ringhiante e accompagnato da espressione dispregiativa del viso data proprio dal solido calare degli angoli della bocca (con leggera scrollata del capo) perfettamente conseguenti soltanto a quella “e” acuta. Oltretutto, non per essere troppo pignoli ma, pronunciare grebano con l’accento della pesca-frutto la mette sul volgare e poco elegante: in fin dei conti chi lo dice deve dimostrare superiorità e anche – è perentorio – altezzosità, considerato che è rivolto a chi si abbia dinnanzi, o per chiudere a dovere il discorso circa un assente, oggetto di critiche.

    Quindi: accento acuto, non ci piove.

    Un ammiratore

  25. Grazie, non si finisce mai di imparare. :)

  26. utente anonimo dicono:

    caro il mio lei, NIUSCIA batte grebano, per non menzionare GROTTUSCO! Lei non sa quali abissi sta sfiorando facendo finta de nada (come suo solito, nevvero?)

    Nina

  27. Strato2006 dicono:

    …’Sto grebano di PC che non mi connette….

  28. utente anonimo dicono:

    Perché sbagli l’accento :-) e non sei abbastanza acuto.

  29. utente anonimo dicono:

    Io conoscevo PUMITROZZOLA. PUtt** MIgn**** TRO** zZOcco** LAdra

  30. Strato2006 dicono:

    ** e **** trovo che siano degli epiteti irresistibili.

  31. utente anonimo dicono:

    E qui sta il busillis!

    (Indizio: provare a cercare su Wikipedia.it)

  32. diamonddog dicono:

    Curiosa assonanza con Calibano.

  33. Califano è un grébano?

  34. utente anonimo dicono:

    qui estremo lembo occidentale di liguria…siamo suddivisi tra grebani e grebanacci….e così ci si saluta in strada, ciao grebanacci!!

  35. utente anonimo dicono:

    Grébano (o grèbano) è la mia parola preferita. E ti segnalo che la si dice anche nel basso alessandrino… che però si sa siamo genovesi mancati…

  36. reginadiquadri dicono:

    Grèbano si dice spesso e volentieri anche in Maremma (qui siamo grèbani un po’ tutti…), con la e bella aperta e il significato di bifolco, ma soprattutto goffo, grezzo e maldestro.

  37. utente anonimo dicono:

    Confermo pienamente uso termine “grèbano” in quel di Venezia centro storico e isole stop. Semantica uguale stop.

    Saluti

    s|a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *