INTERVISTA A UN CARTONE DI TAVERNELLO

Benvenuti, per la consueta intervista oggi abbiamo l’onore di ospitare un vera celebrità: è con noi un cartone di Tavernello.
Buonasera, cartone di Tavernello, e grazie di aver accettato il nostro invito.

Buonasera, un saluto a lei e a tutti i lettori.

Signor cartone di Tavernello, partiamo subito con le domande. La avviso: non riserveremo riguardi. Qui diciamo pane al pane, e – come nel suo caso – vino al vino. Però prima ci parli di lei. Insomma, si presenti.

Bè, sono di colore rubino, ideale con primi, minestre, carni rosse, arrosti, formaggi; esalto le mie caratteristiche se vengo servito a una temperatura fra i 16 e i 18 gradi.

Caro Tavernello, lei, furbino, sta sorvolando su un aspetto fondamentale. Al contrario dei suoi colleghi imbottigliati, lei ha il tappo di plastica e sta dentro al tetrapak. Se permette, c’è una bella differenza.

Guardi, il tetrapak, peraltro usato in tutto il mondo anche per quel cialtrone del latte e senza tante lamentele da parte vostra, il tetrapak, dicevo, protegge la bontà: ce l’ho scritto anche addosso. E’ composto da roba sana: carta, polietilene e…
 
A-ah, carta! Quindi lei, Tavernello, non solo se ne sta là dentro nella scatola, ma contribuisce pure alla distruzione delle foreste! Bravo!

Mi lasci finire, per cortesia: il tetrapak è un materiale riciclabile. Il suo luogo d’origine è la Svezia, paese che ha la massima attenzione per l’ambiente. Ci sono nursery degli alberi, per ogni albero tagliato se ne piantano altri. E se lei partecipasse al nostro concorso potrebbe vincere un meraviglioso viaggio in Scandinavia alla scoperta dei boschi più rigogliosi d’Europa.

Scusi, Tavernello, ma che fa, si recita lo spot da solo? Eviti di menar il can per l’aia, caro Tavernello. Il punto è un altro. Perché lei è nel cartone e non nel vetro come tutti gli altri, eh?

La smetta di confondere il contenitore col contenuto, cioè me. Io sono genuino. Cosa crede che le portino, quando in trattoria, pur di risparmiare due lire, ordina il rosso nostrano nella caraffa? Le portano me. E magari lei crede di bere il vino dei contadini.

Appunto!

Appunto un paio di palle! Io sono come tutti gli altri, sono solo vestito diverso!

Tavernello, e allora, se non ha nulla da invidiare a un litro di Barbaresco: mi vuole spiegare perché lei costa così poco?

Un’efficiente gestione di costi, basata sul rapporto diretto coi viticoltori e sui volumi lavorati consente notevoli economie salvaguardando le caratteristiche originali delle ottime uve raccolte. Ma cosa vuole capirne lei di economia.

Non sia ridicolo, Tavernello. Adesso lei si vende a un prezzo più basso solo per merito dei suoi ragionieri che sono più bravi. Andiamo.

Per favore la finisca di offendermi in questa maniera.

Tavernello, lei è un pagliaccio, buono solo per condire le pietanze in padella!

E lei un razzista fazioso e maleducato. Io mi alzo me ne vado.

Ma no, dai, dove scappa? Tavernello, si sarà mica offeso? Guardi che la mia era solo una provocazione. Tavernello, scherzavo. Ragazzi, fermatelo, sbarrate le uscite, bucàtelo. Tavernello aspetti, dobbiamo finire l’intervista!

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

57 Responses to

  1. utente anonimo dicono:

    Primo.

  2. Strato2006 dicono:

    Sor Confuso, mi perdoni ma alcune cose non mi sono chiare:

    1. lei vende Tavernello?

    2. lei vende Tetrapak?

    3. lei vende bottiglie di vetro?

    4. Per ogni albero tagliato, quanti ne ripiantano in Svezia? Giusto per valutare quando non avranno più spazio e invaderanno l’Europa …

    5. Nel viaggio premio in Scandinavia, ci mettono ai lavori forzati a piantare alberi come in Svezia?

    6. “ragionieri” e “bravi” nella stessa frase mi confonde le idee …

    7. lei è un recidivo: già tempo fa coi suoi bei modi aveva fatto uscire dai gangheri il povero pompelmo, adesso se la prende col tavernello … per caso domani toccherà al caprino o ai cuori di platessa?

  3. utente anonimo dicono:

    Buon fine settimana a tutti gli autori dei vari blog. Ciao da Maria

  4. lanormale dicono:

    non si può certo definirlo un vino amabile eh?

  5. cptuncino dicono:

    Oh Maria, buongiorno e grazie…

    Sor Confuso lei in questa intervista dimostra tutta la sua superficialità…e pure un po’ di spocchia si! Io sto con tavernello e se fossi stato lui mi sarei rovesciata addosso alla sua bella camicia (spero fosse bianca) TSK

  6. lofoten dicono:

    Il tavernello è la moneta ufficiale della Svezia.

    Ho comprato vini svedesi a 5 tavernelli al litro.

  7. utente anonimo dicono:

    aplaus!!!

  8. diamonddog dicono:

    Il tavernello è il posto dove va a bere il tarzanello.

  9. utente anonimo dicono:

    argh! ma mi fai scappare tutti gli intervistati! anche il pompelmo se ne andò indignato mi pare…

  10. hexholden dicono:

    sei un genio… e la reazione di Tavernello segnala chiaramente quanto è marcia questa nazione, che non si può neanche discutere, accidenti! :D

  11. liczin dicono:

    Te ti ho riconosciuto, sei quella insopportabile dell’Annunziata. Lui non saprei: piccolo, stizzoso, che per argomentare la propria propaganda la ripete, che quando è alle strette si alza e se ne va… Mah.

  12. sukkeZ dicono:

    La diplomazia non è il suo forte Sor Confuso! Fare alterare Tavernello non è bene, anche perchè si sa che il vino alterato non fa bene!

    E poi già è frustrato di suo, sempre a sentirsi dire “non vali niente, non sai da niente”

    Povero Tavernello… Fa schifo ma anche lui ha il diritto di difendersi!

  13. utente anonimo dicono:

    x la prox intervista tripla di beemood tavernello è arruolato

  14. cptuncino dicono:

    Sukke è mio amico!

  15. lofoten dicono:

    Vorrei chiedere a Tavernello se sa che viene usato per scopi alternativi al bere.

  16. lofoten dicono:

    Tipo che messo a sfumare nello spezzatino lo rende delizioso.

  17. profondoblog dicono:

    W la Falanghina!

  18. Strato2006 dicono:

    @19: eh, come si vede che non cucino … se ci annaffio i tulipani dici che fioriscono meglio?

  19. utente anonimo dicono:

    Se il Tavernello lo portassi qua in Norvegia lo venderesti a 10 euro al litro come minimo. Il problema e’ che non lo puoi fare: lo stato ha il monopolio degli alcolici sopra i 4.8 gradi e li vende cari ammazzati! Questo comunque non evita ai norvegesi di cappottarsi ogni weekend…sbronzi e sbaioccatti :-)

  20. malessere dicono:

    Io col Tavernello non ci cucino neanche più!

  21. utente anonimo dicono:

    Ma non ci stava pure il Ronchi nel tetrapack?

    Perchè non hai invitato anche lui?

    Si poteva fare un’intervista doppia.

  22. utente anonimo dicono:

    si, si tutti intenditori siete qua vero, io sono sincera il tavernello lo bevo e secondo me non è così malvagio, ma preferisco restare anonima

  23. utente anonimo dicono:

    A me vengono i brividi alla sola idea di bere il vino dal tetrapack.

  24. Strato2006 dicono:

    #26: anche a me, specie se è appena uscito dal frigo!

  25. utente anonimo dicono:

    visto il comportamento acido, questo tavernello secondo me ha un grande futuro come aceto

  26. utente anonimo dicono:

    Mi piacciono queste interviste…

  27. utente anonimo dicono:

    La vita è troppo breve per bere del vino cattivo. Gotthold Ephraim Lessing e Paolo condivide.

  28. Eh, persino quel vecchio alcolizzato di Lessing se la prende col Tavernello.

  29. Acustico dicono:

    Ma il tarzanello è parente stretto del Tavernello?

  30. Ma che schifo, scusi.

  31. Strato2006 dicono:

    Eh sì: vabbè che è cattivo …

  32. utente anonimo dicono:

    Signor Confuso, faccia meno lo spiritoso o riceverà presto notizie dai miei avvocati.

    Tavernello e figli spa

  33. utente anonimo dicono:

    la maison piper-hiedsieck sta preparando una special edition, millesimato in tetrabick

    è il futuro!

  34. Acustico dicono:

    @33: non fa così schifo, per cucinare il Tavernello è perfetto.

  35. utente anonimo dicono:

    sì sono d’accordo. il bianco ha anche un gusto gradevole, si lascia bere. ci sono vini più cari che fanno molto piu schifo. evviva il tavernello

  36. IgorTV dicono:

    Il Tavernello® non lo userei nemmeno per diserbare l’ orto.

    Figuriamoci berlo.

  37. Strato2006 dicono:

    Beh, se lo usi per diserbare l’orto, al massimo poi trovi i peperoni che cantano …

  38. ibridamenti dicono:

    bellissima l’intervista :-)

    l’hai saputa l’ultima?

    ;-))

    mad

  39. lofoten dicono:

    Pappardelle al caviale e tartufi all’aroma di Tavernello.

    Mica suona bene però.

  40. Strato2006 dicono:

    No, ci si trita la lingua solo al pronunciarla … colpa del Tevernello ovviamente …

  41. Strato2006 dicono:

    Tavernello, Zio Billy …

  42. lofoten dicono:

    Terrei molto all’intervista del latte Land, quello che vendono all’Eurospin.

    Lo dico sempre che questo blog rende dei servigi socialmente utili.

  43. cptuncino dicono:

    Il Signor Tavernello può sentirsi libero di dire la sua in qualunque momento…anche i figli e le sue terme!

  44. Ipanema dicono:

    Sei sempre un mito, e sempre più bravo X§!!!

    Ah… che nostalgia del direttore marketing. Tavernello mica lo avrebbe apostrofato così! :-D

  45. utente anonimo dicono:

    Il vaternello è un nivo schisofo, tocossi, commettepro i reunoni di chi lo vebe. Zioattenne!!!! Se lo coscion lo etivi.

  46. utente anonimo dicono:

    Oggi ho deciso di visitare tutti i blog su splinder.com che mi riesce di visitare. Ciao da Maria

  47. lofoten dicono:

    ahahahahahaha 48!!!

  48. cptuncino dicono:

    Salve Maria, sempre gentilissima!

  49. lofoten dicono:

    Secondo l’ultima Eurisko New Media il 2% degli utenti internet possiede/gestisce un blog personale cio’ significa che in italia ci sono circa 350.000 blog.

    Posso farcela.

    Magari con un bel cartone di Tavernello al fianco.

  50. Strato2006 dicono:

    Più che altro con un bel cespo di Maria … non a caso la simpatica #49 si chiama così …

  51. veronikahope dicono:

    Se dall’intervista col Tavernello vengono fuori tali verità…figuriamoci dall’intervista con il plastico della candeggina (del delitto Kercher) di Vespa cosa verrebbe fuori…! aspetto fiduciosa!

  52. utente anonimo dicono:

    ti prego, intervista un accendino!!!

    Gi

  53. EdiE2008 dicono:

    Credo di averlo bevuto 1 volta, e nn ne ricordo il sapore, ma le cose scritte in riguardo al tertrapack alla svezia ecc sono vere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *