ELOGIO DEL DENTISTA

Amici, dobbiamo riconoscerlo. Ma sì, smettiamo di parlarne male, smettiamo di odiarli e di temerli. I dentisti sono brave persone. Poverini, fanno un lavoraccio (non dev’esser bello dover trascorrere giorni mesi e settimane ad infilare la testa dentro le bocche di sconosciuti coi denti marci) e in più si prodigano per divertire i pazienti con originali svaghi di contorno alla seduta.

Ad esempio: essi ci educano alla riscoperta di un’attività esaltante, la lettura di riviste usate. E sì, i dentisti ci lasciano attendere in una saletta allegra coi divani arancione dove possiamo consultare tutti quei giornali che non compreremmo mai: in quale altra occasione ci potrà capitare l’occasione di sfogliare l’inserto di un CorrieredellaSera del ’94, magari in compagnia di simpatici estranei muti? Dovremmo ringraziarli solo per questo.

Ma non è tutto: i dentisti hanno studiato anche altri diversivi per stupire noi pazienti e creare suspense. Ad esempio, il gioco dell’appuntamento. Funziona così: due mesi prima il dentista ci fissa l’appuntamento alle 15.30. Passa il tempo e alla data stabilita ci presentiamo in perfetto orario: ma lui – sorpresona! – non c’è. E’ impegnato. Si sta occupando di qualcun altro a cui aveva dato appuntamento alla medesima ora. Che burlone. E così, per nostra fortuna, non perdiamo la grande attrazione del locale, ossia la lettura di antichi periodici.

Anche la visita vera e propria è un vero spasso: qui il dentista si improvvisa comico. Ci riempie la gola di strani arnesi, e poi pone delle domande. Il gioco ricorda quello dei mimi, e consiste proprio in questo: il paziente deve riuscire a esprimersi a gesti e mugolii. Se il dentista capisce che stai morendo, vinci la sopravvivenza. Altrimenti vince lui.

C’è poi il gioco finale, il più emozionante, quello che chiude la visita: il gioco del pagamento. Una sorta di partita a metà tra gli scacchi, il mercante in fiera e guardie-e-ladri . Comincia il dentista, che in genere spiazza il cliente con l’apertura: chiede una cifra astronomica, tanto surreale che il cliente deve capire se scherza o meno (in genere non scherza). La trattativa prosegue tra colpi bassi e mosse insospettabili: il cliente supplica un piccolo sconto, il dentista propone un prezzo più basso dello =,1% ma senza emissione di ricevuta fiscale, e così via, in una piacevole simulazione del teatrino delle parti.
 
Insomma, andare dal dentista è magnifico, quasi meglio del luna park. Due ore di allegria garantite. All’uscita viene quasi voglia di restare, di farsi trapanare un’altra carie inesistente solo per il gusto di rimanere ancora un po’. E di tornare più spesso. 

57 Comments
  1. tramgirl

    Spezzo una lancia a favore del mio dentista:oggi mi ha fatto una visita di controllo descrivendo la mia dentatura nei minimi particolari in mezz’ora(ma da quante parti è composta la nostra povera bocca?) e siccome,per fortuna, quasi nessun problema,l’attempato simpaticone non mi ha chiesto neanche 1€, tanti saluti!!ps: si raccomanda l’uso del filo interdentale e del colluttorio(diluito con acqua x non irritare le gengive e a giorni alterni) 😉

  2. PICCHU

    No decisamente non riuscirai a convincermi stavolta. ODIO totale per i DENTISTI. L’unica cosa che amo di loro sono i sesterzi nella banca svizzera.

  3. utente anonimo

    Sono una futura dentista (si spera) al 5° anno di università e spero di diventare esattamente come hai descritto tutti quelli della categoria! ahahah

    Daphne

  4. utente anonimo

    per il pagamento, ogni dentista deve tenere obbligatoriamente un corso presso un suk marocchino o un bazar egiziano e imparare a menadito l’arte di contrattare i prezzi.

  5. utente anonimo

    una volta io ho beccato un national geographic e davvero volevo finire l’articolo prima di andare via, ma io ero l’accompagnatore non il paziente..un po’ come la storia del nuovo abbonato, se vado a farmi la carie sicuramente tira via il periodico interessante e mi piazza li rba ti gioia o novella 2000

    red

  6. IlaLuna84

    mmm…sarà. Il fatto è che a me nemmeno il luna park piace poi così tanto! 😀

  7. Strato2006

    …ma da che cavolo di dentista vai????

    No dai, mi tocca sottoscrivere parola per parola, anche i costi sono astronomici, proprio come il luna park ultimamente.

    Pensa che il mio dentista è anche sceneggiatore: l’ultima volta mi aveva quasi intenerito con la storia che loro, usando materiali tecnologici costosissimi, hanno dei margini di guadagno talmente risicati, poverini! Poi pian piano è venuto fuori che lui (a 30 anni) ci ha la casa in montagna (sua, non dei suoi), ci ha l’Audi nuova di trinca con il portasci integrale perché va spessissimo a sciare … stavo quasi pensando “con quello che mi ha detto del suo lavoro, per fortuna che lo aiutano i suoi genitori, poverino!” quando sono girate voci che gli avevano fatto un accertamento fiscale ed è sparito! Purtroppo lo avevo già pagato … pazienza …

  8. jame

    dal mio dentista, le riviste sono ancora in latino

    jS

  9. LaStefy80

    Il mio dentista sembra uscito da Baywatch, abbronzato, ingellato e con il camice giallo crema, e ha messo uno schermo lcd sopra la poltrona che quando non serve per vederci le lastre, ci mette su un bel dvd. Finora ho beccato: Mediterraneo, Grease e Le follie dell’ imperatore. Peccato che col trapano non si senta bene l’ audio…

  10. 4passi

    confu§o la tua fantasia fa restare più “a bocca aperta” di un dentista, è il caso di dire 🙂

  11. Cernobil

    Quasi quasi ci faccio un salto allora….giusto per occupare il pomeriggio

  12. lofoten

    Il mio, ogni 2 mesi, cambia i quadri orripilanti che ha nella sala d’aspetto con altre orride croste.

    Forse i nuovi pittori emergenti lo pagano così?

    Devo provare con il mio acquerello della scuola media contro un’otturazione al premolare destro.

  13. personalitaconfusa

    guardi che quelli non sono quadri: è il sangue della pulizia del tartaro, che a volte finisce sulle pareti.

  14. personalitaconfusa

    Daphne#4, visto che sei dentista, ancorché in fieri, forse potrai soddisfare la mia curiosità.

    Mi sono sempre chiesto: ma quando il dentista aziona a distanza il getto d’acqua nel bicchiere vicino alla sputacchiera: come fa? Ha un telecomando nel camice o c’è un pedale nascosto da qualche parte, come nei cessi?

  15. orsodingo

    piccolo suggerimento:

    la prossima volta dal dentista andate con una vecchia divisa di vostro nonno alpino sulla quale avrete avuto cura di attaccare delle mostrine comprate da un robivecchi e, con molta nonchalance (si scriverà così?), fate cadere dalla tasca una copia de “La Rivista della Guardia di Finanza”.

    Quando il dentista cadrà a terra in preda a convulsioni, sbavando schiuma, approfittatene per concordare uno piccolo (85%) sconto in fattura

  16. utente anonimo

    Non ditelo a nessuno: io vado da una dentista in Lituania, a Vilnius, nel quartiere di Uzupis. E’ un’*ottima* clinica, e costa *un terzo*. Fate voi i conti col costo dell’aereo, ma spesso conviene. Inoltre se vi fate tradurre la ricevuta, va dritta dritta nella dichiarazione dei redditi. E’ tutto legale e conveniente.

  17. diamonddog

    E’ colpa nostra che le alternative ci sarebbero senza andare in Lituania.

    Per esempio i dentisti degli ospedali, quelli che li passa la mutua.

    Io per esempio ci ho un appuntamento per il 31 Dicembre del 2020.

  18. lofoten

    Diamond.

    Secondo me dalla carietta, passi in 18 anni, alla dentiera.

    E poi la cosa di andare all’estero per le cure dentali è veramente economica. Mi hanno detto che in Tunisia costa davvero una miseria, sotto una tenda berbera, in pieno deserto. Se dai la mancia, poi risciacqui con una bella tazza di the alla menta e pinoli.

  19. Abigail83

    Io i dentisti li stimo solo per il fatto che resistono a qualsivoglia zaffata alitosa puzzolente.

    Ok che se lo sono scelto loro il mestiere che fanno… ma in giro si sentono certi schifi di alito allucinante *__*

    Stenderebbero chinque a metri di distanza, figuriamoci un poveraccio che deve starci con la faccia contro per ore a ravanarci dentro.

    Poverini °__°

  20. lofoten

    Vero, io ne ho visto uno che vomitava in un angolo.

    Poverino…

  21. Acustico

    Il mio di dentista (in realtà è l’odontotecnico, ma fa lo stesso) cerca anche di trasmettere ai pazienti/clienti il messaggio di Cristo, intanto che aspettano. Il sottofondo musicale nella sala d’aspetto è RadioMaria, e le riviste sono roba come Don Orione e Famiglia Cristiana.

  22. utente anonimo

    reduce dall’ottava seduda in 3 mesi, e con la prospettiva di un’ultima (?) intensa visita, come posso non darti ragione??

    PippaW

  23. Strato2006

    Ma allora Cristo era un dentista? Beh che salto di qualità, dal papà falegname …

  24. Strato2006

    Oddio,

    non che i falegnami di questi tempi ti regalino nulla …

  25. CheshireCats

    mi sono permessa di linkare il tuo blog nel mio, spero di non essere perseguibile legalmente.

    seya

  26. lofoten

    Però bello Blade Runner.

    Lo danno tutti i martedi nella sala d’aspetto del mio dentista.

  27. professionist

    Quella dei dentisti è un’arte, bisogna ammetterlo: nonostante la lotta all’evasione riescono ad evadere quasi tutto il guadagnato, nonstante i tempi che corrono riescono a guadagnare bene (da lì l’evasione, sennò non serviva a niente) e nonostante il surriscaldamento del pianeta riescono ad andare a sciare per dodici mesi all’anno.

    Una vera arte della sopravvivenza.

  28. utente anonimo

    Ehi Lofoten #30,

    anche se effettivamente non sono fatti miei, mi incuriosisce che tu passi tutti i martedì dal dentista!

    Ho fatto velocemente alcune ipotesi:

    1. ci lavori?

    2. ci hai una relazione?

    3. hai i denti messi mooooooolto male?

    4. sei appassionata di cinema odontoiatrico?

  29. entina

    Il getto nel bicchiere lo aziona da un pulsantino sul riunito (la poltrona sulla quale ti siedi).In genere è accanto al pulsantino che ti fa sollevare la poltrona.

    Cmq concordo,molti (non prorpio tutti)dentisti sono una razza schifosa.

    N.B. Non fatevi infinocchiare dai suggerimenti sui prodotti. Come gli sbiancanti per i denti. Non esistono, sono solo acidi che rovinano i denti sani.Sono tutte cazzate.

    Il trucco per evitare il dentista è lavarsi i denti subito dopo aver mangiato.Usare sempre il filo. E andare al controllo ogni sei mesi.

    Potrei parlare all’infinito di loro. Ho lavorato con loro gomito a gomito e ho imparato che sono tutti uguali. Sono medici solo perchè portano un camice. Per il resto, a loro importa solo far soldi.

    Salvata in tempo da un ‘infelice carriera :D.

  30. custodedellenuvole

    il mio dentista di fiducia per obbi fa speleologia. Il guaio è che nella sua sala d’attesa trovo solo riviste di rocce, montagne ed affini…

  31. Strato2006

    Obbi come quell’ “Obbiuàn Chenobbi” che tempo addietro su questo blog venne sbugiardato come Padre Pio?

    🙂

  32. violascintilla

    E non dimentichiamo il simpatico siparietto “Ci provo con l’assistente svestita solo per sollazzare voi pazienti sofferenti”, un’imperdibile occasione in cui il teatro di Molière si sposa con un cinepanettone interpretato da De Sica seguendo un esilarante canovaccio che varia a seconda della provenienza regionale dei due personaggi.

  33. lofoten

    Ehi, al 32° piano.

    La programmazione cinemato-odontoiatarica di Blade Runner non prevede la mia presenza tutti i martedì nella sala d’aspetto del mio dentista. Purtuttavia, visto che trattasi di un film sul quale hanno fatto anche tesi di laurea, non dispiace alla sottoscritta di passare qualche martedi nella sala d’aspetto ove si effettua la proiezione e gustarselo in santa pace.

    A film finito vado via e non pago.

    Ho visto cose.

  34. Strato2006

    Beh se vai via senza pagare, niente male (scusate sono lo stesso del 32° piano, lì mi ero dimenticato di loggarmi)!

    A me in genere non va così bene, durante l’attesa posso leggere riviste che trattano di grandi temi d’attualità come ad esempio il golf o le barche a vela, e nel contempo ascoltare tutti i successi di Gigi D’Alessio o Biagio Antonacci etc…

    Ogni tanto penso che sia una cosa voluta, affinché il paziente ridimensioni il terrore del trapano e sappia che nella vita c’è di peggio: Gigi D’Alessio per esempio!

    Giorgio

    P.S. tremo all’idea che installi un video: oltre a Grande Fratello cosa potrebbe trasmettere???

  35. utente anonimo

    #24: sei sicuro di aver suonato al campanello giusto? no perché quello del dentista è il numero 54, se per sbaglio suoni al 53 quello lì è il Centro dei Masochisti Anonimi, ha lo stesso identico arredamento del dentista ma Radio Maria come sottofondo musicale (fa parte dell’offerta Trasgressione & Espiazione in un unico pacchetto non vendibili separatamente).

  36. lofoten

    E l’Igienista?

    Bellissima figura di donna con mani delicate, voce dolcissima che sembra che parli al suo pupo quando dice “bocca grande” e ti scovola tutto il tartaro di mesi.

  37. LadyBianca

    io credo di essere innamorata del mio dentista

    orc!

    (*.*)>

  38. sarmigezetusa

    Senza scherzi, dal dentista godo di poter leggere i vecchi Oggi.

    Ho ben 20 otturazioni superflue.

  39. faxebinder

    una volta dal dentista ci trovavo le riviste con le donne in abiti discinti tipo scoop, eva3000.

    allora mi divertivo. poi si sn fatti più seri e ci trovo solo chi gente oggi e donna moderna

  40. ilpuntodimerda

    il ragazzo della mia coinquilina è dentista e assomiglia in modo impressionante a Orson il dentista assassino di Desperate Housewifes…per quello quando viene a casa noi le diciamo sempre…attenta al dentista assasssssinoooo.

    Comunque ho tanta paura del dentista che quando ci devo andare mi prende il mal di pancia da due giorni prima. E il fidanzato della mia amica mi fa paura.

  41. bellystar

    Nella sala d’attesa il mio dentista ha collocato strani soprammobili ‘artistici’ che ricordano strumenti di tortura…anche questa credo che sia una tecnica raffinata per mettere i pazienti a proprio agio.

  42. cmalox

    Il mio dentista non parla mai di denaro, per riscuotere ha l’assistente-segretaria-tuttofare che di solito scrive su un foglio volante il prezzo pieno (cioè con ricevuta) poi tira una riga sopra (taglio prezzo) e mi scrive di fianco lo “sconto”. – Veda lei – dice poi.

    Ponti d’oro a quella ragazza…

  43. personalitaconfusa

    Poveri dentisti, hanno ragione anche loro, con tutto quello che spendono in strumenti, corsi d’aggiornamento, affitto del locale, stipendi delle segretarie, barche a vela, ville in montagna…

  44. lofoten

    Non vedo l’ora di leggere:

    ELOGIO DEL CARDIOLOGO.

    ELOGIO DEL GINECOLOGO

    ELOGIO DEL’OTORINOLARINGOIATRA

    ELOGIO DEL RADIOLOGO

    ELOGIO DEL CHIRURGO MAXILLO-FACCIALE

    ELOGIO DELL’ORTOPEDICO

  45. utente anonimo

    Caro Perso, sono così persa che non mi basta più perdermi nel tuo mondo parallelo. ho bisogno di un rimbocco di realtà. non so dove trovarla…

    seguono parole cancellate (messaggio periodico, ripetuto)

    inthebottlewithoutsting (emmenomale!)

  46. diana-lista

    ma va.. a puntino capita!

    Mi pareva miracoloso ke si andasse a lavare i denti dopo ogni pasto… poi stasera la Rivelazione..”Oh merda mamma, mi sa proprio che mi fà male un dente…

    E la mente vaga a due anni fa, quando il carinissimo disse:

    “Signora, x due otturazioni in un principio di carie… sapesse se fossero state avanzate!!!!

    E il Mago, rideva capisci?

    Rideva dei miei 190 euro…..

    Va beh….

    i denti….

    SORRYdenti!!!!

    b.

    Da piangere davvero. o vacanzare in ungheria x un morso da cavallo porcellanato….

    …………b.

  47. diana-lista

    ma a quando la pubblicita AZcontrol sulla visita gratuita?????

    b.

  48. MirtillaTenta

    Io odio e ribadisco ODIO quando dentista e assistente acida (è sempre acida…) si mettono a discutere allegramente sul tempo e dei cazzi loro mentre tu sei lì con la bocca spalancata, i crampi alla mascella, innumerevoli ferri conficcati un po’ alla rinfusa e soprattutto quell’arnese infernale che aspira la saliva ma che se lasciato troppo a lungo fermo nello stesso posto inizia ad aspirare il midollo.

    Per non parlare di quand ti si avvicina col trapano maledetto, arriva ad un millimetro dal tuo povero dente insidiato dalla carie e mentre tu sei già totalmente proiettato nell’universo del dolore ecco che il bastardo si ritrae per aggiustarsi la mascherina, poi si riavvicina e di nuovo si blocca per chiede all’assistente(acida) di chiudere i vetri che c’è un’arietta…e tu sempre lì su quella poltrona che con la sua comodità sembra quasi prenderti per il culo…

    Questo per dire che io odio il dentista e questo tuo post me l’ha fatto ricordare…saluti!

  49. utente anonimo

    Lettera aperta di un ingegnere ad un dentista

    Invidio voi dentisti.

    Siete veramente capaci di proteggere la vostra categoria, a tutti i costi. Anche facendo leva sulla credenza che i migliori, i più preparati, siamo noi e tutto ciò che viene dai Paesi cosiddetti in via di sviluppo fa schifo. Noi ingegneri, caro Dottore, da anni, abbiamo dovuto abituarci alla concorrenza del cosiddetto "secondo mondo" e così abbiamo dovuto scoprire che un ingegnere indiano è preparato quanto (e forse più) di noi, ma costa il 10%, che tutta la complessità che credevamo di essere gli unici a saper gestire, in realtà è  appannaggio anche di altri… Così le grosse aziende hanno cominciato a produrre sempre più in India e Cina alla faccia degli ingegneri Italiani…Così abbiamo imparato che un software lo può realizzare anche lo "smanettone" di turno, che un impianto elettrico lo può certificare anche un Perito… e via dicendo. 

      

    Caro Dottore sono sicuro che nel suo studio avrà strumentazioni elettroniche. Bene, molto probabilmente i componenti provengono dalla Cina e il software dall'india. E così noi Ingegneri, da anni, ci siamo abituato a vedere i nostri margini di guadagno sempre più ridotti, ad avere sempre meno possibilità libero professionali e a veder svanire pian piano il sogno dello "studio Ing. Pinco Pallino", per riversarci sempre di più nelle aziende, nei grossi studi dove pochi emergono e molti "tirano la carretta"… tanti "Fantozzi Laureati"… e lo stesso sta avvenendo con le SRL dei Dentisti… Direttore Sanitario Dr. Tizio (che non si vede mai) e un sacco di giovani ragazzini appena laureati che sognavano di aprire lo studiolo (che non apriranno mai) e di girare in BMW…. che vedranno solo parcheggiata ogni tanto nel cortile della "Dental-xxxx SRL", di proprietà dell'amministratore delegato.

     

    E così, a oltre 40 anni, una laurea in ingegneria ed una formazione post laurea…. visto che non posso permettermi neanche lontanamente i 28mila euro dell'ultimo preventivo (tra i più economici) , per curarmi i denti, visto che la dentiera, sa, speravo di metterla da NONNO, anche io andrò nei paesi dell'est, probabilmente in Romania…. mi spiace se il risultato estetico sarà "improbabile e ridicolo": questo è quello che posso permettermi oggi e sa, rispetto ai miei vecchi compagni di università, sono tra quelli che stanno meglio: molti non si possono permettere nemmeno la Romania.

     

    Sperando che quello che tra le righe, si legge nel suo articolo, non sia altro che il tentativo di difendere, a tutti i costi, un privilegio di categoria che, mi spiace per voi, noi Ingegneri abbiamo perso ormai da 20 anni.

     

    Preparatevi. Pian piano ci state arrivando anche voi e ci arriverete: è il prezzo della Globalizzazione. E' uno schifo di mondo. Lo so. Ma le cose, oggi vanno così… Invidio voi dentisti. Siete veramente capaci di proteggere la vostra categoria, a tutti i costi. Anche facendo leva sulla credenza che i migliori, i più preparati, siamo noi e tutto ciò che viene dai Paesi cosiddetti in via di sviluppo fa schifo. Noi ingegneri, caro Dottore, da anni, abbiamo dovuto abituarci alla concorrenza del cosiddetto "secondo mondo" e così abbiamo dovuto scoprire che un ingegnere indiano è preparato quanto (e forse più) di noi, ma costa il 10%, che tutta la complessità che credevamo di essere gli unici a saper gestire, in realtà è  appannaggio anche di altri… Così le grosse aziende hanno cominciato a produrre sempre più in India e Cina alla faccia degli ingegneri Italiani…Così abbiamo imparato che un software lo può realizzare anche lo "smanettone" di turno, che un impianto elettrico lo può certificare anche un Perito… e via dicendo. 

      

    Caro Dottore sono sicuro che nel suo studio avrà strumentazioni elettroniche. Bene, molto probabilmente i componenti provengono dalla Cina e il software dall'india. E così noi Ingegneri, da anni, ci siamo abituato a vedere i nostri margini di guadagno sempre più ridotti, ad avere sempre meno possibilità libero professionali e a veder svanire pian piano il sogno dello "studio Ing. Pinco Pallino", per riversarci sempre di più nelle aziende, nei grossi studi dove pochi emergono e molti "tirano la carretta"… tanti "Fantozzi Laureati"… e lo stesso sta avvenendo con le SRL dei Dentisti… Direttore Sanitario Dr. Tizio (che non si vede mai) e un sacco di giovani ragazzini appena laureati che sognavano di aprire lo studiolo (che non apriranno mai) e di girare in BMW…. che vedranno solo parcheggiata ogni tanto nel cortile della "Dental-xxxx SRL", di proprietà dell'amministratore delegato.

     

     

    E così, a oltre 40 anni, una laurea in ingegneria ed una formazione post laurea…. visto che non posso permettermi neanche lontanamente i 28mila euro dell'ultimo preventivo (tra i più economici) , per curarmi i denti, visto che la dentiera, sa, speravo di metterla da NONNO, anche io andrò nei paesi dell'est, probabilmente in Romania…. mi spiace se il risultato estetico sarà "improbabile e ridicolo": questo è quello che posso permettermi oggi e sa, rispetto ai miei vecchi compagni di università, sono tra quelli che stanno meglio: molti non si possono permettere nemmeno la Romania.

     

    Sperando che quello che tra le righe, si legge nel suo articolo, non sia altro che il tentativo di difendere, a tutti i costi, un privilegio di categoria che, mi spiace per voi, noi Ingegneri abbiamo perso ormai da 20 anni.

     

    Preparatevi. Pian piano ci state arrivando anche voi e ci arriverete: è il prezzo della Globalizzazione. E' uno schifo di mondo. Lo so. Ma le cose, oggi vanno così… 

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *