FARMACIE CONTRO SUPERMERCATI

Messaggio per la farmacista del quartiere che tutte le volte che siam lì in fila si lancia nella solita invettiva per denunciare che (cito testualmente) “adesso anche i supermercati si metteranno a vendere le medicine bastardi che non sono altro, ci toccherà chiudere per colpa di questi supermercatacci del menga e io come lo pago il mutuo me lo volete dire dove andremo a finire di questo passo signori miei se pure quei pescecani (in realtà lei usa un termine più forte, ndr) dei supermercati si mettono a rubarmi i miei lo capite i miei clienti ingordi di aspirina? Me lo spiegate quali competenze ha una cretina di cassiera da supermercato per prescrivere una (urla come un’invasata e si strappa il camice dalla rabbia) aspirinaaaa???"

Ma cara la mia farmacista. Innanzitutto, si calmi. Si è calmata? Brava.
Ma anche lei, tutto bisogna spiegarle. Stia a sentire: i supermercati le rubano i clienti? E lei li rubi ai supermercati.
Gli renda la pariglia, santa donna.

Mi spiego meglio: oltre all’aspirina, cominci pure a vendere le zucchine. E il gorgonzola. E i biscotti del mulino bianco. Si metta lì con le sue cassette di melanzane e pomodori, e prepari il cesto coi guantini di plastica per sceglierli con mano. Vedrà che così qualche acquirente nuovo se lo fa pure lei. Già sento le voci per strada: “Vado un attimo dal farmacista a prendere i carciofi”.

E se qualcuno le dovesse chiedere spiegazioni, lei gli risponda chiaro e tondo: mi sto vendicando dei supermercati.

E faccia dei begli sconti, così la gente smetterà di andare a far la spesa alla Conad per venire da lei, che magari in questo modo mi diventa pure più ricca.
A quel punto saranno i supermercati stessi a chiederle scusa, a dirle “ok, signora, se lei smette di vendere i cavolfiori noi smettiamo di vendere le supposte e siamo pari e patta, amici come prima.”
Questo sì che è un metodo di lotta, cara lei. Mica romper le balle a noi avventori in coda con le sue catilinarie a vanvera. E andiamo, su.

63 Comments
  1. Superblu

    Ma su, poverini, si sono abituati male questi caxxo di farmacisti.

    Che poi magari non tutti tutti se la passano bene, ma per la maggior parte sono membri di una casta fin troppo protetta negli anni passati.

    Ora facciano gli imprenditori, come dici giustamente te, viva il libero mercato, ma libero sul serio!

  2. nessuno77

    c’è chi è abituato bene e tale vuole rimanere…

    in questo mondo di ladri….

  3. sebone

    … anche perchè, ad un certo punto, è meglio comprare le aspirine al supermercato, dove forse sono meno rompiballe della farmacista isterica e lamentosa…

    I clienti non si perdono se gli si fa stare a proprio agio….

  4. Disorder79

    La pasta dentifricia e lo shampoo a prezzo elevato (cit.) li vendono già. Chissà perchè le cretine di cassiere di supermercato non si lamentano del furto di clienti…

  5. lofoten

    Ma l’esenzione ticket vale per il minestrone tradizione findus?

    zia Lò che vuole una risposta che deve andare a far la spesa

  6. badgi

    Hai ragione §x°! Piu’ distributori automatici di preservativi! Mica possiamo stare a sentirci sta tiritera tutte le sante volte! 🙂

  7. utente anonimo

    il mio farmacista, è ancora più avanti.

    fa tagliandi agli scooter solo di una certa cilindrata,

    diagnosi complete su centraline elettroniche di auto sportive,

    prelievo dell’olio e liquidi raffreddanti, analisi computerizzate e responso immediato,

    ti passa da euro 2 a euro 4 in meno di mezz’ora,

    insomma si è spinto oltre le zucchine e i biscotti del mulino…

    jS

    pS: l’esorcista per il Tagged.com è arrivato. lo faccio procedere stop

    prepari cunei in frassino stop

    li vendono anche all’ikea reparto svago…

    jame

  8. utente anonimo

    9) cosi, mentre fai colazione con i biscotti del mulino o le briocheS integrali con i 22 cereali del campo del padre del farmacista, ti puoi provare la pressione…

    si potrebbero fare aperitivi happy auar dopo le 18 servendo sciroppi balsamici all’agave della polinesia,

    mangiare stuzzichini di tavor muschiato con spruzzatina di iodosan….

    vedo nuovi sviluppi…

    jS

  9. LORDMICS

    eheheheheheh

    bravo confuso è una buona teoria quella che dici tu che effettivamente hanno un pò sfracellato le balle i farmacisti che si lamentano sempre…

    comunque fossi un farmacisti mi aprirei anche una bella bisca clandestina dove si puntano le pastiglie o per chi ne ha bisogno il viagra che poi possono essere convertiti in euro…

  10. malessere

    Si si, è un’ottima idea, già mi vedo la racchiona del terzo piano chiedere al farmacista “Due cetrioli, ed una confezione di lubrificante intimo” :-)))))

    P.S. E’ arrivata un’altra mail di quegli stronzi di Taggedmail, ma non avevi risolto?

  11. utente anonimo

    hom comprato il tuo libro! storia personale del tuo futuro.. alla feltrinelli, ce n’era una copia sugli scaffali ma la tipa stava tirando di matto per cercarlo così l’ho dovuto ordinare…un casino guarda! ma ce l’ho fatta, molto carino complimenti.

    sei fidanzato? :DDD

  12. peppermint_nicole

    e la mia nonna che sono anni che quando sbarca sulle coste tunisine fa incetta di aspirina e la usa per tutto l’anno?

  13. utente anonimo

    15)

    reparto surgelati:

    4 compresse in padella finduSfarm

    garze tirate a mano ranamedical

    polpo alla luciana finduSfarm

    jS

  14. personalitaconfusa

    (ot)

    #17: ferma, non comprarlo. Quel libercolo non contiene nulla che tu non possa leggere gratis anche su questo sito: esso è stato stampato ad esclusivo uso e consumo di mia zia che non ha mai usato internet in vita sua e di quelli come lei. 🙂

    males. (#16): ps. cosa vuole che le dica, mi ero persino cancellato ma quelli continuano a spammare. Dovrò andare a Lourdes, o dai carabinieri.

  15. utente anonimo

    al lidl di lambrate, ogni 50 euro di spesa, ti rilasciano un buono per 2 persone per le terme sul lambro.

    son sconti

    jS

  16. Effe

    il problema è, una volta a casa, non confondere i carciofi con le supposte

  17. greenwich

    alle farmacie ci manca la carta fidaty. Allora sì che sarebbe un altro andare.

    Non mi hai aggiunto al blogroll. Per questo avrai notizie dai miei avvocati.

  18. utente anonimo

    La mia farmacia ha già due freezer dove vede prodotti freschi e surgelati per celiaci.

    Per non parlare degli omogeneizzati.

    E delle creme scioglipancia.

    In realtà hanno già reagito.

    Anzi avevano già strabordato.

    E ora fanno i coccodrilli.

    Porelli, me viè da piagne.

    (diamonddog)

  19. lofoten

    Io, farei partire subito una vendita promozionale di un libercolo dal titolo “Ricette del farmacista. Dal Potage knorr allo sciroppo Levotuss: cosa fare degli avanzi”.

    zia Lò dalla farmacia all’angolo

  20. utente anonimo

    mi conceda un commento figurato…

    ma sempre dallo stesso farmacista del commento 8, sta facendo modifiche a delle strumentazioni per renderle polivalenti.

    con lo stesso misurapressione, puoi gonfiare il gommone, la canoa, quel orribile divano gonfiabile..insomma sempre un passo avanti

  21. utente anonimo

    Questo cartellone che nel giugno scorso campeggiava su un muro di Milano pubblicizza una linea di prodotti per bambini. Al di là della marca specifica di questi prodotti, che non è immediatamente individuabile, il messaggio che passa è più generale: “In farmacia la qualità costa meno già dall’infanzia”. Comprando gli stessi prodotti per bebè sia al supermercato sia in farmacia si ha però la prova dell’esatto contrario: a meno di particolari offerte da parte delle farmacie, i supermercati convengono sempre. Per esempio, un pannolino di marca al supermercato costa in media 0,30 euro, contro gli 0,35 euro della farmacia, che applica un prezzo più elevato di oltre il 15%. Dunque il messaggio veritiero è quello opposto: in farmacia, già dall’infanzia, i prodotti costano di più.

    son dettagli

    jS

  22. sporealvento

    Wow

    Qua a Parigi siamo piuttosto all’opposto : un sacco di farmacie e niente dove comprarsi un qualcosina da mangiare…

    Casualità : ne ho fatto un post ieri !

    Sporalwind

  23. orsodingo

    allo stesso modo i benzinai potrebbero vendere i taxi, i taxi potrebbero vendere le compagnie aeree, le compagnie aeree potrebbero vendere le schede telefoniche, le schede telefoniche potrebbero vendere i supemercati, i supermercati ….. (oddio, abbattetemi)

  24. nonnoenio

    il problema è che i farmacisti continueranno a cambiare una macchina ogni sei mesi, i supermercati venderanno i prodotti da banco e gli utenti spenderanno sempre una bella fetta dello stipendio per le medicine, e vissero felici e scontenti.

  25. utente anonimo

    io sono laureata in farmacia, di farmacisti ne conosco tanti e non ce ne è uno, dico uno che se la passi male. sono contraria alla liberalizzazione del farmaco, non lo trovo etico, ma sono anche stufa di sentire questi miliardari lamentarsi. io una farmacia non ce l’ho, l’avessi….avrei anche una porsche, una barca a vela, una casa in riviera e una a cortina. fidatevi…

  26. utente anonimo

    Io liberalizzerei qualcos’altro… e al diavolo le aspirine, le porsche e le barche a vela!

    Fidatevi 😉

  27. diamonddog

    E soprattutto i farmacisti raramente cedono l’attività. Se la tramandano per generazioni. Questo dovrebbe essere già un segnale…..

  28. Dania78

    Ma se se la prende con i clienti nel suo negozio, poi non si può lamentare che scelgano di andare altrove! Avete mai sentito in un supermercato qualcuno che inveisca contro i farmacisti?

  29. utente anonimo

    No scusa ma i farmacisti fanno parte della categoria dei miliardari d’Italia. Di che si lamentano?!

    V.

  30. utente anonimo

    stamattina. il farmacista del commento 8, aveva delle zucchine freschissime e del riso a chicchi biologici.

    anche senza ricetta.

    accorra numeroso

    jS

  31. utente anonimo

    L’aglio abbassa la pressione. La purea di zucca è lassativa. Coi mirtilli migliora la vista. Una mela al giorno…Il problema è la febbre del sabato sera.

  32. Gnegnet

    il mio farmacista ha rifatto la farmacia nuova.Per mesi la gente non ci entrava più perchè sembrava un locale per aperitivi: quadri alle pareti,mattonelle mosaicate, tavoli di legno.

    E’ evidentemente impazzito.

  33. mariodesantiss

    io i cartelli di offerta tipo Auchan (prodoti civetta) li ho già visti nelle vetrine di un famracista: “VIVIN C – 30%”. giuro.

    e poi non rompessero i farmacisti

    a) per aver partecipato al generale innalzamnto dei prezzi di prodotti medici e per la salute in tuttiquesti anni

    b) vogliamo parlare del latte in polvere? chi ci ridarà il 50% in più di tutto quel che abbimo pagato per svezzare i pargoli?

    c) la farmacia è già un supermercato, deve il suo vero fatturato ai molti prodotti da banco,giocattoli,pappette, tisane,profumi,creme ecc.

    d) restituissero al volgo tute le tasse evase, come la stragrande maggioranza dei loro colleghi commercianti.

    Azz.basta che mi sale l’ink****ra e poi devo andare in farmacia a prendere una valeriana.

  34. utente anonimo

    ben venga la vendita dei farmaci ai supermercati se questi costano di meno. E’ ora di finirla con sti signori dei farmaci, abbassate anche voi i prezzi e non rompeteci i maroni.

    enio

  35. ABS

    Detto che la tachipirina del discount non so perché mi sembra più umana, m’ispira più fiducia, vorrei sapere, allora, che competenze hanno le farmaciste per vendere impunemente vibratori…

  36. lofoten

    Vado a comprare lo shampo per capelli secchi. Arrivo a casa e dud du dda dù sotto la doccia mi accorgo che lo shampo è per capelli grassi. Orrore. Qui in famiglia nessuno ha capelli grassi anzi, produciamo tutti, tonnellate di forfora. Il pomeriggio vado in farmacia per il cambio.

    io: Sera.

    farmacista: (muta perché intenta a sfustellare un farmaco).

    io: Scusi…stamattina mi avete dato un prodotto sbagliato.

    f: in che senso.

    io: Nel senso che io avevo chiesto uno shampo per capelli secchi e voi mi avete dato quello per capelli grassi.

    F: Evidentemente lei ha chiesto quello per capelli grassi.

    io: Ma no…lo ricordo benissimo…

    f: E la scatola dov’è?

    io: L’ho buttata perché…non conservo le scatole, ma se avessi immaginato che fosse stato un prodotto sbagliato non l’avrei gettata nella spazzatura (comincio ad avere difficoltà coi congiuntivi e sudo sotto le ascelle).

    f: Lei pretende che le cambiamo uno shampo senza la sua scatola? (è truccatissima e una ciocca mesciata le ricade sugli occhi dipinti col kajal chiusi a fessura).

    io: Ma…

    f: Lei è molto scortese e non abbiamo tempo da perdere (nel frattempo si è fatta una piccola coda di gente, c’è chi ridacchia e chi borbotta impaziente).

    io: Posso…

    f: Senta, ora basta mi ha stufato, lì sul banco ci sono i funghi in confezione se li prenda. No, non quelli, quegli altri un po’ scuri e rinsecchiti con la muffa. Ecco sì, quelli. C’è un supplemento da pagare.

    io: Cosaaa? (con voce tremante ed incredula).

    f: Lo sanno tutti che con la muffa si fa la penicillina. Metta qua dieci euro e vada via che mi ha stancato.

  37. personalitaconfusa

    Regà, qui cominciano ad arrivarmi le prime minacce di morte dall’Unione Farmacisti. Son cose.

  38. jame

    apri anche tu la tua farmacia:

    scopri in 24 comodi dvd come diventare il farmacista di zona.

    con il primo dvd, una confezione di shampoo per capelli con colesterolo riflessante.

    san de agostino

    jS

  39. lofoten

    Ma l’unione farmacisti è la Farmafrutta?

  40. lofoten

    I farmacisti italiani sono da sempre vicini alla cittadinanza e assicurano da sempre un servizio fondamentale, per questo oggi possono fare proposte concrete e precise per contribuire al cambiamento e al miglioramento dell’assistenza. Da oggi, dunque, più supposte e termometri al reparto ortofresco dei supermercati e che si dia il via alla raccolta punti pressione sanguigna.

    Non rompete col catalogo premi che ancora non sono arrivati.

    zia Lò

  41. utente anonimo

    porta anche tu l’esito del test sulla gravidanza.

    se positivo, riceverai oltre all’assegno statale di 1000 euri, una fornitura di frutta biologica per un anno.

    frutta coltivata dal farmacista in persona

    jS

  42. lofoten

    Js, non dia notizie false.

    Queste promozioni sono scadute da più di un mese.

  43. utente anonimo

    I farmacisti svolgono vari servizi sociali. Il mio ha messo le telecamere anche fuori e vede tutto, perfino dietro l’angolo. Dentro, maxischermi e mosaico ovunque. Con le rimanenze ci ha aperto una pizzeria fighetta.

    Purtroppo è tutto vero.

  44. utente anonimo

    52) è vero.

    questo, è il mese della prevenzione….

    jS

  45. Vanamonde

    Ehi, è quasi Pasqua!

    Mi aspetto un post con il ritorno dell’Uovo!

  46. utente anonimo

    Io in farmacia preferirei non dover mai comprare un cavolo…

  47. nonnoenio

    La farmacia è un supermercato oggigiorno e il supermercato sta diventando sempre più una farmacia. Sono contento della COOP e del servizio che mi offrono in campo farmaceutico e sopratutto dei prezzi. Ho detto a Belluzzi, quello che ha la farmacia per il corso, che forse non riuscirà più a cambiare la Porche una volta ogni sei mesi….. dovrà forse aspettare un paio d’anni.

  48. utente anonimo

    La Porche?

  49. utente anonimo

    SSSSSSSSS……

  50. utente anonimo

    Dai voleva dire le porche, al plurale.

    Perchè ogni farmacista che si rispetti di porche, ne ha sempre più di una.

  51. utente anonimo

    Basta con l’egemonia di questa casta medicamentosa.

    Potere al CONAD e alle erboristerie.

  52. pastina

    qui in America, le farmacie sono tipo dei supermercati. E i supermercati vendono anche farmaci da banco. E mi pare che campino tutti e due alla grandissima, sempre frequentatissimi, giorno e notte. Quello che c’e’ di buono qui e’ che se ti prescrivono un farmaco, ti danno le esatte dosi, cioe’ 10 pillole per 10 giorni. Non come in Italia, una scatola di 30 pillole per 10 giorni di terapia.

  53. utente anonimo

    Il mio farmacista si è rifiutato di aderire agli scioperi dei suoi colleghi dichiarando che avrebbe devoluto i guadagni di quei giorni in beneficenza.

    Voi non avete idea degli insulti che ha ricevuto anche per mezzo stampa dai farmacisti inferociti.

  54. utente anonimo

    comunque il mio farmacista a via Nazionale ha il frigorifero con le bibite e fidelizza i clienti con una carta-punti …

    mela

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *