LEZIONE D’IMMAGINE PROFESSIONALE

Ovvero come presentarsi, che so, a un colloquio, o a ignoti colleghi di un nuovo lavoro. Si sa: “la prima impressione è quella che conta”. E dunque: come vestirsi? E’ un bel problema. Di seguito, alcune possibili soluzioni al dilemma:

– Impeccabile –
Giacca pantalone grigio su camicina azzurrina con bottoni al colletto, cravatta regimentale imprestata dal babbo con disegni di simboli economici (€, $, %, ecc.). Scarpe nere lucidate in tinta con la cintura (tutto di proprietà paterna). Pedalini scuri di seta (li vendono anche all’oviesse) mi raccomando sopra il polpaccio . Occhiali da vista ma soltanto per darsi un tono, le lenti sono finte. Il dettaglio: su un lembo della giacca, pinzatura del cartellino della tintoria – al contrario di quanto si pensi, in questo caso il cartellino andrà ostentato: sarà quello della tintoria più alla moda in città.
Valigetta: prestata dal babbo, con all’interno un palmare, un portatile apple ultimo modello (tutto in prestito da amici ricchi), mazzetta con sei quotidiani internazionali, kit di cartoleria varia pronta all’occorrenza (non si sa mai, magari la perquisiscono).
Pregi: Pari uno che va a sposarsi, ma sei innappuntabile.
Difetti: un po’ troppo innappuntabile, a dire il vero: i nuovi colleghi ti prenderanno subito in odio e tra loro ti chiameranno “quello nuovo", "coso", "il pinguino”.

– Creativo sin dall’abbigliamento –
Il primo giorno, vestito di tutto punto da torero spagnolo, entrare sventolando un mantello rosso e urlando olè a tutti quelli che ti incontrano. Il secondo, da guerriero medievale (con armatura vera, gonfalone e spada). Il terzo in divisa da boxeur, a torso nudo. E così via.
Valigetta: nessuna, non sai come tenerla in mano.
Pregi: penseranno che sei un tipo davvero originale e fantasioso.
Difetti: difficile inventarsi ogni giorno qualcosa di diverso.

– Un filino informale (ma giusto un filo, eh)
Occhialoni da sole, tripla fila di orecchini ad anello, braccialetti indiani d’argento. Tatuaggi sparsi, fondamentale quello sull’avambraccio, molto vistoso. Felpa da ginnastica su maglietta viola con logo di gruppo punk giapponese inesistente. Jeans completamente stracciati anzi a brandelli che lasciano scoperte entrambe le ginocchia e parte di una chiappa. Il dettaglio: abbronzatura integrale. E ai piedi – c’è bisogno di dirlo? – infradito da piscina.
Valigetta anzi zaino con all’interno moleskine autografata da Chatwin in persona e un cellulare acceso (verrà spento durante il colloquio con aria di disgusto al primo trillo, senza nemmeno guardare chi fosse). Ipod con l’intera discografia mondiale dal 1890 a ieri sera.
Pregi: verrai licenziato subito ma avrai un sacco di musica da ascoltare.
Difetti: sembri un deficiente.

– Il giusto mix –
Conformista ma senza esagerare: una via di mezzo, ecco. Giacca ma con sotto solo la canottiera. Pantaloni di pitone rosso ma su scarpa inglese. Cravatta, sì, ma annodata in testa.
Valigetta: sacco di plastica del supermarket, ma griffato, che contiene penne stilografiche però scariche, un’agenda ma dell’anno scorso, un bel telefonino ma senza le pile.
Pregi: in questo modo non apparirai né sciatto né troppo elegante, e alla fine ispirerai simpatia, o almeno pietà.
Difetti: tua madre in lacrime ti impedirà di uscire di casa.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

45 Responses to

  1. loska dicono:

    sono indecisa fra “il finilo informale” e il mix. ma posso mettere degli stivali alti rotondi dal tacco inenarrabile? Non lo specifichi…

  2. rotondi? intendi i moon boot? allora sì.

  3. profondoblog dicono:

    adoro il tipo mix!!!!!

  4. utente anonimo dicono:

    Uhm… e per la versione femminile che mi dici?

    Feba

  5. mah, sostituisci il tailleur ai pantaloni e più o meno è lo stesso, dai. :)

  6. Effe dicono:

    e oggi è più facile, che nei lontani anni 90 si portava molto il nude look (e lì, a conservare da qualche parte cellulare, palmare e stilografiche eran proprio dolori, ahi)

  7. dottorTroy dicono:

    Adesso ho capito perchè i miei colleghi mi odiano!!!

  8. Non è mai troppo tardi. Domani, vai col costume da Zorro.

  9. Franfiorini dicono:

    oddio, ridevo leggendo il post.

  10. kontrasto dicono:

    a quanto pare il primo vince prepotentemente.

    io mi terrei gli insulti dei colleghi, pur di non far piangere la mamma..

  11. utente anonimo dicono:

    Questo monaco non farà gli abiti, ma la mia sarta è una suora.

    s.

  12. lofoten dicono:

    Quello nuovo dice sempre ” bravo, esatto” per compiacerti.

    Esempio:

    U.d.N. (uno di noi) “E’ che quando si è in pausa poi ti viene un abbiocco totale se mangi pesante che ci vogliono le bombe a mano per riaverti. Domani facciamo solo insalata, eh?”

    Q.N. (quello nuovo) “Bravo, esatto”.

  13. lofoten dicono:

    …e poi ha anche un look insignificante, ma così insignificante che mi viene difficile anche a descriverlo.

  14. utente anonimo dicono:

    oddio sto morendo!!!!!

    Ti denuncero’ per omicidio colposo: troppe risate!!!!

    paolaGi

  15. sense dicono:

    Sei troppo forteeeeeeeeeeee!!!!!!!

  16. indisposta dicono:

    Vedo che siamo sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda anche se io non un passo indietro.

    Son ancora al curriculum….non so decidermi se essere impeccabile, creativa, un filino informale o il giusto mix.

  17. medo dicono:

    Chi vuole 10 Euro?

  18. MAGDALENE600 dicono:

    Per una donna è più semplice: gli stili sono tre.

    Stile 1: “la convinta” tailleur nero impeccabile con pantalone attillato e camicetta bianca che fa monaca di Monza

    Stile 2: “la piccola fiammiferaia” gonna con stivale (brutti entrambi) e maglione sciatto

    Stile 3: “perchè io valgo” tutto attillato possibilmente con ombelico de fora (anche se in compagnia di rotoloni regina di ciccia)

  19. Tybald dicono:

    LA prima impressione è quella che conta, vero…ma accanto a tali modi di vestirsi dovevi accompagnarci il modo ci comportarsi…

    Sarebbe strano che il creativo si comportasse tutto da perfettino…o che l’impeccabile esordisse il colloquio con una scorreggia…

    o almeno credo…

  20. Nalkila dicono:

    Credo di essermi innamorata del giusto mix. Elegante ma non banale, ricercato ma non troppo… decisamente “fashion”.

    Mi fa pensare un po’ a Ben Stiller di Zoolander :P

    Mi puoi fissare un appuntamento così lo presento in famiglia e dopo la strage ci spartiamo l’eredità? :P

  21. #tYBALD: sarebbe strano ma, quanto all’esordio da Impeccabile di cui dici: vuoi mettere l'”effetto sorpresa”? Cmq l’aspetto sui comportamente merita di esser approfondito a parte, è vero)

    #nALKILA: ohibò, strage in famiglia? e che lavoro sarebbe? Contratto a progetto senza ritenuta d’acconto?

  22. utente anonimo dicono:

    Bello. Un pezzo impeccabile .

    (diamonddog)

  23. LaDistratta dicono:

    Se l’Impeccabile non ha la stessa taglia del suo babbo, sarà costretto a diventare Creativo

  24. lofoten dicono:

    A volte mi succede che leggo in fretta i tuoi post e capisco una cosa per un altra.

    zia Lò un po’ rinco

  25. utente anonimo dicono:

    Magdalene: mi è piaciuta :)

  26. lofoten dicono:

    Magdalene, ma nel tuo avatar c’è un’orgia?

  27. Curiosità: il look “Confu§o” com’è, com’è?

    P.S.

    “Coso”? “Pinguino”? Sarai mica uno spammone? E se non sai di cosa parlo, ancora c’è un barlume di speranza…

  28. IlaLuna84 dicono:

    #30: nessun look, mi presento nudo. Così evito errori di abbinamento, e in più risparmio.

    (che cos’è uno spammone?)

  29. galloz dicono:

    L'”un filino informale” mi ha fatto morire!! sei un grande! :D

  30. Nalkila dicono:

    Ma presentarsi nudo?

    Onde evitare critiche.

    Onda su Onda …

  31. mascia dicono:

    Decisamente senza ritenuta d’acconto, ma mi raccomando, voglio il meglio del guardaroba.

    Spacciati, decisamente spacciati.

  32. utente anonimo dicono:

    voglio assumere l’ultimo esemplare! già me lo vedo come megadirettore con sedia in pelle umana!

  33. Nudo, non avrai un po’ di freddo? Poi, sai com’è, con questo freddo rischi che il tuo pene possa ritirarsi.

    Il tipico effetto di pene “foppapedretti” dovuto al gelo.

  34. mariodesantiss dicono:

    dai, piano con le parole, che questo blog lo leggono anche dei bambini.

  35. lofoten dicono:

    Caro PerCo, anziche “un filino informale” io proporrei “un Filini informale”, che era il re dell’abbigliamento giusto al momento giusto. In memoriam.

  36. IYIarco dicono:

    Posso dire “culo”?

  37. utente anonimo dicono:

    infradito e camiciotto d’estate: il lavoro ideale

  38. ivyphoenix dicono:

    So che fai tutto per il mio pene…

    Galloz

  39. utente anonimo dicono:

    conviene scegliere creativo..

    è una tattica..

    appunto, si cambia ogni giorno e quindi anche in comportamenti no? a volte si è impeccabili come lord inglesi, altre volte volte ci si stravacca sulla sedia coi camperos sulla scrivania come i texani.. e si danno risposte adeguate, ossia imprevedibili.

    uhm ottita tattica l’imprevedibilità!

    creativo! voto creativo!

  40. Venerdi’ pomeriggio alla trasmissione Condor di RadioDue hanno mandato il tuo post… congratulazioni, Confuso!

  41. utente anonimo dicono:

    Son cose! :))

  42. Anonimo dicono:

    l’importante è rispondere propriamente alla domanda -che sai fare?

    :ballo canto e presento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *