Sullo smarrimento dei carrelli pieni al supermercato

Premessa: la scena si svolge al supermercato intorno alle ore 19, quando la corsia dei surgelati viene invasa da un esercito di orchi liberati dai recinti degli uffici. Ci sono pure io, in missione segreta scopo approvvigionamenti alimentari. Al termine della battaglia riesco a riempire di beni il carrello, ma prima di avviarmi in fila alla cassa, lo lascio solo per dieci secondi dieci incustodito e intanto mi reco in perlustrazione al reparto detersivi liquidi.

Torno, e il carrello non c’è più. Eppure era qui.
Era proprio qui, santodìo.

Insieme ad esso son scomparsi:
– i beni ivi contenuti
– la lista della spesa.

Cosa fare:
a) ricominciare la spesa daccapo (impresa pressoché impossibile: dovresti ricordare a memoria l’intera lista della spesa);
b) tuffarsi nudo sul banco del pesce fresco in segno di protesta;
c) partire alla ricerca del carrello perduto.

Clicco su c).

Per oltre un’ora mi aggiro tra i viali del supermercato facendomi faticosamente largo tra la folla impazzita: nessun risultato. Quando oramai mi sto rassegnando al destino avverso e penso già al ritorno a casa sconfitto e a mani vuoti, ecco che in fondo alla corsia delle minestre liofilizzate scorgo il mio carrello. Al volante, una signora di età tra i due e i trecento anni, palesemente ottenebrata.

Deve averlo scambiato per il suo.

Mi avvicino, la affronto:

– Signora, questo è il mio carrello.
– Ma si figuri, cosa dice, è mio.
– Bugiarda. Guardi, questa è la mia lista della spesa, e corrisponde esattamente alle merci contenute nel carrello. Lo vede? Avanti, mi renda il carrello.
– Giovanotto se ne vada o mi metto a urlare.

Breve collutazione, ma la vecchia non cede.

Occorre tentare una diversa tattica. Mi allontano, indosso un cappello a visiera sottratto al reparto Abbigliamento Uomo-Bambino e poi ritorno presentandomi in altra veste alla ladra di carrelli:

– Buongiorno sono il Direttore del Supermercato.
– Oh! Quale onore, buongiorno.
– Questo carrello è sotto sequestro.
– Come?
– C’è una bomba nel pacco dei Rigoli, ma stanno arrivando gli artificieri. Lasci il carrello.
– Non le credo.
– Mi lasci il carrello e non le verrà fatto alcun male.
– Lei non è il direttore del supermercato.
– Come no, guardi, ho il distintivo. [le mostro la patente di guida, confidando nella sua poca lucidità]
– Quella è una patente.

Altra collutazione, poi la ritirata. Quindi un nuovo tentativo.

– Signora buongiorno, se non mi consegnate subito questo carrello, voi morrete.
– Morrò?
– Sì. E accadrà qui. Adesso.
– Chi siete, buonuomo?
– Son la Morte, signora.
– Ohibò, non ne avete l’aspetto. Vi facevo pallido, nerovestito e armato di attrezzi da giardino atti al taglio del granturco.
– Se andassi in giro così conciato, signora mia, temo che mi riconoscerebbero per strada e mi chiederebbero l’autografo. Ed io, si sa, son persona riservata.
– E in cambio della mia vita volete soltanto un carrello della spesa?
– Esso mi appartiene.
Non possumus, se debbo scegliere tra carrello e sonno eterno, opto per il secondo.
– Ora basta! Datemi il carrello!
– Vi riconosco, voi non siete la Morte ma il drogato di prima, quello che si traveste da direttore del supermercato.

Ci azzuffiamo per terra: intorno a noi le massaie in cerchio osservano la lotta e tifano per la vegliarda. Un macellaio dai bicipiti tatuati di svastiche salta il banco delle carni e accorre a darle manforte brandendo una mannaia.
Implorio un armistizio. Che almeno mi sia restituita la lista della spesa.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

75 Responses to Sullo smarrimento dei carrelli pieni al supermercato

  1. utente anonimo dicono:

    i ladri di carrelli sono la razza peggiore!

    una volta ne ho incontrato uno. ma è riuscito a sfuggirmi proprio mentre stavo andando con rassegnazione a prendere un carrello nuovo :

    unico consiglio..tenersi la lista della spesa sempre in tasca!!

    toby

  2. sifossifoco dicono:

    Avresti potuto ascoltare con gentilezza di nipotini e cognatine malefiche, offrendoti di spingerle il carrello. Farle pagare il conto alla cassa e poi dileguarti con una spesa di surgelati gratuita appena fuori.

  3. bigtime dicono:

    Ah, non ci sono più le vecchiette di una volta!!

  4. Karuna dicono:

    Almeno non era la vecchietta di Madagascar!

  5. _Maxime_ dicono:

    La vecchietta malefica ne sa una più del Confuso. Ma le sue fragili gambe avrebbero resistito se tu l’avessi investita con un altro carrello?

  6. utente anonimo dicono:

    Guerra Civile…

    d.

  7. Deeproad dicono:

    Una volta una vecchietta al supermercato ha voluto a tutti i costi portarmi a casa sua, sostenendo di avermi regolarmente acquistato alla cassa. Alla fine ho dovuto seguirla, perchè effettivamente nello scontrino risultavo. Ora vivo con lei.

  8. utente anonimo dicono:

    scusami P.C. non per farmi i fatti tuoi..ma cosa mangi prima di anadre a letto?

    giuiss

  9. xun dicono:

    comequellavoltacheescodalnegoziodiRuspanteedellesuelampadinediNatale scontroundalmatabeffardochecercadisaltarmiaddosso arretropiendiscanto inciampoinunabiciclettabiancaerosacheZenithsichiamava CADO

    larugosamisiavvicina stidrocati sentenzia siallontana asciugoilsanguedalpalmodellamanomia mavamorìammazzataseDiononfaintempoprima

  10. utente anonimo dicono:

    A Tripoli niente carrelli, la spesa te la portano fino alla macchina, se sei donna sempre, se sei uomo solo se spendi un patrimonio, tiè!

    Lo so, son cose

    Molestine

  11. DevilsTrainers dicono:

    povero pc…

    hai letto le Intermittenze della morte, di Saramago?

    :-)

  12. Lutherbell dicono:

    Episodio cafchiano, Pertz.

    La vecchia è stata soggetto di metamorfosi a posteriori?

    E ad anteriori?

    Se è stata risucchiata da una cornetta telefonica era Trinity senza trucco senza dubbio.

    Non vorrei ma d’altronde citare Romero è d’obbligo.

    Il supermercato è luogo di scontro sociale.

    Baudelaireianamente parlando.

    Omaggi.

    …..

  13. IlaLuna84 dicono:

    buahahahaahahaha!

    Spassosissimo, questo post! Complimenti, confuso! :)

  14. riotinmymind dicono:

    se hai una personalità confusa…certo che ti succedono queste cose…eh!

    se vai al reparto dei detersivi, ma perchè non te lo porti dietro il carrello? comunque domenica andrò da ikea… tragedia, già lo so!

  15. kj dicono:

    ahihai Confy, cosa non faresti per riavere le 500lire del carrello (leggi anche moneta da 2€)

    ^^

  16. utente anonimo dicono:

    Hehe molto carino questo post!

  17. laprofepuntoit dicono:

    Ho taciuto finora, ma adesso basta, devo parlare: sei bravissimo.

  18. utente anonimo dicono:

    Ahahahahah… mi è proprio piaciuto questo racconto di vita quotidiana.. è si xchè a me succede moooolto spesso!! Innamorati della mia spesa!?

    cri

  19. pallottolina dicono:

    giò che ci sei comprami le uova e un cespuglio di lattuga.grazie :-)

  20. ale1982 dicono:

    Io l’avrei aspettata fuori almeno mi sarei portato a casa la spesa gratis!ALE

  21. catepol dicono:

    concordo col #22…si aspetta fuori che la vecchina esca con la tua spesa a cui magari ha aggiunto anche del suo..la si segue e al primo angolo utile una botta in testa e via con la tua spesa e la sua…in un attacco di buonismo potresti lasciarle la sua di spesa …che ne so il prodotot per la dentiera o i pannoloni….oppure porti tutto e rivendi in nero…a vecchine estreme…estremi rimedi no?

  22. palladipelo dicono:

    HA!HA!HA!HA!

    I vecchi-infingardi al supermercato sono veramente peggio di un film di Dari Argento… GUAI ad avvicinarsi al banco di frutta e verdura se anche uno di loro è nei paraggi….. GUAI!

  23. kush13 dicono:

    lo dicevo fin dall’inizio che era meglio il tuffo sul banco pesce

  24. latrottolyna dicono:

    a me solitamente fregano il cestino… e così mi vedi girare con una piramide di prodotti in mano.. in cima, si sa, le uova.

  25. utente anonimo dicono:

    oddio ma se ti trovi ad un mercato all’aperto non oso immaginare cosa ti possa accadere! :-)

  26. utente anonimo dicono:

    mi chiedevo ma oltre la personalita cos’altro hai di confuso?

    proseguendo sul discorso del mercato, che ho commentato pocanzi, se ti trovassi a bari pregherei per te!:-)

    cinzia

  27. p3t3rpan dicono:

    più che un post, una sceneggiatura alla Monthy Python: sublime.

    te lo zotto.

    :)

    PS: mi complimento. vedo che la crisi è stata rapidamente e definitivamente superata. buon per te, e anche per noi.

  28. utente anonimo dicono:

    Oddio son piegato dal ridere… eppure mi sovviene l’immagine della vecchietta imperterrita !!!

    applausi!!

    :-D

    Diego

  29. utente anonimo dicono:

    xerso, è il caso che inizi a fare la spesa on line. lì il carrello non te lo ferga nessuno… al massimo ti clonano la carta di credito ;-)

    bandini

  30. diamonds dicono:

    i centri commerciali stanno diventando sempre di più la Location adatta a irreali storie tra il macabro e il brillante(cfr anche: http://malinverno.splinder.com/post/6629910 )

  31. Occhio Confuso, che i vecchietti, spesso, dispongono di un’ arma segretaù: con la scusa che abbassa loro la pressione, ingeriscono quantità sconcertanti di aglio. Poi, contando sul fattore sorpresa, ti alitano in faccia e l’arma, da segreta che era, diventa di distruzione di massa!

  32. stone dicono:

    Ahahah…gran bel post.

  33. PabloOffline dicono:

    voi scherzate, ma il furto di carrello all’esselunga sta diventando una vera e propria emergenza sociale…..

  34. utente anonimo dicono:

    Sono off-topic, ma avete visto questo video sul nostro Primo Ministro??

    Enjoy

    G.

  35. utente anonimo dicono:

    essendo nuova di qui vorrei sapere una cosa, ma il proprietario del blog è spesso latitante?:-)

  36. dedetta66 dicono:

    Potrebbe essere un ottimo spunto per la stesura di un divertente “atto unico”…
    Pensaci…
    Complimenti vivissimi!
    Ciao
    dedetta

    …la prox volta che lasci il carrello incustodito legalo da qualche parte con una catena per bici…

  37. Psicovirginio dicono:

    Io ne ho uccisa una martedì.

  38. shatzyshell dicono:

    Ma perchè in molti Le dicono che è confuso??!!!

  39. sciroccata dicono:

    è il mio incubo, che mi fottano il carrello dopo tanto aver faticato.

    mettici una microspia.

  40. Seamus73 dicono:

    ho un rimedio facile… ci si attacca una cordicella alle palle da una parte ed al carrello dall’altra… fa un pò male ma sei sicuro di poter dimostrare la “paternità” dell’oggetto…

    …oppure si va al supermercato armati di m60 e si spara direttamente alle vecchiette all’entrata…

  41. Franfiorini dicono:

    è per quello che mi faccio venire un bicipite tanto ma uso i cestini giallini dell’esselunga. Altro che carrello! (anche perchè difficilmente ho due euro spicci…)

  42. utente anonimo dicono:

    Sfottete,sfottete….tanto,prima o poi,vi prenderò tutti!

    Dr. Alzeimer

  43. glencoe dicono:

    divertentissimo ho riso fino alle lacrime…..questo e’ un buon inizio per leggere tutto quello che hai scritto…

  44. orsodingo dicono:

    la prossima volta attendi che si distragga un attimo poi riempile il carrello di confezioni di preservativi, minitanga leopardati e edizioni illustrate del kamasutra.

    Poi goditi lo spettacolo della faccia della cassiera.

  45. Effe dicono:

    scusate se lo dico da me, ma l’idea è rivoluzionaria: perché far perdere tempo ai clienti, costringendoli a girare con il carrello da riempire camminando per chilometri nelle corsie?

    SI dispongano, invece, in fila ordinata e in bella vista, carrelli già riempiti con una spesa-tipo.

    Ci sarà la spesa-single, quella monoreddito, quella famiglia-allargata, quella pranzo-di-natale, quella stasera-gli-faccio-le-cozze-che-sono-afrodisiache.

    Ognuo va, e sceglie il carrello che più si avvicina alle sue esigenze.

    Vado subito a brevettare il progetto

  46. utente anonimo dicono:

    ma sta scaricando ancora la spesa?:-)

    cinzia

  47. Lutherbell dicono:

    A una mia amica è successo lo stesso in un Ipersexyshop.

    Uguale.

    …..

  48. batblackonga dicono:

    splendido! bravo!

  49. utente anonimo dicono:

    Grande! Ciao personalità confusa. Mi piace molto il tuo modo di vedere le cose. Hai un punto di vista che mi piace davvero. Un saluto da Byron. http://www.byroncorner.splinder.com

  50. cptuncino dicono:

    mwahahahahahahahhahahhahah

    oh mi scusi….

    mwahahahahahahahahhahah…non ce la faccio!!!

    mwahahahahahahaha

  51. rieccomi, e grazie a tutti anche se sinceramente questo, per la verità, sarebbe un post drammatico, mi auguro si sia capito)

    (#40: per via del nickname, spero.)

    (#28: le idee.)

    (#10: pane e cipolle.)

  52. [off topic] #37: no, è che ancora una volta sono stato rapito dagli alieni per qualche giorno: ora mi hanno liberato ma prima di farlo mi hanno voluto portare a cena in un ristorante abruzzese. Ora faccio un salto al supermarket, cmq torno subito. son cose.

  53. utente anonimo dicono:

    quella cavalla li, non è la stessa più

  54. spad dicono:

    ma non fai la spesa da Blockbuster?

  55. No, costa troppo caro.

  56. utente anonimo dicono:

    Clicca il pomodoro!

  57. utente anonimo dicono:

    vai di nuovo a fare la spesa, mamma mia! penso allora che ti risentiremo nel 2020;-)salutami gli alieni se li rivedi…

    cinzia, post 37 come al supermercato!

  58. PiccoloKin dicono:

    Tutto e’ capitato perche’ non hai cliccato su:

    b)tuffarsi nudo sul banco del pesce fresco in segno di protesta.

    Funziona sempre.

  59. utente anonimo dicono:

    Ma

    anche la scatola di preservativi era sua?

    Zaren

  60. Marcellus dicono:

    Dovevi travestirti da Stefania Nobile:

    “Signora, le auguro tutto il peggio possibile signora! Signora lei non mi da questo carrello signora? Signora sono cazzi suoi signora!”

    La signora avrebbe mollato tutto, ti avrebbe firmato un assegno, si sarebbe tenuta solo il sale per scioglierlo in acqua.

    E poi così travestito avresti avuto anche un futuro come pornostar…

  61. utente anonimo dicono:

    mi chiedevo oltre alla tua personalità anche il tuo volto è confuso???

    forse la domanda ti è già stata fatta?:-)

    cinzia

  62. loxmetender dicono:

    personalmente lo trovo uno dei tuoi post migliori

  63. utente anonimo dicono:

    sei tornato dalla spesa? chi hai incontrato oggi?o da chi sei stato rapito?

    cinzia

  64. utente anonimo dicono:

    è inutile che fai il modesto sei tra i blog più frequentati

  65. utente anonimo dicono:

    uffa uffa uffa, mio perso; eddai, la stai facendo facile (commenti entusiastici comunque, compreso il mio) ma scusa, non t’annoi degli encomi -sono curiosa davvero, vorrei capire il limite, se c’è- ti senti meglio, al mattino o a notte fonda, quando c’è sulla posta chi ti gloria? è una domanda scema, ovvio che sì.

    però questo non ti fa pensare anche a quello che succede ovunque? insomma, la vera domanda è questa, ed è una domanda vera:sei portato a pensare il meglio di chi ti scrive perchè tu gli piaci -dio, è difficile non essere offensiva per l’una o l’altra parte, ma ci provo: ecco, non ce la faccio, troppo salina rosso

  66. bimodale dicono:

    io non ho letto il tuo post!

    tu hai mai letto un mio post?

  67. bimodale dicono:

    ho letto il post! e non riesco a capire come c…. hai fatto a fare tutta ‘sta stada! complimenti!

  68. utente anonimo dicono:

    Collutazione = colluttazione

  69. WallyWest dicono:

    A spulciare tra i “preferiti” della Fran si trovano autentiche chicche.

    Bel blog (anzi: ‘sglaps’), complimenti!

    :)

  70. utente anonimo dicono:

    L’ultima volta che ti visitai, eri stato licenziato. Sono contenta che tu abbia un nuovo lavoro. Ciao confusion, alla prossima…purtroppo ti leggo poco, anzi….per niente, ma un senza lavoro mi preoccupa sempre parecchio. Son contenta! Ciao beo.

    Teresina

  71. CavallaGolosa dicono:

    Questo blog mi provoca eccitamento sessuale.

  72. utente anonimo dicono:

    Muta leggo i tuoi post ma adesso devo parlare anch’io!!!!

    sto ridendo con le lacrimeeeeeeeee

    vuoi diventare il mio migliore amico???????

    nadiù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *