Mese: Giugno 2004

Oh mamma

(Da un’idea di lui). E quando sei lì, sull’autobus. Lo hai preso in tutta fretta, di corsa. E non hai il biglietto, un po’ come quando eri adolescente. Tanto cosa vuoi che succeda, per una volta. Ma dopo un paio di fermate, dal finestrino vedi salire i controllori. Tre uomini malvagi e blu, armati di borsello e in divisa con tanto di berretto a visiera e giacca dalle mostrine dell’azienda tramviaria. Ognuno di loro sale da una porta diversa, in modo che tu non possa scappare. Oh mamma… E quando esci a tarda notte da una casa altrui, poco conosciuta, una casa…

Nella lavastoviglie

Se fossimo nel mondo della Pimpa i cani sarebbero a pois rossi e parlerebbero. Tutti gli animali parlerebbero, e anche i fiori. Sarebbero molto buoni, cortesi e ciarlieri. Gli oggetti avrebbero gli occhietti e la bocca, e parlerebbero anche loro. A questo pensavo infilando nel cestello della lavastoviglie le posate unte di sugo, quando all’improvviso le forchette hanno cominciato a lamentarsi: – “Ti prego non ci lasciare qui dentro, è terribile!” – “Ossignore, voi dunque voi parlate?” – “Per favore, tu non hai idea di cosa significhi trascorrere 110 minuti qui dentro con tutta quell’acqua rovente a ondate, e quella puzza di…