Cose che capitano

Incontrare per caso la fidanzatina del liceo dopo dopo tanto, tanto tempo.
Credevi fosse rimasta cristallizzata nei suoi sedici anni e nella tua fantasia del ricordo.
E invece all’improvviso è proprio lì.
Arrossisce e sorride.
E spinge la carrozzina con dentro un neonato.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

32 Responses to Cose che capitano

  1. freinkie dicono:

    AHH!!! E’ capitato pure a me due giorni fa, ho pensato: poverina!
    I miei amici cominciano a sposarsi e metter su famiglia, niente di male.. per loro dico… pero’ gli sconsiglio di invitarmi alla festa dei 18 anni delle loro figlie…

  2. plug1nbaby dicono:

    quanto sei romantico…

  3. gintoxic dicono:

    consolati.. poi peggiora.
    Poi le trovi disperate e divorziate..e allora li si che sono grane ;)

  4. BubbleHouse dicono:

    perchè è arrossita? forse anche lei si ricordava la tua prestanza dei 16 anni? :-) chissà cosa ha pensato lei?

  5. tt dicono:

    peynetinthecity

  6. utente anonimo dicono:

    ecco, succede anche a me, ma al femminile e poi c’è in giro questo strano morbo, hai fatto caso? sono tutte incinte! mi sa che è come l’influenza! bisogna stare attenti!

    frank

  7. plug1nbaby dicono:

    Anonimo, ma fammi il piacere… guarda che non si rimane mica incinta da sola eh?
    GINTOXIC: forse volevi dire divorziate e SOLLEVATE…

  8. spad dicono:

    personalitasospetta, e’ figlio tuo..

  9. utente anonimo dicono:

    Fa la baby sitter.
    C.

  10. manca solo lei signor confuso…

  11. whathefuck dicono:

    un incubo, signor Confuso.

  12. thegatta dicono:

    i miei ex chiamano le loro figlie come me. che sia grave? mo ti linko

  13. Lilith666 dicono:

    Deve essere figa come cosa xò… poi…dipende dai punti di vista ;)

  14. angelocesare dicono:

    L’hai riconosciuta!…. e questo non è poco.

  15. lantanomai dicono:

    Ma cos’è? La nuova pubblicità della Mastercard del tipo che suona la tromba?

  16. utente anonimo dicono:

    Si chiama evoluzione :)

    Ci crediamo tutti fighi, tutti convinti (me compresa) che fermarsi e fare altro, dare la precedenza a sé stessi ora piuttosto che inserirsi in una prospettiva evolutiva volta al poi sia la cosa giusta da fare.

    Pero’ nella gran parte dei casi è solo codardia, incapacità di accettare la biologia di base.

    Io non ho figli, ne’ ne vorrei, pero’ non mi sento migliore di chi ha avuto il coraggio (o l’incoscienza) di mettersi in gioco in modo diverso.

    no? :)

  17. utente anonimo dicono:

    successo pure a me, con un mio ex. però lui non sorrideva affatto. anzi.

  18. mayoral dicono:

    ecco, bene! lasciamole tutte li cristallizzate nel ricordo

  19. utente anonimo dicono:

    Un paio di mesi fa chiama dai miei la mia amica del cuore, quasi sorella dei primi tredici anni di vita cercando di me. Sono otto anni che non ci sentiamo. Mia madre risponde: “Ma pensa che bello, è proprio qui con il suo bambino”. Che, ndr, stava urlando il suo intero mese di vita perché il ristorante non aveva ancora servito in tavola.
    Non so se le siano venuti i brividi freddi o caldi, ma siamo tornate a parlarci ed è una cosa straordinaria che mi rende felice. E.

  20. utente anonimo dicono:

    Immagine disperatamente dolce…

  21. gilgamesh dicono:

    Io dedico questa canzone
    ad ogni donna pensata come amore
    in un attimo di libertà
    a quella conosciuta appena
    non c’era tempo e valeva la pena

    di perderci un secolo in più
    A quella quasi da immaginare
    tanto di fretta l’hai vista passare
    dal balcone a un segreto più in là
    e ti piace ricordarne il sorriso
    che non ti ha fatto e che tu le hai deciso
    in un vuoto di felicità

    Alla compagna di viaggio

    i suoi occhi il più bel paesaggio
    fan sembrare più corto il cammino
    e magari sei l’unico a capirla
    e la fai scendere senza seguirla
    senza averle sfiorato la mano

    A quelle che sono già prese
    e che vivendo delle ore deluse
    con un uomo ormai troppo cambiato

    ti hanno lasciato, inutile pazzia
    vedere il fondo della malinconia
    di un avvenire disperato

    Immagini care per qualche istante
    sarete presto una folla distante
    scavalcate da un ricordo più vicino
    per poco che la felicità ritorni
    è molto raro che ci si ricordi

    degli episodi del cammino

    Ma se la vita smette di aiutarti
    è più difficile dimenticarti
    di quelle felicità intraviste
    dei baci che non si è osato dare
    delle occasioni lasciate ad aspettare
    degli occhi mai più rivisti

    Allora nei momenti di solitudine

    quando il rimpianto diventa abitudine,
    una maniera di viversi insieme,
    si piangono le labbra assenti
    di tutte le belle passanti
    che non siamo riusciti a trattenere.

    Le Passanti

    Inoltre baci,

  22. neparliamoacena dicono:

    Scusa, ho sbagliato post (col commento di prima).
    Qui vorrei solo dire che ti capisco… L’altro sabato ho incontrato il mio grande e tormentato amore del liceo. Anche lui spingeva una carrozzina. Dentro c’era proprio il suo piccino di 40 giorni…
    Son momenti difficili…

  23. laaly dicono:

    sono quei momenti dove vorrei sprofondare.

  24. kiarablog dicono:

    chissà perché quando incontro i miei ex invece di sorridere gli tirerei cmq una scarpa in faccia. Magari non se la meritano, ma per prevenzione….

  25. giusto. senza lasciargli aprir bocca, senza salutarli, una sberla. non si sa mai.

  26. utente anonimo dicono:

    a me fa piacere, soprattutto perché all’epoca si sentivano tutte un po’ speciali (o così le vedevo io) ed invece poi me le vedo lì davanti come delle banalissime signore, tipo mia madre o mia zia, e me le immagino che parlano di pannolini e detersivi…ben gli sta!

  27. opheliamillais dicono:

    E’ terribile, è La Decadenza.

  28. utente anonimo dicono:

    Mmmh, mi sa tanto di canzone degli 883.

Rispondi a utente anonimo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *