Colluttazione con la Dark Lady alla Milanese

E all’improvviso, quando meno te lo aspetti, tra la folla appare la silhouette della Dark Lady alla Milanese. Solca le onde dell’esistenza con la sicumera di uno yacht in mezzo ai pescherecci. Nelle strade, davanti a una vetrina, o in coda all’ufficio postale, sull’Intercity o dal panettiere, sembra uscita da un film di fantascienza.

Tacchi di venti centimetri che le alzano tutto e le danno il passo marziale da gerarca nazista femmina. Non si può dire che sia bella: è appariscente, ecco. Cattura l’attenzione.

Al suo passaggio gli uomini si voltano, le donne mormorano che è pazza, ma lei lo sa, con il suo incedere imperiale, e più che passeggiare sfila sulla passerella della vita, sempre sola, sola e fiera. E cattivissima, feroce, sterminatrice di nemici.

Alla maggior parte dei mortali è impossibile incrociare lo sguardo della Dark Lady alla Milanese. In primis, perché lei, di giorno, non osserva mai gli altri esseri umani: è lei ad essere osservata. In secundis perché indossa occhiali da sole neri, sempre, anche quando piove, anche al cinema, in casa.

Chissà che vita fa, chissà se ci crede. Me la immagino la mattina, in pigiama, quando in cucina fuma la prima sigaretta dopo il caffé corto, e pensosa si prepara a una nuova giornata del suo eterno defilé.

Insomma, siamo lì nella corsia dei surgelati del supermercato, io e lei, ieri sera, lei in uniforme da SS, io rimbambito dai pensieri non la vedo e la investo col carrello della spesa. Lei ruota sul tacco, sbanda, oscilla, infine cade al suolo col sedere. Ommadonna.
Qualcuno ride.

Ecco, penso io, adesso lei estrae dalla borsetta la Luger, me la punta alla nuca e senza dire una parola mi giustizia qui, davanti a tutti, in mezzo ai banchi della spesa.
E invece non le viene nulla. Mi fissa dietro le lenti scure, furiosa, ma tace. E va via.

 

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

74 Responses to Colluttazione con la Dark Lady alla Milanese

  1. utente anonimo dicono:

    eh magari tu fossi un drogato. almeno avrei qualcosa da chiederti.

  2. sphera dicono:

    Adesso sa cosa fare, nei momenti di noia al supermercato. Lo carichi di cose pesanti il carrello, mi raccomando.

  3. jorma dicono:

    Rischiavi di essere freddato tra i surgelati….

  4. e tumulato nella vasca frigo, come i tranci di spada.

  5. badgi dicono:

    T’ha riconosciuto subito pero’….. :)
    Le hai chiesto una monetina almeno?

  6. no, si è rialzata e se ne è andata senza nemmeno salutare.

  7. AdRiX dicono:

    Ho intenzione di ripetere l’esperimento con la Confezionata Catanese (è meno dark della milanese, ma anche meno segaligna), così possiamo confrontare le reazioni.

  8. utente anonimo dicono:

    Avrei dovuto freddarti tra i surgelati…..

  9. La versione romana prevede invece:
    1)capello color miele e colpi di sole rigorosamente tenuti da cerchietto tartarugato (o comunque in tono con i colpi di sole). Comunque rigorosamenti in versione lisci e che arrivano alle spalle
    2)abbigliamento tono su tono (il tono è beige-camello chiaro)
    3)rughe sottilissime e disposte con grazia sul viso, abbronzato ma non eccessivamente (diciamo in tono con le nuances dell’abbigliamento)
    Generalmente la si può trovare con 3-4 pacchi di noti stilisti (chanel in testa, a seguire Hermes e nota profumeria)

  10. jorma dicono:

    A noi due, gringa, ti aspetto al reparto acque minerali.

  11. Apathos dicono:

    A me è capitato,con la Darklady Romana.Arrivo di corsa per prendere il treno in partenza,salgo sul vagone in extremis e mi incollo Darklady che stazionava sulle scalette in attesa degli eventi.Non cade,ma lesi sfila il feticcio:la SCARPACOLTACCOASPILLO!Sacrilegio,ma si limita ad un sorrisetto e a dire “non fa nulla,non si preoccupi”,tenendosi le imprecazioni che le trabordavano dagli occhi per se.Una vera Signora,m’ha quasi commosso.

  12. utente anonimo dicono:

    A proposito,Personalità Confusa:se non sbaglio sei un fumatore.Ti senti frustrato dalla propaganda ministeriale che ti ghettizza?Sogni di fumare liberamente senza dover sentirti dare del tossico?Non te ne frega un cazzo ma vuoi farmi contento lo stesso?Aderisci alla campanga Fuck Sirchia!,Clicca qui!

  13. koshka dicono:

    Giro giro ma di post sagaci come i tuoi in giro proprio non ce ne sono. Se non ci fossi bisognerebbe inventarti. Sei grande!

  14. utente anonimo dicono:

    ma queste non sono darklady ;-)! sono poverette! io pure sembro cattiva ma solo perché sono timida… e poi tanto… ne resterà soltanto uno!!!! There’s no time for us…. sei sempre er mejo!

  15. Effe dicono:

    Personalità, però devi ammettere che ti ha riconosciuto subito…8-)))) (battutaccia d’obbligom na che non vuole assolutament eessere offensiva)…
    Gaspare

  16. Effe dicono:

    Indelicati. Prendere in giro per gli occhiali scuri una non-vedente.

  17. utente anonimo dicono:

    Ah: e comunque, la Soncini non è degna di temperarle le matite, egregio Personalità “Re dell’elzeviro” Confusa. Lo dica, a quelli di Galassia Gutemberg

  18. utente anonimo dicono:

    ma come si è permessa di darti del drogato… no dico… non è che hai tentato di impanarla per renderla più “alla milanese”? :-D

  19. … Sarà difficile prendermi sul serio domani mattina. Fino a ieri l’altro lavoravo in un call center e sapevo chi ero. Uno psicopatico e riduce in brandelli la mia vita. La cambio, ispirandomi a Matrix 1,2 e 3.E ora il medesimo soggetto mi chiama Darklady alla milanese, con un rimando automatico per associazione di idee alla ben nota cotoletta.
    Dimmi, o confuso, come mi vuoi….

  20. utente anonimo dicono:

    adoro le dark lady alla milanese, meglio alla griglia. ciao

  21. utente anonimo dicono:

    …o impanate.

  22. utente anonimo dicono:

    Cazzarola lo sapevo che ieri sera dovevo andarci all’SLUNGA!!! Oltretutto il reparto surgelati è il mio preferone!!!!!!!!!!! Avrei assistito alla scena. Brutto vizio la spesa di sabato pomeriggio.

  23. Ale0000 dicono:

    “Oddiosignorasefattamalemiscusimiscusimiscus…”
    graficamente fantastico. però, Xc°nfù, dà retta… la sogliola infarinala! meglio alla mugnaia che alla milanes..
    toh un aiutino
    http://www.spinhouse.it/Ricette/sogliolleallamugnaia.html

    ;-)

  24. sta Fata Carabina milanese dev’essere venuta qui alle Canarie una settimana fa.. oppure a forza di occhiali da sole, sono sempre tutte in mezzo ai coglioni al supermercato.. una l’ho arrotata anch’io.. (che cosa significa “gonio cojon de puta madre”?..)

  25. frafrafrafra dicono:

    mh,pulsar…la cosa fa pensare che abitiamo vicini…Vicini a Pulsar ovviamente.

  26. utente anonimo dicono:

    il tema dell’impanatura delle sogliole sta assumendo una grande importanza in questo sito. bene.
    spad, forse era la stessa, anzi ha detto di salutarti.
    ale00, sì, è il tempio dei solari bilboa:)

  27. frafrafrafra dicono:

    secondo me ci crede, è proprio convinta…. si nutre di sguardi altrui, maligni o benigni che siano. Al cinema dorme, oppure quando è proprio buio buio, tira fuori gli occhiali da vista. in metro si alza sempre 20 minuti prima della sua fermata, così gli altri la possono osservare. Il suo lavoro puo’ essere: shampista, centralinista, estetista, colf, zoccola (con tutto rispetto per le categorie citate)

  28. utente anonimo dicono:

    cioè le dark lady appartengono solo alla lower working class?
    Allora scarpe basse, tailleur grigio, cappotto senza infamia e senza lode cosa sarebbe mai? ;P

  29. shelise dicono:

    Lower working class??? Lower da che punto di vista? Certo non economico visto che ieri ho sentito un’intervista ad una zoccola che dichiarava 100 milioni di vecchie lire in 3 giorni di lavoro…. La mia colf-babysitter guadagna piu’ o meno quanto prendono i ricercatori dell’università.

  30. utente anonimo dicono:

    si ma il ricercatore si vuole inserire in un ambiente in cui spera di finire a guadagnare decentemente, la tua colf babysitter non si inserisce, molto sfortunatamente, in nessun ambiente, quello fa, e non è che le apra altre strade lavorative…

  31. shelise dicono:

    pfiu… per un attimo pensavo mi stessi descrivendo… mi ha salvato il caschetto nero che non ho e 10 anni di meno. Che giro come Trinity o come un comandante delle SS (che sono guarda caso le mie iniziali)… cavoli… è vero.

  32. shelise dicono:

    e che mestiere fai? è una indagine statistica!

  33. utente anonimo dicono:

    … a chi è rivolta la domanda?

  34. utente anonimo dicono:

    tutta in nero mi vesto sempre, stivali alti e rivetti ovunque (su stivali, pantaloni e giacca)… però alla fine mi ritengo molto più lady che dark, perchè il look un po’ aggressivo è accompagnato dalla mia finezza che sdrammatizza (non pecco di falsa modestia).

  35. utente anonimo dicono:

    .. ho sempre immaginato che queste dark lady sotto lo spessore del rossetto nascondano una dentatura gialla…ho il terrore che ostentino il loro terribile sorriso da portacenere nell’errore di un mio sguardo incrociato con il loro….

  36. utente anonimo dicono:

    ..per fortuna i loro sorrisi han sempre rivelato qualcosa di buono…ciao

  37. utente anonimo dicono:

    Da noi in senso più spregevole, a Livorno, le definiamo le MEGASIGNORONE….
    Un bacio!
    Daniele

  38. severine dicono:

    Penso che il Matrix style nelle varianti Neo, Trinity, Tette di Monica Bellucci sia la naturale evoluzione comportamentale degli addetti al customer care nell’era dell’ottimismo.

  39. utente anonimo dicono:

    ho una borsa bellissima,un tono di turchese-azzurro, con le borchie.sere fa mio fratello ha detto che quella era una borsa “aggressiva come sharon”. me l’ha drammatizzata. e non fa lo stilista, peccato.
    volevo drammatizzare un look semplicissimo…ma in altro modo, col colore. lui me l’ha politicizzata.ormai pure le borse sono un’espressione politica. e pensare che odio le scarpe appuntitissime, quelle affilate come coltelli,stile 007. m’immagino che in quelle punte ci sia veleno, da donna-vipera.

  40. Oggi uccido per molto meno, vediamo di non incontrarci all’Esselunga di Viale Jenner.

  41. Oppure, se si ha un po’ di (s)fortuna, si può incontrare la Grande Sorella Smutandata, che per diletto personale sceglie di andare a fare la spesa senza biancheria…. ciao. anna.

  42. utente anonimo dicono:

    severine, attenta, potrebbe essere lei ad uccidere te. lei gira armata:)

  43. utente anonimo dicono:

    in effetti la moda a volte toglie la possibilità di scelta.
    Noi non scegliamo ciò che vogliamo, ma possiamo scegliere solo tra ciò che ci viene proposto… negli anni scorsi dovevi penare per una normalissima, comoda, tranquilla, “stobenecontutto”, scarpetta scollata in produzione fin dall’epoca di mia nonna. Era diventata out sul circuito medio (poi se uno compra altre firme con altri costi, allora il discorso si fa diverso)…. o gli anfibi o le punte affilate, eccheè?

  44. desanta dicono:

    …non ve ne potrà fregar di meno, ma sono determinata a proporre uno spaccato di vita dell’addetto customer care nell’era dell’ottimismo:

    “il motivo della mancata conferma dell’ordine è semplicemente riconducibile ad una assenza del sottoscritto per motivi lavorativi (con conseguente mancata lettura della posta elettronica).
    Sarei ancora interessato all’acquisto del materiale. La prego di dirmi poter procedere alla conferma dell’ordine.”

    Dopo aver letto (e risposto) in burocratese voi capite che io *PRETENDO* le tette di Monica Bellucci per il fine settimana. O al limite il soprabito in pelle umana di trinity.

  45. desanta dicono:

    e tu, severine, non mollare mai il carrello! per prima cosa lo trasformi in arma impropria caricando (almeno) un cartone d’acqua minerale. quindi stai all’erta. appena scorgi la dark impanata ops.. alla milanese, senza aspettare la mal parata, fai come Xc°nfù e glielo lanci contro. la miglior difesa, si sa, è l’attacco. poi, però, scappa….

  46. minchia, dal blogaperitivo ti ho tenuto letto che sei bravo che non è vero che le blogstar son blogstar così, ci san fare, per davvero. Tutto bene il menisco? [ dessa.iT ]

  47. utente anonimo dicono:

    la prossima volta estrai la tessera del monte pulsar e proponile uno scambio di umori (che in fondo biecamente desideri) in omaggio alla comune appartenenza alla setta di via pordenone! anche le nere in fondo….

  48. koshka dicono:

    ah, il bel mondo dei super-solar-center mi manca, quasi quasi vado a visitarne uno e poi ti faccio una relazione…

  49. utente anonimo dicono:

    immaginarsi gli interrogativi della capa e della dirimpettaia… l’avrà fatta integrale? sì no no sì … e finiranno per scommettere… e poi vorranno verificare… Xc°nfù stattaccuort

  50. LaLimpia dicono:

    ciao xsonalità! Se hai tempo dai un occhio al mio blog c’è un nuovo post… vorrei avere la tu alata opinone ;-)

  51. utente anonimo dicono:

    azz pure le opinioni … alate. ma sei un mitoooooo

  52. LadyK dicono:

    in effetti… non credo di poterne fare a meno.. per amor di sociologia, ovviamente.

  53. sphera dicono:

    Certo che con l’ultima frase, detta immagino con tutte le vocali aperte, ha un po’ rovinato l’effetto complessivo.

    In quest’isola di pietra non ci sono Dark Ladies metropolitane.

    Ci sono però le Donne in Nero.

    No, non quelle del collettivo ex-femminista di Bologna che vanno a tutte le manifestazioni per la pace.


    Autentiche matriarche che ogni tanto, con gonna lunga d’orbace nero, sopra sottana doppia di seta nera, sabot o stivali neri (a seconda della stagione) corpetto ricamato e decorato all’uncinetto di lana e cotone nero, guarnito con bottoni neri e alamari parimenti color pece, fazzoletto nero in testa che è quasi un chador, scendono giù dalle montagne
    e, attorniate da numerosa discendenza che le scorta, visitano posti strani e alieni alla loro esperienza come i grandi centri commerciali. Meravigliandosi di quasi ogni cosa che vedono, come ad una fiera campionaria, ma facendo, in barbaricino stretto, commenti che lasciano capire come il buon senso e un’innata saggezza consenta loro di distinguere, in maniera del tutto personale, il brutto dal bello, e il buono dal malvagio.. un po’ come te, X§.

    Inoltre baci,

  54. Oddio… mi mancano i tacchi alti a oltranza, e pure l’abbronzatura selvaggia, grazie al cielo. D’inverno è più chic un sano pallore che valorizza meglio tutte le varianti di trucco. E comunque, aggressiva proprio no… La giacca di pelle da Matrix è solo una delle tante scelte del mio armadio.
    Ma qualche volta devo venirci anch’io a far la spesa all’esselunga. Per individuarti, basta cercare un tipo con il carrello vuoto, intento a guardarsi intorno in cerca di ispirazione…

  55. Lo riconscerà quando verrà travolta dal suo carrello.

  56. utente anonimo dicono:

    esatto. è sarà troppo tardi…

  57. utente anonimo dicono:

    vabbè, ma ogni volta che va travolge qualcuno? Non si meravigli se poi non le caricano i punti sulla tessera

  58. sonodimagrita dicono:

    è che dicono che all’esselunga si fanno conoscenze… e ognuno ha il suo modo di approcciare….

  59. sonodimagrita dicono:

    non sarà che cerca clienti?… mi sa che la s lunga, quella!

  60. utente anonimo dicono:

    x profeta: vabbè invito te e personalitaconfusa a cena allora se vi sorbite le mie domande ma intanto nessuno è venuto a rispondermi sul blog di gutemberg manco il giornalista. Cmq se siete a Napoli allora è meglio invitarvi a una pizza. Mi diresti gentilmente chi sono le persone che hanno fatto la tesi sui blog?

  61. sono loggato dal computer di una amica “sonodimagrita” perche’ non ho un blog. Cmq riesco a parlare con personalitaconfusa e con profeta visto che mi hai detto che anche tu sei stato intervistato per una tesi a questa blogger fest? vabbè personalitaconfusa la dovrei riconoscere perchè “sonodimagrita” mi ha detto che ha visto le sue foto su gnueconomy ma a te profeta come ti rintraccio? ovviamente sempre se ti va…
    antonio.covelli@splinder.it

  62. altro tipo di donna in nero in interno milanese: la pr rigorosamente in tailleur e lupetto color pece, scarpa aguzza, capello fresco di piega -corto scalato mod. Mag Ryan o bello liscio-sorrisone a 58 denti alla perfetta sconosciuta di turno travestita da giornalista. Alla perfetta p.r. le si smorza il sorriso solo quando le chiedi l’unica cosa che ti serve e per cui sei venuta ad una futilissima conferenza. Le resta solo il tailleur nero. Una sicurezza

  63. giusec dicono:

    io credo che un tailleur nero non mi dispiacerebbe. Le scarpe aguzze no, credo siano un insulto nei confronti dei piedi, allora a questa stregua rimettiamoci i corsetti con le stringhe…

  64. utente anonimo dicono:

    cosa è che ha chiesto alla pr? l’unica cosa che le serve… sarà mica un appuntamento?

  65. utente anonimo dicono:

    Avresti dovuto fotografarla…

  66. utente anonimo dicono:

    SpezzaIncantesimi menomale che c’è qualcuno che odia le scarpe aguzze, sono la morte del piede.che bello in lanterne rosse l’esaltazione del piede femminile. finalmente uno che ha capito tutto! lucrezia(?)lante della rovere non solo ha un bel piede, ma anche bellissime scarpe:glieli invidio tutti e due, piedi e scarpe.

  67. Anonimo dicono:

    Non le ho chiesto di spiegarmi la fenomenologia dello spirito in cinese… Lei mi è andata in panico per un semplice “Scusa, sai mica dirmi chi è quello lì (il suo cliente:ndr) che ci devo fare quattro chiacchiere”….poi non esco con chi ha le scarpe aguzzzzzze.
    ‘notte

  68. Anonimo dicono:

    come dev’essere triste la vita della darklady.
    Silvia

  69. portfoliobox.me dicono:

    Hey there, I think your website might be having browser compatibility
    issues. When I look at your blog in Safari, it looks fine but when opening in Internet Explorer, it
    has some overlapping. I just wanted to give you a quick heads up!
    Other then that, amazing blog!

  70. m88明升 dicono:

    I like the valuable info you supply on your articles.

    I’ll bookmark your blog and take a look at once more right here regularly.
    I’m relatively sure I’ll be informed a lot of new stuff right right here!
    Good luck for the following!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *