Una confidenza dal Papa

Amici, ciao a tuti sono ancora io, il vostro amico Papa. Proprio io, Karol, si. Oramai lo so che mi volete bene e che i miei post su questo blog piaciono a tuti e vi ringrazio. Ancora una volta uso lo spazio gentilmente offertomi dal titolare di questo sito per racontarvi i fati miei in maniera un po meno formale di come vorebe il mio uficio stampa o quel palone gonfiato di Ruini.

Infati devo racontarvi un retroscena politico davero inedito.

Veniamo al dunque. Ne avevo piene le scatole di questi ministri italiani che un giorno si e laltro pure dichiaravano ai giornali che forse presto un aereo di linea si sarebbe schiantato sulla cupola di sampietro: “Adeso basta! Io ci abito, a sampietro! E poi se sanno le cose in anticipo, almeno spieghino per bene: ci dicano quando, cosi quel giorno io vado a castelgandolfo!”
Mi ero proprio stufato di questa storia. Alora o chiamato al telefono il presidente del consiglio del vostro paese: o preso le Pagine Gialle M-Z, o cercato la P e o fato il numero di palazo chigi. Libero. Tu-tu-tu. Risponde una voce femminile:

– “PalazzoChigi buongiorno sono Katia in che cosa poso esserle utile?”
– ”Mi pasi il sinior berlusconi per cortesia sono…”
La centralinista aveva un tono seccato:
– “Impossibile, è in un riunione, e poi lei chi sarebbe, chi le ha dato questo numero?”
– “Siniorina, mi pasi il capo del vostro governo su-bi-to. Li dica che cè il dotor Wojtila al telefono e vedra che la riunione si interrompe,”

E alora lei me lo a pasato.

Quindi mi pasano questo tizio dal’acento milanese. Faceva tuto il rufiano: Santita di qua, Santita di la, “ma che bela sorpresa, a cosa devo questo onore, a proposito buon natale in ritardo ah ah”, rideva credendo di essere spiritoso. Io li o ordinato di smetterla coi convenevoli e li o urlato che se lui e i suoi provano ancora a dire in televisione questa cosa dell’aereo sulla cupola mi arabio veramente e al prossimo Angelus dal balcone ordino ali italiani di votare compati per Rosy Bindi, e poi vediamo chi le vince le prosime elezioni!

Il vostro presidente si e scusato, a giurato su la Madona che non acadra piu: “Adeso quel pirola di Pisanu mi sente, Santita, è colpa sua, io di questo rischio del’aereo l’ho saputo dai giornali.”
“Lasci stare la Madona – li ho replicato, gelido – e torni ale sue riunioni. Se avete notizie serie avvertitemi, ma se parlate di pericoli solo per spaventare la povera gente piantatela, non si scherza con questi argomenti.” Dopo la sfuriata il vostro capo era mogio mogio e non rideva piu, continuava a ripetere “Sensaltro, Santita, sensaltro, mi scusi ancora, siamo stati fraintesi.” 
Li o apeso il telefono in facia, che io sono papa e poso permettermelo.

Bene amici, spero di avervi chiarito la cuestione, come sapete del’aereo che entra nella cupola ora non parla piu nesuno. Ora vi abracio forte e vi saluto,

Il Vostro caro amico,

Papa.

Questa voce è stata pubblicata in sul papa. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

29 Responses to Una confidenza dal Papa

  1. jorma dicono:

    Anche se hanno smesso di parlarne non potresti comunque ordinare di votare Rosy Bindi?

  2. utente anonimo dicono:

    [Effetti collaterali dello sciopero dei mezzi] ;-p

  3. Effe dicono:

    L’aereo in questione era stato dirottato, a seguito sciopero dei mezzi, da un gruppo di impiegati milanesi che doveva raggiungere zona Lambrate

  4. Effe dicono:

    Pensavo: Signor Papa, sarebbe mica libero per le prossime politiche? Quelli dell’Ulivo stanno ancora cercando il leader. Per lei sarebbe anche una questione d’immagine. Sa, l’ulivo, la colomba, il panettone.

  5. occhivispi dicono:

    … sei uno spasso

  6. LadyK dicono:

    Papa, non si agiti che ci ha già una certa età, cribio…

  7. LadyK dicono:

    (Ué, non scherziamo su Lambrate, che qui ci sono altre vite preziose in gioco oltre quella di x§…)

  8. utente anonimo dicono:

    bello!!!

    sono proprio contenta che non mi buttano giù il cupolone… come avrei fatto altrimenti? metti un giorno, torno a roma e oplà sampietro scomparsa… che visione terrificante!

    grazie a sua santità che ci ha rassicurati tutti!

    frank

  9. utente anonimo dicono:

    buon compleanno a me!

  10. sphera dicono:

    Il prossimo allarme aereo sarà sul Duomo di Milano, vedrà. Avvisi il Vescovo.

  11. utente anonimo dicono:

    fANTASTICO, HO RISO HO RISO! GRANDE! grazie,

  12. utente anonimo dicono:

    non è che, visto che c’era, poteva scomunicarcelo il silvio che ci stà un pò sulle palle?

  13. neparliamoacena dicono:

    siniori, non poso candidarmi ale vostre elezioni: io sono il capo di uno stato straniero. casomai poso ordinare a corazieri e guardie svizere di partire e conquistare l’italia. La nemesi di porta pia.

  14. Effe dicono:

    Molto divertente. Comunque staremo a vedere le prossime indicazioni di voto. Le ultime le conosciamo, basta guardare Palazzo Chigi.

  15. gilgamesh dicono:

    Illegittimo il Lodo Schifani. Vede, Sig. Papa, che alla sola ipotesi della sua candidatura iniziano i miracoli?

  16. utente anonimo dicono:

    eh eh, che non si sapia, ma pure li ce’ il mio zampino. e bastata una telefonatuccia disinteresata alla consulta. Comuncue per un bel colpo di stato io sono qui, alabardieri e guardie svizere non ci metono nula a circondare palazo chigi.

  17. starliam dicono:

    Scomunicarlo?
    Non so se avete letto Linus di Novembre, la striscia di Disegni è forte, il Cavaliere a letto con la signora Veronica Lario in Berlusconi (in effetti Lario è un nome d’arte) che all’improvviso ha l’illuminazione: si vuol far canonizzare, “..Come quella là, Maria Teresa di Calcata, hai visto che folle oceaniche ad osannarla?”
    Nell’eventualità (non si sa mai) che la richiesta sia accolta, c’è chi ha preparato già santino e preghiera. Riporto sotto testo del santino (peccato non ho lo scanner per l’immagine) e quello della preghiera:


    [Immagine]
    SAN SILVIO DA ARCORE
    CHE LIBERO’ L’ITALIA
    DALLA GIUSTIZIA
    DALL’UGUAGLIANZA,
    DALLA LIBERTA’

    ——————–



    (preghiera)
    Silvio caro, mio grande amore
    Portami sempre nel tuo cuore

    Tu che fai tutto in quattro e quattr’otto
    toglici presto l’aricolo diciotto

    Giacchè sei senza coscienza
    levaci pure la contingenza

    Visto che sei senza pietà
    toglici pure l’anzianità

    E se vuoi fare le cose serie
    Lasciaci anche senza ferie

    Per migliorare la situazione
    Togli di mezzo la liquidazione

    Se l’inflazione ancora dilaga
    levaci pure la busta paga

    Per far dispetto ai sindacati
    aumenta la schiera dei disoccupati

    Affinchè tutto sia normale
    facci pagar pure l’ospedale

    Perchè tutto vada a buon fine
    facci pagare le medicine

    Per evitare ulteriori danni
    mandaci in pensione a 90 anni



    Ci sarebbe un ultimo verso, di contenuto escatologico (e poichè a 90 anni saremo kaput.. con conseguente invito in rima) ma lo sopprimo per evitare che questo blog faccia la fine di Raiot e dell’elmo di Scipio.. meglio l’autocensura preventiva, no? Nella migliore tradizione italica

    L’ho ricevuta via fax qualche giorno fa, l’autore/autrice non è certo un rimatore/trice provetto/a però lo sforzo è lodevole.
    Saludos y Besos

  18. zack dicono:

    la papamobile è meglio del triciclo,e poi lei santità un po’ dipietrista lo è,c’ha fondato una chiesa.

  19. utente anonimo dicono:

    Bravo, ha fatto bene, non se ne poteva più!

  20. utente anonimo dicono:

    (oops.. ho dimenticato di chiudere un tag! chiedo schiuma)

  21. marmaid dicono:

    perché mettere i tag se ci si dimentica di chiuderli? perché mettere i tag?

  22. stella74 dicono:

    come ho già detto, mi cospargo il capo di cenere.. però non esageriamo, darmi fuoco ancora no!! ; )

  23. utente anonimo dicono:

    personalità: come te nessuno mai.
    alessandra

  24. mullah dicono:

    Dicono che colpiranno e non colpiscono, sempre meglio questo falso allarme che la promessa degli americani, durante la II Guerra Mondiale, di non bombardare L’abbazia di Monte Cassino che poi hanno ovviamente bombardato.

  25. beatrice1973 dicono:

    Passo con un sorriso..:) Stella

  26. “Forse” non hanno nemmeno bisogno di colpire.
    In questo momento storico, dove vige la “cultura del dubbio”, purtroppo penso che per loro sia molto semplice ottenere il risultato voluto senza quasi muovere un dito.

  27. Anonimo dicono:

    dai karol, bastronalo, e già che ci sei, telefona anche a GNeri che ci sta preparando uno scherzetto ma non ci dice quale, e spaventalo un po’, così ci lascia in pace, noi poveri padroncini di clarenceblog.

  28. Anonimo dicono:

    I Post del papa sono i miei preferiti. troppo belli!

  29. Anonimo dicono:

    Lui dice che ti ringrazia:)

Rispondi a stella74 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *