Mese: Ottobre 2003

Di quando annunciai al citofono a mio padre che andavo a vivere a Bahia

A Bahia acquistare una casa con giardino costa 5.000 euro, per cui eccomi qua, una mattina, al citofono del paterno ostello, con lo zaino in spalla e un collo a mano. – Sì, chi è? – Sono io. – Io? Io chi? – Papà, sono io. – Ma che fai qui a quest’ora? Non vai in ufficio? – Senti io parto. Vado a Bahia – Albania? – No, no, Bahia. Salvador de Bahia, Sudamerica. – Ma per lavoro? – Ma che lavoro, ti pare che mi mandino fin là? Vado proprio ad abitarci. Cambio esistenza. Pensa che bellezza: Bahia, la…

I blog spiegati da Enrico Ghezzi

Immaginati ancora una volta a tarda notte. Buio. L’insonnia non ti lascia dormire, ti alzi dal letto, vai di là a bere un bicchiere d’acqua. Poi, distrattamente accendi la tv. I bagliori dello schermo illuminano le pareti della stanza. Rai3. Enrico Ghezzi in video, ancora lui, in primo piano. Ma la voce è sempre fuori sincrono, distorta come se uscisse da un telefono rotto. Sono sempre più attratto dalla lettura dei vostri blog, e dal dibattito che ne deriva. La blogosfera concentra l’intensità e la (anche spaventosa) pienezza dell’esperienza comunicativa con l’intensa e straordinaria vuotezza della autentica situazione di –…

Customer satisfaction survey

– Basta con ste vaccate introspettive dammi la tastiera, devo lanciare una survey! – No, questo è il mio diario, lasciala. – Ho detto basta, il mercato lo vuole! – Nooo! – Dammi la tastiera o t’ammazzo! – Vaffanc… bastar… Aaaiah! Gentile Signora, Egregio Signore, Mi presento, sono il Direttore Marketing di questo Blog. Approfitto della momentanea assenza del titolare per farLe alcune domande, se è d’accordo. Nell’ottica di migliorare la performance del service a Lei fornito, la Direzione Marketing della PersonalitaConfusa SpA le chiede solo pochi secondi del suo tempo per rispondere a un breve questionario di customer satisfaction…

Saluti dal Papa

Buongiorno a tuti, sono il papa. Sì, Wojtyla. Sì sì, io. Sono molto contento di poter scrivere su questo sito, e di cuesto ringrazio il titolare, qui, che è un mio amico, lò conosiuto per caso via email, e lui mi a conceso questo spasio. Anzi, io di nascosto dai cardinali ò visitato alcuni dei vostri siti, cuesti diari blog, e mi piacerebe averne uno anche io. Eco, se potesi io vorei avere il mio blog dove scrivere il mio diario, racontare le mie giornate e dire la verita, mica le bùgie che scrivono su di me sui giornali, che…

Monologo del bancomat

Per aprire la porta blindata inserire la tessera nell’apposita fessura. No, non così, dall’altro lato. No, la barra nera deve stare sotto. Nooooo, guarda il disegnino, porcocane. Ecco bravo, l’hai capita. Ora puoi entrare. Benvenuti nei servizi della Tua Banca che ti vuole tanto bene. Che tipo di operazione intendi effettuare, caro cliente? Cambiare valuta? Ricaricare il cellulare? Acquistare obbligazioni, fondi, buoni del tesoro? Pagare le tasse? Richiedere un finanziamento per acquistare un automobile? Richiedere un finanziamento per acquistare una barca? Comprare dei covered warrant? (Ehi, mica sarai qui per prelevare, eh?) (tic) Ecco lo sapevo, un altro prelievo. Passate di…

Appunti dal capezzale di un moribondo

Alcune note a seguito della battaglia con l’influenza, avvenuta domenica in casa. Un gran weekend di allegria. La telefonata della Mamma – Pronto? Come mai sei a casa? Stai male? (chiama ogni giorno in orario d’ufficio per controllare se sono malato o no, stavolta mi ha beccato) – Ciao babba, insobba, ho ud po’ di… – ODDIO!!! Ma stai male? Hai la febbre? Vuoi chiamare il dottor Bianchi? (il medico della mutua, celebre in tutto il quartiere per incompetenza e scortesia) – Do, do, per carità. – Ma stai male? Hai la febbre? Vuoi venire qui, così ti curo? – Grazie do,…

Il mio angelo custode è un fannullone

La mia vita è cambiata da quando ho capito di avere anche io, come tutti, un angelo custode wendersiano. Ora non è più invisibile. Me lo ritrovo all’improvviso in cucina, rovista nel frigo. Indossa sempre il suo capotto scuro e si aggira silenzioso per le stanze. Abita a casa mia. Ecco, ieri sera torno a casa tardi, apro la porta e lo trovo sdraiato sul divano. Si è tolto le scarpe e poggia le gambe sul tavolino. Fuma come una ciminiera, non parla mai e guarda la televisione. Segue solo trasmissioni religiose, questo disgustoso perdigiorno. I suoi preferiti sono la…

MERCOLEDI’ (il giorno in cui tutto può accadere)Che grande città, questa. E quanta gente. Tantissima. Lo pensi quando la mattina presto, con gli occhi ancora cisposetti e socchiusi, sulla banchina della metropolitana vedi arrivare il tuo treno. Si aprono le porte, il vagone vomita frotte di persone esauste, tutte incazzate, un fiume di signori che ti travolge sgomitando. Un esercito di fanciulli con zaino eastpack scende urlando e pestandoti i piedi senza chiederti scusa. Guardi l’interno del vagone, ed è ancora pieno zeppo: strano, eppure ne è scesa di gente. Ti fai piccolo piccolo per entrare e affronti il tuo…

PICCOLO SFOGO QUALUNQUISTA(ovvero: teoria degli imbecilli dinamici) Come dice Kapuscinski, ci sono due tipi di imbecilli: gli imbecilli dinamici e quelli inerti. L’imbecille inerte per sua natura tende a tacere e a non rompere i guaglioni, per cui non può dare tanto fastidio, almeno finchè non ci si trovi a dover interagire con lui.L’imbecille dinamico invece è attivo, parla, tenta di fare lo spiritoso, e ad ogni modo deve sempre dire la sua. L’imbecillità dinamica genera aggressività, in quanto il soggetto per difendere i suoi ragionamenti infondati, errati e indimostrabili (è un imbecille, appunto) è costretto a rafforzarli come può.L’imbecille…

IL DIRETTORE MARKETING VA ALLO SMAU Come ogni anno, il Direttore Marketing va allo Smau, “la grande kermesse dell’Information & Communication Technology” di Milano. Non ha l’invito e pur di non pagare le tenta tutte: all’ingresso esibisce il biglietto da visita, un finto tesserino da pubblicista, la patente nautica e l’attestato di iscrizione al Rotary. Ma non basta, e deve acquistare il biglietto. Una volta dentro, il Direttore Marketing corre ad assistere al piacevole convegno: “Dalla business intelligence al content management integrato: l’accelerazione delle dinamiche competitive e dei ritmi decisionali nell’Enterprise Information System” Si siede in prima fila, ascolta con…