Vuoi un blog di successo? Sei nel posto giusto!

Buongiorno a tutti, amici, qui parla il Direttore Marketing, l’autore di questo blog è in crisi creativa e quindi io, che sono cinico, guerrafondaio e avido (e me ne vanto), io lo conquisto e ne prendo possesso, per farmi un po’ di self promotion e vendervi dei service!

Ebbene sì, caro blogger, il tuo blog è visitato da 2 persone al giorno e una di quelle 2 persone sei tu? Ti senti triste perché quasi nessuno, a parte tua mamma con un nickname falso, commenta i tuoi articoli? Stai pensando di scrivere commenti finti per fare bella figura? Ritieni che il tuo blog sia poco linkato o sottovalutato?

Hai risposto di sì ad almeno una di queste domande? Su con la vita! ABBIAMO LA SOLUZIONE!!!

Se vuoi un vero blog di successo RIVOLGITI al Direttore Marketing! In tre mesi avrai più accessi di Luca Sofri e la casella email piena di complimenti. Il Direttore Marketing dei tuo Blog ha già in mente un business plan per la tua mancanza di autostima!

Realizza il tuo SUCCESSO nelle relazioni e nella vita! Trasforma il tuo blog nella più grande selezione web di articoli, informazioni, argomenti, news, novità, discipline e link. Diventa una firma prestigiosa, avvera i tuoi desideri! SE LO VUOI adesso puoi realizzare veramente una CARRIERA virtuale STRAORDINARIA, in tutti gli ambiti! Potrai veder crescere il tuo personale SUCCESSO di blogger! Seguimi e ti spiegherò come… CHIEDERE NON COSTA NULLA, ma può cambiarti la vita!!!

Milioni di utenti Google e di link da blog celebri ti aspettano! Ed entro 1 anno arriverà l’offerta economica di un imprenditore miliardario che ti pagherà fior di quattrini per raccontare ogni giorno le tue minchiate! COSA ASPETTI? Entra anche tu nel mondo del blogmarketing!

Nota bene – Per richiedere il servizio, prego prendere il numerino e mettersi in coda nei commenti, grazie.

Questa voce è stata pubblicata in marketing. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

22 Responses to Vuoi un blog di successo? Sei nel posto giusto!

  1. bradcarrieshow dicono:

    SONO IL PRIMO!!!! IL PRIMO!!!!!

  2. bradcarrieshow dicono:

    E questo grazie allo Swatch Confuso! Ah, che invenzione meravigliosa!!! Ero in macchina, in autostrada e sentivo i Placebo quando ne ho sentito il suono melodioso e non ho potuto fare a meno di fermarmi e collegarmi ad Internet da un telefono d’emergenza (le colonnine gialle SOS…) perchè il cellulare non funzionava. E così sono stato il primo a leggere questo post e a prenotarmi! Ah, le gioie della via! Ora mi trovo in questura (non hanno apprezzato la mia inventiva per collegarmi in rete). Come faccio a scrivere? Beh… sapete… si può fare una telefonata quando si viene arrestati, no?

  3. MarcoRos dicono:

    IL PRIMO?ma come hai fatto, è come aver un posto in prima fila al concerto dei rolling stones

  4. agora dicono:

    MINGHIA, MINGHIA eppoi angora MINGHIA!!!
    Lucia Annunziata

  5. utente anonimo dicono:

    Quarta!!!
    Ecco io sempre sta cacchio di posizione da sfigata, la prima fuori dal podio.

  6. utente anonimo dicono:

    AHAHA!Non usavo “patata” dalle elementari.

  7. alessiaonline dicono:

    Ehi, che è che è sta caciara? Vogliate comunicarmi i
    vostri requirments affinchè io possa adoperarmi nel problem solving.
    Signora
    Lucarelli, lei ha più accessi di Yahoo, cosa vuole che le consigli, casomai sentiamoci in privato, ho prenotato un tavolo dal giapponese a Trastevere
    Cordialmente,
    Il Direttore Marketing

  8. bradcarrieshow dicono:

    “VUOI UN BLOG DI SUCCESSO? CHIEDIMI COME!”
    Ok. Come?

    =========

    Per MarcoRos: x§ ti ha appena dato del pirla visto che tu i miei post li commenti!

  9. Mi prenoto subito per avere un paio di gadgets tipo adesivi e spillette con su scritto “vuoi un blog di successo? chiedimi come!”. Sono previsti, vero? Li vorrei regalare a quelle simpatiche signore testimoni di Geova che incontro spesso qui sotto casa mia.

  10. kikkio dicono:

    Esimio Direttore, avendo da pochi giorni aperto un blog che ovviamente nessuno legge, mi rivolgo a Lei per avere consigli sulle azioni (più o meno legali) da intraprendere per raccogliere adepti sparsi per la rete.
    Se le operazioni che Lei volesse suggerirmi comprendessero termini non pubblicabili, tipo “precipuo”, “obnubilato”, “coercitivo” o “limmortacci vostra de voi che nun me state a linkà”, Le propongo un incontro segreto.
    Come dove? Ho detto SEGRETO.
    Con immutata stima.

  11. Pattinando dicono:

    i miei complimenti per il blog :)

  12. Pattinando dicono:

    GRAZIE DIRETTORE MARKETING PER AVER PRESO A CUORE TUTTI QUELLI CHE HANNO APERTO UN BLOG E NON HANNO NESSUNO CHE LI LEGGE. E’ LODEVOLE AIUTARE ANCHE IL MIO EMILIO FEDE: DA DUE ANNI HA APERTO UN BLOG DOVE TRASCRIVE TUTTE LE CORBELLERIE CHE DICE AL TG4 ED IO DA DUE ANNI, SONO L’UNICO CHE COMMENTA, CON ENFASI, QUESTE CORBELLERIE.

  13. utente anonimo dicono:

    DM mi aiuti! Il mio blog fa parte della categoria “Poor Christ Account”, cosa devo fare??? La prego accolga la richiesta d’aiuto di una povera crista!!! ^^;;;

  14. utente anonimo dicono:

    Scusa alessia per la caciara, volevo esemplificare come, a volte, i commenti fuori topic siano un pretesto per accaparrarsi accessi. La finestrella che si apre e’ una pagina dei commenti, non un forum Tuttavia, la pubblicità è l’anima del commercio e si cercano di sfruttare la rete di splinder,che ottimamente, permette un buono scambio di link. In effetti salutare con un “ciao”nel tag-board, non può essere come dire “Uè, oh, guarda, clicca sul nome così entri nel mio sito”. Altri frasi tipiche sono “Complimenti per il blog”-“Salve, buona giornata”, oppure, per le seconde entrate, si leggiucchia il post e prendendo una parola a caso si dice: “Beh, secondo me questo non funziona perchè…”. Questa è la verità, scagli la prima pietra chi non l’ha fatto con questa intenzione almeno una volta, siua per mancanza di tempo(i blog sono settemila).All’inizio l’ho fatto anch’io, poi quando scoperto quanto si possa imparare da ogni stile, notizia, impressione, fatto raccontato diversi tra loro, ho cominciato ad affezionarmi ad ogni singolo blog, visitato più volte.(cont.)

  15. utente anonimo dicono:

    Poi alla fine, anche se tu scrivi il tuo commento fittizio avrai i miliardi di accessi che speri?Se l’utente arrivato lì “per caso” troverà qualcosa di interessante, farà lì volentieri il suo ritorno, altrimenti, addio chissà quando e se ripasserò da queste parti. Che fare, allora?Essere onesti.Non commentare inutilmente e lasciare il posto a chi ha veramente qualcosa da ribadire.O almeno dire “ciao, ho aperto un nuovo blog, vieni a visitarlo”- poi il resto spetta all’utente dell’altro blog.
    Credo in questi due post di essere stato sincero, non vogliatemi male. Mi chiedo, però, quanto gli accessi siano così fatalmente importanti per un blogger.

  16. utente anonimo dicono:

    Un blog, da sfogo personale, si trasforma con il tempo in un ossessione commerciale. I patimenti che tu descrivevi, Ale,per il “Giovane blogger” rimangono attuali, se i tuoi (“tuoi” inteso sempre impersonalmente, non mi rivolgo a nessuno in part.)commenti sono calati di netto hai paura che alla genti non interessi quello che tu scrivi, e se scrivi tanto, se ti impegni realmente per il tuo blog è una bella mazzata. Allora si cercano di trovare dei post giusti, puntuali, azzeccati per gli attesi “wow,hai ragione””fortissimo””ti amo!”che ti fanno tirare un sospiro di sollievo la volta dopo. E se invece, anche se dopo il tuo cambio di marcia, non vieni cagato ugualmente?Desolazione.”Sono andato in fallimento,le azioni sono precipitate radicalmente”.Quindi la parola chiave è “distacco”, non c’è niente da fare.Riguardare i primi post, vedere con che spirito si è cominciati, con quale desiderio si è data la chiave del proprio diario segreto a più persone,con quale speranza si cercava di dire qualcosa che forse nella realtà viene ignorato e riscoprire nella scrittura la propria persona. La maggioparte dei musicisti strafamosi sono commercializzati,è chiaro. Ma ci sono le eccezioni,chi scrive un disco anche con 12 anni di distanza ma almeno può dire “Beh,avrei potutto guadagnare molto di più, ma almeno sono sicuro di esprimere realmente le miei emozioni, e nel modo che piace a me.”

  17. alessiaonline dicono:

    Concludo qui, è meglio. Se trovate un pizzico di pretenziosità in questi miei commenti,credetemi, scrivo in buona fede. Il mio blog di periferia, come avevo previsto,nel titolo “vivere in un blog”, (a parte la narrazione di un’altro me rinchiuso nella sua) casa, rispecchia quanto la mia vita, quella vera, sia subordinata al blog: andare al cinema, (come diceva ale) e non pensare al blog, fare la spesa e non pensare al blog,amare, caspita, amare!e non pensare al proprio blog sta diventando qualcosa di molto difficile, e ingiustificato, forse.Se venisse cancellato impazzirei sicuramente.
    Credo di chiuderlo,molto presto. Avevo chiesto al mio blog-alla creazione dell’account- che mi migliorasse, ma invece mi ha sdoppiato e triturato psicologicamente.
    Come funziona con l’amore, tra l’altro.
    Scusate l’eccessiva lunghezza, l’incongruenza delle frasi,e tutto quello che vi ha fatto scuotere la testa.
    Ciao, Marco

  18. utente anonimo dicono:

    x il signor gr0ucho: lei non sa chi sono io! io sono il
    Direttore Marketing di codesto blog!
    non mi fraintenda, a me la caciara piace,
    così come la patata, eh eh specie quando mi trovo nel privè di una discoteca con una
    bella scorta di cocaina e champagne e un nugolo di fotomodelle russe. La sua analisi su tag board e commenti come strumento di blogmarketing mi interessa… ci studierò sopra.

  19. janex dicono:

    grazie, onorato. anche quella sulla degenerazione commerciale dei blog è una parte che le vorrei porre come quesito. grazie ancora, arrivederci al privè, come sempre.

  20. alessiaonline dicono:

    sono arrivato solo ora mi da una mano o munifico direttore del marketing ?

  21. Anonimo dicono:

    janex, se ti sbrighi puoi accontentarti della lezione che prosegue nel post del 25/3…

Rispondi a tragicantipatica Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *