Il Direttore Marketing sopravvive miracolosamente a un attentato

Dopo una giornatina in ufficio fitta fitta di riunioni con le 4 c (clienti, capi, consulenti e colleghi stronzi), insomma una giornatina nei campi sotto il sole a spalare guano e letame, mi rinchiudo in casa con il cuore gonfio d’amarezza e mortificazione per come sta andando male la mia vita lavorativa reale. Che rabbia, avrei voglia di ammazzare qualcuno.

Sono in cucina a tagliare le cipolle e tengo l’acqua in bocca per non piangere, quando sento che in salotto c’è qualcuno che si affaccenda a spostare i miei mobili. Omamma, ci mancavano i ladri.

Faccio finta di dormire o vado a vedere? No, nessuno dorme in cucina. Vado a vedere. Impugno il pelapatate per difendermi.

Lo trovo lì, il Direttore Marketing, che sta montando un proiettore. E’ raggiante:

– Ueilà! Comne andiamo? Vorrei farti vedere alcuni grafici sugli accessi al tuo blog, poi ho delle slide sulle linee concettuali delle highlights per un format B2C sul mass market con focus sui trend applicati a solutions, i background delle utilities, le metodologie contestualizzati e i progetti di courseware per industry. E soprattutto dobbiamo fare una riunione sul comarketing, stai scrivendo su troppi blog collettivi, abbiamo un bel problema di content management…

– Da dove cazzo sei entrato?

– Ho fatto una copia delle tue chiavi.

– Ah, una copia.

– Dicevo, abbiamo problems di content management.

– Sentimi bene, gli unici problems che mi vengono in mente sono l’affitto, la banca che mi telefona un giorno sì e uno no per dirmi che sono in rosso, la lavatrice rotta, lo stipendio da dog sitter che mi ritrovo a fronte di ore di rotture di coglioni e…

Lui, sornione: – Uhm, siamo nervosetti?

Riesce a finire la frase, ma alla seconda r di nervosetti ha già il pelapatate confitto nel rene destro.

– Aaaaaaaah!!! MA COSA FAI SEI FUORI DI SENNO!!

– Che diavolo stai dicendo, tu non esisti. E io per la prima e unica volta in vita mia ho l’opportunity (porcogiuda sto iniziando a parlare come lui, devo sbrigarmi) di sfogare lo stress (basta!) in un bel episodio di violence (argh) efferata senza rischiare la galera.

– Okey ma almeno non mi rovinare la camicia, che è su misura e con le mie iniziali.

– Non preoccuparti, tra poco le tue iniziali saranno disegnate su quel muro, ma col tuo sangue…

(continua?)

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

14 Responses to Il Direttore Marketing sopravvive miracolosamente a un attentato

  1. janex dicono:

    molto pulp, pure troppo…

  2. utente anonimo dicono:

    Quella del non è una cattiva idea, già vista però!

  3. zop dicono:

    capita a molti di avere degli amici immaginari…
    ma non hai mai pensato che potrebbe NON essere un direttore marketing immaginario? Se fosse veramente in carne ed ossa? Sai molti lo fanno… fingono di essere fantasmi e vengono ad abitare a casa tua… ti fanno credere di essere allucinazioni… poi quando perdi la pazienza e li fai fuori… scopri che erano reali… e ti trovi lì la polizia e una sacco di guai…

  4. Dulcinea dicono:

    Fare sesso? Io la preferisco mentre scanna il Direttore Merketing col pela patate. Ho giusto un paio di dubbi: 1) Azz di pelapatate hai? Col mio non mangio purè da cento anni tanto è inefficiente; 2) Hai per caso visto Scream 2 ieri sera? 3) Per caso il tuo DM è il mio fidanzato? -anche lui quando lo molesto mi chiama “cicci”- 4) Per affondare il dito nella “piega”, perché i migliori sono quelli che sputano sangue ed oramai nemmeno per la gloria perché neanche quella gli è dato avere? (Vedi il caso di me ed Alberoni che si commenta da solo).”Farai strada” mi dicevano all’università ma forse alludevano a passeggiate notturne sul raccordo anulare… insomma quelle fatte per arrotondare un po’… E’ una vitaccia però quanto ce piace, ve’? Ciao Dulci. P.S. Non mi fare tutti quei complimenti che poi ci credo e mi monto la testa.

  5. utente anonimo dicono:

    Credo tu abbia centrato il centro, con il Direttore. Non solo nel senso del rene (ha sempre l’altro) ma della sagoma. Qualunque essere dotato di pensiero e sentiero (da “sentimento”) non può che voler odiare un Direttore Marketing. E’ il perfetto avatar della moderna miseria.

  6. alessiaonline dicono:

    diciamo che è un po’ come l’Humphrey Bogart che appare a Woody Allen in “Provaci ancora Sam” (anche lui finisce male): un personaggio immaginario ma invadente

  7. utente anonimo dicono:

    io però al posto del pelapatate avrei utilizzato il vecchio trucco del coltello di ghiaccio

  8. alessiaonline dicono:

    Sor Bellacci! il coltello di ghiaccio fa troppo Basic Instinct, qui siamo più su un horror all’italiana;)

  9. Gr0ucho3 dicono:

    Io suggerisco un bel eviramento esemplare. Scusate, era questo il “blog delle mogli insoddisfatte”?

  10. Kira_Nerys dicono:

    ROTFL che sagoma codesto Direttore Marketing che non esiste! LOL

  11. utente anonimo dicono:

    ah ah ah … La saga del Direttore Marketing e della sua Capitana è quanto di meglio mi stia capitando di leggere dai tempi del De bello Gallico !!!

    ciao ;o)

  12. PacoilPoeta dicono:

    insomma, com’è che oggi non è ancora andato in onda il prossimo episodio???? sto lasciando “Sentieri”, la mia soap preferita, per assistere a questa, molto più “à la page”… con il mio nuovo spirito intellettual-informatico! Protesto! Voglio sapere come va a finire!!! ;))))))

  13. utente anonimo dicono:

    mi sono innamorato di te, perché non avevo niente da fare, la notte, volevo qualcuno da sognare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *