Il Direttore Marketing e la strategia per aumentare le pageview

DOMENICA, NEL CUORE DELLA NOTTE sono nel mio lettuccio e sto sognando John Coltrane risorto e vestito di bianco che mi suona col sax una ninnananna per neonati. All’improvviso, dal vialetto di fronte a casa mia (abito al pianterreno) un urlo lacera la requie della notte e – cosa ben più grave – interrompe il sonno che dovrebbe ristorarmi dopo una disastrosa settimana di lavoro impiegatizio e sottopagato di (pardon) merda:

“Ahiaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!”

Coltrane si disintegra nel risveglio ed io mi alzo di scatto, mi riprendo dal torpore. Con un po’ di paura vado alla finestra a vedere cosa sia accaduto. Tiro su la saracinesca e scruto nel buio. Nel vialetto, c’è il Direttore Marketing del mio blog con il polpaccio destro stretto in una delle tagliole da caccia che ho fatto sistemare per sfuggire ai suoi agguati notturni.
Il poverino giace per terra, sanguina e urla forte. Da un balcone gli intimano di piantarla: “Basta, vogliamo dormire!”.

Io bisbiglio qualcosa come:
– Zitto. Taci, stai svegliando tutto il circondario.
E lui, agonizzante: – Allora tu liberami, cristo!
– E perché?
– Dai che mi sto sporcando di sangue le Ferragamo nuove!

Mezzora dopo è nel mio bagno e si fascia l’arto ferito con le slide di una presentazione PowerPoint. Io, in pigiama, aspetto che finisca e se ne vada. Lo fisso impaziente e noto che il dito indice della mano destra gli si è gonfiato quasi più della gamba. Fatico a capire il nesso. Gli domando come mai.

– Ero venuto qui proprio a dirtelo. Con il target di far salire il numero delle visite ho passato gli ultimi due giorni a cliccare il tuo blog. Ho caricato la pagina migliaia di volte, picchiettavo il pulsante F5 della tastiera come un forsennato. Tic tic tic tic tic, migliaia di clic, un clic al secondo per ore e ore, il contatore girava che era un piacere. Per questo mi è venuto il callo al dito.
– Bravo, bel modo di passare la giornata.
– Ridi, ridi, intanto adesso per merito mio siamo primi nella classifica dei blog più visitati, con un bel link sulla homepage di Splinder.it. Grazie a loro abbiamo un vero picco di audience. Dobbiamo sfruttarlo! Vediamo, cosa potresti scrivere adesso?
– Ho un’idea. Che ne dici di prendere posizione politica contro, che so, le guerre, il razzismo? Così almeno sensibilizzo i quattro gatti che leggono…
– Incosciente! In questo modo perdiamo tutto lo share di centrodestra!
– Senti, tu parli e parli, parli di marketing, di share, di business, ma intanto io sono sempre qui a fare la solita vita del cavolo…

Ma lui non mi ascolta più. Pallido, a bocca aperta, guarda fuori dalle finestre che danno sul parcheggio. Guardo anche io. Il mio vicino di casa, armato di un mazzo di chiavi, sta rigando le portiere della macchina del Direttore Marketing:
– Ehi ma cosa stai facendo? Quella è una BMW st1005 con controllo elettronico della trazione! L’ho comprata stamattina, costa 105mila euro!

(continua?)

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

19 Responses to Il Direttore Marketing e la strategia per aumentare le pageview

  1. Ciao, scusa se mi permetto di fare questa forma di “spamming” (in realtà è spamming personalizzato visto l’argomento del tuo ultimo post, e molto in linea tanto da apparire un vero commento). Non so se hai avuto modo di leggere l’interesse di questi giorni per la classifica dei b-log più visitati (si che l’hai letta visto che ne parli :-)) su splinder. Visto l’interesse ti informo che proprio ieri dopo pranzo è nata la top 100 dei b-log, puoi iscrivere facilmente anche il tuo e lasciare che i tuoi visitatori ti votino. Trovi la top 100 cliccando
    !>QUI< !

  2. zop dicono:

    Questo è un grande articolo! Complimenti! Molto adatto a un grande BLOG del resto…
    sogni d’oro!

  3. utente anonimo dicono:

    riesci sempre a sollevarmi l’umore con i tuoi post il lunedì mattina!! sei grande!!! e il pezzo è fantastico!! :)

  4. utente anonimo dicono:

    e’ qui che devo fare una dichiarazione?
    oooh…
    boh…
    sara’ qui…? mi avevano detto che era qui…
    ma chi e’ sta alessia, non c’e’ sulla lista…
    ufficio marketing del cazzo! OPS!
    pardon…

  5. in risposta al tuo commento: Assolutamente no, sarà fatto ufficiale divieto a tutti di parlarti! He he. in altri termini… ci farebbe piacere averti con noi in classifica!

  6. gonio dicono:

    non so se sia una venale sanguisuga ovvero solo un bieco carrierista o infine uno spasimante masochista…. ma la fedeltà, la forza d’animo e la dedizione (trust, confidence & committment) del tuo à-la-pagerrimo Direttore Marketing inteneriscono sempre più. Liberati dell’astio che ti acceca e visualizzalo: non è il DuffyDuck piazzista molesto (e drammaticamente invidioso della coniglità e/o dell’umanità) che cerca di vendere qualsiasi cosa con qualsiasi tecnica ? Per quanto tu possa am/odiarlo, pensaci (con un brivido preoccupato, ma pensaci: lui ci tiene… he cares about you). “Nessuno tocchi cretino!” (campagna umanitaria della ACME Inc)

  7. pinuxia dicono:

    Ciao..grazie per i complimenti al mio blog. Sembra che Artemisia abbia vissuto nel palazzo Cattaneo Adorno su Piazza Banchi dove dovrebbe esserci anche il dipinto di Lucrezia (mea culpa.. ammetto di non averlo mai visto.. ma mi riprometto di farci un salto non appena possibile ;))))

  8. Gr0ucho3 dicono:

    Caspita, complimenti veramente: il Giovane Blogger siamo tutti noi. Grazie.

  9. Gr0ucho3 dicono:

    Ah, scusa ma non c’entrava con il post, ma il fatto è che sono entrato solo oggi nel tuo blog e l’ho messo nella mia home page. Se mai riuscirò a fare una tesi di laurea della mia Ingegneria Informatica sui “Il blog: noi, voi, essi – riflessioni virtuali” tu ci sarai di sicuro.

  10. alessiaonline dicono:

    mischia, davvero fai una tesi di laurea su questo ciarpame?;-)

  11. alessiaonline dicono:

    per il guardiano del faro non incazzarti ma ho avuto una riunione con il marketing del mio blog per decidere se aderire alla classifica o meno: purtroppo votavamo solo io e il Direttore (dovrò ammazzarlo prima o poi ‘sto personaggio, sta diventando invadente) e il voti del direttore vale 3 (e il mio 0,5)
    Insomma ha vinto il no. Ma poichè lui non vuole deludere un blog amico, ho ottenuto che continueremo a leggere il tuo blog lo stesso (quanta magnanimità, vero?) e in più forse iscriviamo il fotoblog… dai, non ti incazzare, scusa ma in fondo questa cosa della classifiche non mi convince, fa tanto Tripod… scusa ma è ciò che penso.

  12. b.georg dicono:

    eccolo lì… o Me stesso…
    Vieni qui essere minuscolo… è due giorni che ti cerco, sei nei commenti sbagliati!
    Scusate, crede di essere Me e si perde in giro
    Era il post di venerdì, minorato, vieni via
    (escono)

  13. utente anonimo dicono:

    i 2 dei escono? e dove vanno? ;)

  14. uvacerba dicono:

    ciao personalitàconfusa, hai davvero una personalità confusa…il post che hai commentato non era riferito ai blogger, ma ahimè, a gente reale. non ce l’ho con voi, anzi, siete davvero brevi ragazzi, mi fate compagnia…bellissimo il tuo blog, saluti allo stano staff che ti gira intorno
    uva.

  15. uvacerba dicono:

    pardon…bravi ragazzi…

  16. HAL9000 dicono:

    Ciao, ci sono anch’io ora… Devo dire che il titolo del blog è quanto mai appopriato!

  17. Già sapere che hai dedicato tempo e spazio credo sia sufficiente per concederti un “indultino” (tanto per essere attuali). Se poi di tanto in tanto verrai a leggere di la… potrei prendere in considerazione l’idea di farti tornare incensurato!
    a presto

  18. utente anonimo dicono:

    (uscendo) che megalomane…

Rispondi a HAL9000 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *