Il defenestramento natalizio dell’ing. Darth Fener

Il 18 dicembre è stato il mio ultimo giorno di lavoro del 2002. Con un po’ di anticipo ho fatto mio uno dei buoni propositi per l’anno nuovo: fare solo ciò che si ha voglia di fare. Mi piglio 4 giorni di ferie in più, evitando così anche l’orrore del brindisi natalizio aziendale di venerdì.

In mattinata il Presidente della nostra ditta ha annunciato urbi et orbi con una brevissima email il defenestramento dell’ing. Darth Fener, il dirigente più nazista dell’azienda dopo il Presidente medesimo. I due si stavano antipatici a vicenda, e tra loro non poteva che soccombere l’ing. Darth Fener il quale, pur essendo un altero sessantenne strapagato e malvagio, nella scala gerarchica rimaneva pur sempre ad un grado inferiore all’altrettanto perfido Presidente.

Quella scriteriata della mia capa è tornata dalla trasferta all’estero informandomi dei notevoli sviluppi che la sua carriera sta prendendo grazie all’allontanamento a calci in culo subito dal suo diretto superiore . Di fatto la morte aziendale dell’ing. Darth Fener la fa avanzare di uno scalino nella (come dice lei ) “piramide del potere”.

La scema ha un’aria compiaciuta, come se stessimo discutendo del suo incarico al governo degli Stati Uniti; in realtà si tratta di un’azienducola sull’orlo della bancarotta.

***

Nonostante le proteste, aiuto  a scrivere il suo blog un povero miliardario onnipotente che per hobby governa una nazione.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

5 Responses to Il defenestramento natalizio dell’ing. Darth Fener

  1. utente anonimo dicono:

    Conosci il gruppo “Radici nel cemento”? Hanno scritto un pezzo che dice: “Pare che / il mondo giri alla rovescia”. Sarebbe la colonna sonora ideale per quanto riferisci.

  2. skykky dicono:

    Sì, sì… Gira proprio alla rovescia. C’è qualcos’altro che vorrei aggiungere (anche se è un detto “detto e risaputo” e un po’ volgare, pecoreccio e provinciale): “se la mer.. valesse qualcosa, i poveri nascerebbero senza cul.”
    E sono costretta a fare anche il brindisi con i colleghi, io…

  3. margheritai dicono:

    UN BEL CORDO DI MARKETING…
    e che vuoi di piu’?
    credo che …il lucano…se lo becchi lei!

  4. Dulcinea dicono:

    Questo mondo è una discarica abusiva. Poi, a proposito di quello che hai scritto, il modello di vita di molte persone oramai è sempre più quello del vecchio film con Totò e Paolo Stoppa… “Siamo uomini o caporali?”. Amaramente ma non sconfitta, Dulc.

  5. marianna dicono:

    comprendo la situazione. ho come l’impressione che il mondo del lavoro giri sempre così…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *