Spedizione notturna intorno alla mia stanza

La mattina del 21 febbraio 1790, a Torino, Xavier de Maistre, nobiluomo appassionato di scherma e voli in mongolfiera, viene arrestato dalla polizia. Non perché la sera prima avesse ucciso a sciabolate un signore che aveva osato sfidarlo a duello – figuriamoci – bensì per aver partecipato al duello stesso, pratica allora come oggi vietata per motivi di ordine pubblico.

La pena è mite: 42 giorni di arresti domiciliari nel suo appartamento servito dal domestico e in compagnia del cane. De Maistre si trova quindi costretto a passare questo periodo chiuso in casa. Essendo personaggio dotato di notevole spirito d’intraprendenza, ne approffitta per narrarci il periodo di isolamento attraverso un libro di viaggi, ossia Viaggio intorno alla mia stanza, volume in cui per centinaia di pagine il Nostro descrive con estrema minuzia l’ambiente che lo circonda, proprio come se si trattasse di un’esplorazione o di una gita turistica. I muri, gli armadi, lo specchio. Le poltrone. Tutti i soprammobili. In una cassettiera trova un fiore secco, una rosa appassita: le dedica un intero capitolo. Al termine del soggiorno obbligato, il libro viene dato alle stampe: ottiene un clamoroso successo.

L’opera non poteva che avere un seguito: due anni dopo De Maistre si barrica di nuovo nell’alloggio, questa volta di sua volontà, per cimentarsi con lo svolgimento dell’altrettanto avvincente Spedizione notturna intorno alla mia stanza, cronaca assai dettagliata di quattro ore trascorse a pensare passeggiando al buio fra il balcone e la camera da letto. Anche in questo caso, il libro riscuote un trionfo di consensi.

Questa voce è stata pubblicata in informazioni errate. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

7 Responses to Spedizione notturna intorno alla mia stanza

  1. Rots dicono:

    Giura?

  2. FirmatoCkf dicono:

    non è proprio autentico e genuino, è tutto molto romanzato

  3. Lofoten dicono:

    se non fosse per l’epoca direi che ha copiato l’idea dell’ultimo mio libro di 520 pagine “Il giro del tavolo della mia cucina in 1824 giorni.” In omaggio, un navigatore satellitare finto fino ad esaurimento scorte.

  4. Lofoten dicono:

    mi manda suoi estremis bancarie e karta de kredito in busta reservata che ci penso io a fare opperatione e paccheto arriva dopo due giorne. Tu no paga spese de speditione, giuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *