NON CI SON PIÙ I DICIOTTENNI DI UNA VOLTA

Non ci son più i diciottenni di una volta: nella casa di fianco alla mia da alcune ore sta andando in onda una festicciola piuttosto affollata ma silenziosa, con musica anni ottanta (anni ottanta, ragazzi miei, ma come siete conciati?) a basso volume e solo qualche urletto ogni tanto, pure un po’ sforzato, come dire ohè siamo giovani e un pochino ci stiamo divertendo pure noi. Ai condomini pensionati del piano di sotto, questi adolescenti fanno tanta pena che non hanno neppure pensato di battere il soffitto con la scopa o di chiamare la polizia per spaventarli.

E’ una vergogna. Ai miei tempi queste cose non accadevano. Modestamente, il suono era fragoroso e ben udibile in tutto lo stabile grazie all’artifizio degli amplificatori piazzati contro i muri. La gente vomitava dalla finestra, e i carabinieri arrivavano quasi subito minacciando di evacuare l’appartamento con i lacrimogeni. Ricordo che una sera per resistere all’assedio di agenti e vicini inferociti in vestaglia, cominciammo a lanciare gli avanzi della grigliata dal terrazzo.

Questi qui della nuova generazione del 2009 invece ce la mettono tutta. ma non c’è niente da fare. Verso le dieci al colmo della disperazione hanno tentato un karaoke di discomusic revival (diomio che tristezza: avete diciott’anni, avete) ma la performance è stata sospesa dopo pochi minuti per autotimore di eccessivo baccano.

Per le scale e sotto il portone, nessun cadavere, nessun sciame di sgallettate che ridono, nessun vociare di chiacchiere ad alta voce. Così ti passa pure la voglia di gettargli in testa la secchiata d’acqua, o di aspettare l’indomani per tagliar le gomme alla macchina del padre del festeggiato in segno di protesta.

Ragazzi, forza, non deludeteci: un po’ di grinta perdìo! Altrimenti ci tocca andare a dormire.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

57 Responses to

  1. annaba1 dicono:

    è proprio vero… in compenso è pieno di trentenni che si credono diciottenni. Hai appena descritto una festa distruttiva in casa mia…

  2. Quasi quasi vado a farmi il piercing alle sopracciglia.

  3. zauberei dicono:

    Confuso caro in parte darebbiti ragione: ma se penso all’opzione Sandy Marton a manetta alle tre di notte, ringrazio Iddio per questa nevrosi generazionale.

  4. utente anonimo dicono:

    Mi dicono che il portiere avrebbe fatto l’alcool-test a tutti. In caso di superamento dei limiti scatta l’immediato sequestro di i-phone, playstation e annessi.

    Troppo rischioso..

  5. FirmatoCkf dicono:

    Logicko cke non han fatto ckasino, non c’era nessun immigrato, barbone, zingaro o cke ne so, arbitro a ckui dar fuocko per animare la serata. Se ne dovrebbe garantire uno a festa, ckon relativa benzina sufficiente allo sckopo

  6. diamonddog dicono:

    Erano italiani, vero?

  7. lottapia dicono:

    Perché a furia di interagire solo via chat e sms quando si trovano di fronte a delle persone vere non sanno cosa inventarsi di nuovo, quindi il revival è utile più che mai in questi casi….Confuso, potevi irrompere a casa loro armato di cellulare con telecamera con la promessa di farli finire su Youtube, magari si inventavano qualcosa, chissà…

  8. utente anonimo dicono:

    Secondo me ti sei Confuso. Era la festa dei genitori. I diciottenni erano a far casino da un’altra parte.

  9. quilling dicono:

    L’altra sera per strada bisbigliavano così piano che mi son data una ciaffata in faccia che mi pareva una zanzara.

  10. PICCHU dicono:

    I 18enni di oggi sono in bagno a tirarsi le righe tra le pianelle.

    Io a 18 anni occupavo il Liceo Classico a Cagliari e mi facevo la compagna tettona che aveva un lucidalabbra alla fragola disgustoso.

    Però non ci pensavo, al lucidalabbra.

  11. Pianelle? Ciaffate? Ma come parlate, voi giovani?

  12. #8: dice? con tutti quei tatuaggi e i pantaloni a vita bassa?

    lottapia #7: bullismo su youtube.

    diamond #6: credo di sì.

    FirmatoCkf #5: la smetta che poi la prendono sul serio.

    #5: e chi ce l’ha il portiere?

    zauberei #3: ha ragione, meglio il greatest hits della Carrà versione techno ma solo fino alle dieci e un quarto.

  13. utente anonimo dicono:

    Si vede che non hai mai visto le NOSTRE feste :) e 18 anni li compio tra qualche mese :)

  14. utente anonimo dicono:

    ih! ih!

    dancin’ fool

  15. utente anonimo dicono:

    Che amarezza….

  16. diamonddog dicono:

    Te lo chiedevo perchè sotto casa mia tempo fa c’è stata una festa di diciottenni “chicanos”.

    Io ho anche provato a battere sul pavimento utilizzando la zampa della credenza ma non è che mi abbiano considerato molto.

    Mi piacerebbe sapere se hanno bevuto Pampero.

  17. ioeilmiopc dicono:

    pers, mamispiéghi perké da Oslo non c’era verso di lasciarti kommenti sul blog?

    Cioé, non posso dal palmare…. :(

    mentre adesso ke sono akkàsa, sì.

    kekkàzzo, va! Non è più il blog di una volta ke potevo kommentarti anke sotto le koperte o sopra il tavolo della kucina mentre magari stavo sostituendo lapìla dell’orologio!

    Ah! Parlo annòme dei “giovani d’oggi”: guarda ke non è vero un kazzo: noi abbiamo festeggiato i diciotto anni di un’amika in trecento, tutti nudi eddéntro la piscina fumati bevuti e impastikkati a dovere. ah! c’era pure della koka, ma questo posso skriverlo qui? o i vekkietti ke lo frequentano, ‘sto blog, si skandalizzano?

    tum tum tum…. tam tam tam…

  18. zauberei dicono:

    Piccì hai omesso colpevolmente il dato musicale. Perchè se stavate tutti naa piscina ad ascoltare “Lasciatemi cantare colla chitarra in mano”, o quarcosetta di più esotico tipo “Carrie” degli Europe, beh allora artro che coca era mejo la cicuta.

  19. FirmatoCkf dicono:

    Tueiltuopc, ckonsentimi, adesso si spiegano tante ckose…

  20. lottapia dicono:

    Sei tu che sei vecchio Confuso, ieri per stare bene insieme alla gente senza parlare c’era la musica, oggi basta mettersi davanti a uno schermo a chattare o mandare giù due pasticche, così i vicini non disturbano. La qualità della solitudine è migliorata decisamente.

  21. FirmatoCkf dicono:

    ha ragione la signorina lottapia, signor Ckonfusa s’aggiorni!

  22. quilling dicono:

    Io-eiltuopc, vada a lavarsi la bocca con l’aceto che simil nefandezze manco voglio immaginarmele…

  23. PICCHU dicono:

    Ho incontrato una 18enne oggi e gli ho regalato la tovaglietta per fare pic nic. Quella mi ha dato uno schiaffo perchè mi ha detto che lei non viene a fare camporella con me.

    Guarda che sono disinibite oggi eh.

  24. ioeilmiopc dicono:

    quilling, manko ti rispondo kesennò ti riempio di kalci nel kulo!

    ckf, kosa, kosa si spiega? ;)

    zauberei, però prima voglio la mela, eppùre un regolare processo (…) e… dio Socrate!, porkosocrate!!!!

    quilling. ehm.. (devo resistere, dài, piccì, smettila e resistiamo!)

    quilling (nooooooo!)…

    quilling ùàò+è..§ò+èòè+pùàò

    quilling … (non lo fare, keqquì son tutti vekki perbenisti!)

    quilling …

    quilling … ma vaffankulo!

  25. FirmatoCkf dicono:

    tueiltuopc, si spiega ad esempio il tuo ultimo messaggio ;D

    Fumatrice pastickckomane :P

  26. lottapia dicono:

    Picchu: ma cosa c’era disegnato sulla tovaglietta?

  27. CyberTroll dicono:

    Beh, se vuoi ti presto i miei vicini di casa con tanto di bongo e vociare stridulo!

    Londo

  28. Paxos dicono:

    @ PortaPia: forse era la tovaglietta del Twister su cui ci sono disegnati i tondi colorati e con gli amici ci si intreccia a vicenda. E’ una sorta di camporella scomoda targata Mattel o Giochi Preziosi o chi volete voi.

    Comunque questo post mi ha fatto venire la depressione. Ma non è colpa di Confucio. E’ solo che mi volto indietro e vedo le 4 disgrazie del Canova clonato che mi ha assegnato il comune per passare il Sabato sera.

    Voi….mi capire vero?

  29. FirmatoCkf dicono:

    In realtà signor Paxos non la ckapiscko… ckosa sta dicendo?

    E poi ckos’è tutta sta ckonfidenza ckon la signorina Lottapia, cke vi rickordo, malgrado tutto è anckora la mia protetta? Una rosellina mentre cks non vede @>-,-

  30. ehi ehi, passi per l’abuso di k e ck, ma i vaffanculo no, dai.

  31. CyberTroll: non è che per caso ha pure un pensionato sordo e insonne che di notte guarda rai2 a volume +60?

  32. quilling dicono:

    Ho l’impressione che lui-e-il-suo-pc debba essere uno di quei diciottenni di una volta.

    Forse anche di meno.

    Lofoten

  33. lofoten dicono:

    ahahahahaah Portapia è bellissimo.

  34. prefe dicono:

    minchia, che quadro desolante!

  35. ioeilmiopc dicono:

    ooooh!

    ma insomma, perké mi attakkate sempre tutti??!?

    ettù, konfu, mai ke prendi le mie difese…

    grrrrrrrrrr

  36. Paxos dicono:

    @io,tu,egli,noi,voi,essi eilmiopc: ma non sei tu la vittima. E’ solo che ci facciamo i dispetti. Come a scuola, ogni tanto lanciamo a tradimento pallette di carta tutti contro uno. Però facciamo a rotazione.

  37. Strato2006 dicono:

    Bello questo servizio di pura fantascienza. Te li do io i diciottenni… ;)

  38. Paxos dicono:

    Cameriere, unA diciottenne perfavore!

  39. utente anonimo dicono:

    Liscia?

  40. PICCHU dicono:

    X Lottapia: era un omaggio alla mia terra, al mio lavoro “Fate l’amore con il pastore”.

  41. non litigate, dai. Fate come dice picchu.

  42. quilling dicono:

    Cioè che dobbiamo fare l’amore con il pastore??

  43. funku dicono:

    è tutta colpa di Legrottaglie.

    e di Gesù ovviamente.

  44. PICCHU dicono:

    X quilling: non te la prendere con i pastori.Sono gli unici che amano le pecore veramente

  45. lottapia dicono:

    Picchu, hai ragione, solo che va bene che non ci sono più i diciottenni di una volta ma magari una pecora di diciotto anni non se la sente di assecondare le tue avances, per quello ti ha mandato a pascolare….I pastori ameranno pure davvero le pecore ma non è detto che queste ultime debbano assecondarli sempre e comunque…

  46. quilling dicono:

    Comunque è vero io ho sentito addirittura che una pecora ha lasciato un pastore per un alpino.

  47. utente anonimo dicono:

    …Per non parlare dei tantissimi uomini che vorrebbero possedere le donne come fossero pecore senza manco la scusa di essere pastori…

  48. utente anonimo dicono:

    gracias, hacia tiempo que no me reia asi!

  49. PICCHU dicono:

    Mmm forse hai ragione…

  50. Non so se sia pertinente ma a me la pecora piace al forno, con le patate al rosmarino e un filo d’olio.

  51. Paxos dicono:

    A me invece piace indossarla!

  52. utente anonimo dicono:

    ma sei fuori?? il sushi e’ squisito! pesce crudo, cioe’ nella sua piu’ pura essenza…una delizia!

  53. utente anonimo dicono:

    Menti! Trovare un diciottenne che scolta disco 80, macari più facìle fare sbanga al superenarotto.

    No, no e poi no! Me magno er cappello come Rockerduck!

  54. utente anonimo dicono:

    buon vecchio matuza. sei tu che non concepisci il fandastico mondo dei giovini. quellillì erano già in acido prima di pensare di organizzare un festino. e poi gli auricolari un wi fi che te li sogni, per un viaggio individualistico ipoddiano? e delle diciottenni di ora ne vogliamo parlare? che l’orgia era già scattata alle nove. e sotto il karaoke si nasconde di sicuro qualche attività di riciclaggio di denaro sporco. e mentre il vecchietto pensava se chiamare o no i vigili, l’infiltrato digos all’interno del festino aveva già tutta la situazione sotto controllo. guardie e ladri correndo si evolvono a catena, fratello. sei tu che non li capisci i giovini.

  55. PICCHU dicono:

    Va bene eccelso. L’importante è che quel filo d’olio sia extravergine.

  56. utente anonimo dicono:

    Egregio signor Confuso mi conceda di segnalarle un’eccezione sì che la sua regola sia confermata. Sabato passato in una tranquilla borghesuccia via di questa nostra Milano non più da bere, s’intrattenevano due centinaia di puberi in festa in 50mq scarsi dd’abitazione:la mia.Ora, vero è che l’occasione, come si dice, fà l’uomo ladro! Sta di fatto che nonostante alcune miserevoli laconiche raccomandazioni e il trasloco di massa di tutte le supellettili non è stato possibile rimuovere alcuni strumenti quali la batteria, due chitarre e relativi amplificatori con distorsori annessi che insomma, potevano sembrare un invito ad essere percossi più che suonati;che tramite un mercato borsaneristico sono stati introdotti in casa svariati litri di super alcoolici, che la genitrice in questione è stata perentoriamente allontanata con minacce varie. Via la gatta i topolini si sono lanciati nelle danze…ecco beh allora, i vigili non sono arrivati perchè i vicini del piano di sopra si sono autoinvitati pensando a un pigiamaparty cantando a squarciagola (penso qualche tipico brano havy-metal ma di questo non sono certa) In compenso ci messo circa 24 ore a riprendermi dallo choc della situazione tipica da the day after…signor Confuso, io sarò anche la Mammagallina più confusa di Milano ma a me sti qui altro che babbioni mi sono sembrati…Sana, si fa per dire, vitalissima giovanile “CONFUSIONE”! (bello rileggerla ogni tanto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *