SIMULAZIONE DI UN ACQUISTO DI BIGLIETTI SUL SITO DELLE FERROVIE DELLO STATO

Buonasera, vorrei un biglietto del treno.
Buonasera, benvenuto sul sito delle Ferrovie dello Stato.
Grazie.
Digiti la stazione di partenza e quella di arrivo.
Ecco fatto.
Ed ecco a lei gli orari, caro amico. Selezioni quello che preferisce.
Uh, questo delle 17.13 fa proprio il caso mio.
Mi spiace, quello non è vendita. Vede? Non c’è il simbolo del carrellino, a fianco: al suo posto sta scritto la parola NO. Mi sembra evidente.
E perché non posso comprarlo?
Eh, quante domande. Provi a sceglierne un altro.
Uffa ma io volevo quello delle 17 e..
La smetta! Prenda quello successivo.
Va bene. Non si arrabbi, per cortesia.
Ora indichi la tariffa fra quelle qui sotto elencate:
  – 39/As
  – Flexi Amica Titolari Carta Blu
  – Conc. spec. III viaggi isolati
  – Conc. spec. III 30% con accompagnatore WQA.

E… quella normale, per noi mortali, non c’è?
Normale in che senso, scusi?
Dico: la tariffa normale, per un adulto maggiorenne, senza convenzioni, senza niente.
Pare di no, non c’è. Strano, fino a poco c’era.
Quindi?
Nel dubbio, ne scelga una a caso. Magari la prima, 39/As.
Cosa vuol dire questa sigla?
Mistero, forse nulla. Procediamo?
D’accordo. Se lo dice lei.
Desidera avvalersi della consegna biglietti in modalità self service?
Eh?
I biglietti, li vuole in modalità self service?
In che senso?
Non mi risponda con un’altra domanda, perdio.
Scusi. Certo, desidero il self service, qualsiasi cosa esso sia. Tanto risulta l’unica opzione disponibile.
E comunque, nella sua stazione di partenza non è previsto il self service.
Ah. Allora non posso partire?
Sì, invece, può. Basta che paghi. Era un tentativo di disorientarla. Così, per scherzo. Procedo all’acquisto?
Proceda, proceda.
Ottimo. Digiti la password.
Quale password?
Oggesù, un altro. Il duemilaottocentoventiquattresimo soltanto stamattina. Non ha la password. Lei è impazzito, vorrebbe comprare un biglietto senza password, si rende conto?
Che c’entra, scusi. Se compro i biglietti in stazione mica mi chiedono una password!
Sì ma qui è diverso: siamo su Internet. Vogliamo la password.
E io non ce l’ho.
E allora deve registrarsi.
Nooo…
Sì, purtroppo. Purtroppo per lei, intendo. Deve andare dal mio collega qui di fronte – quel signore laggiù, si occupa delle password – compilare questo modulo e aspettare. Ci risentiamo tra un po’. Vada, vada.

Rieccomi, pant. Ora ho la password.
Bravo.
Per ottenerla ho dovuto litigare col suo collega e prenderlo a schiaffi, voleva a tutti i costi fregarmi con domande a trabocchetto, iscrizioni a newsletter truffaldine e quesiti di cultura generale. Ma alla fine me l’ha data, la password.
Me la mostri. Perfetto. Ora però deve cambiarla.
Di già? Ma se me l’avete appena mandata!
Sì ma questa è una password nostra: provvisoria. Ora deve digitarne un’altra, definitiva. Una parola di sua fantasia. Deve sceglierla lei.
E non potevate farmela scegliere subito??
In effetti… Però la pianti di lamentarsi, per cortesia. Cambi ‘sta password così concludiamo.
Quanta pazienza. Dunque, la mia nuova password è… questa qui.
No, deve contenere sia lettere sia numeri.
E figuriamoci. Voilà, ho aggiunto un 2 in fondo.
La ridigiti, per sicurezza.
Madonnamia aiutami: la riscrivo, sempre la stessa. Adesso, mi può lasciare il mio biglietto?
No. Mi scriva qui da dove vuole partire e dove vuole arrivare.
Ancora? Me glielo ho già detto prima!
Quella sessione è finita, e io mi sono dimenticato tutto.
Ma sono sempre lo stesso, quello di prima!
Impossibile: quello di prima non era registrato, lei sì.
Insomma, dobbiamo ricominciare daccapo?
Esatto. Buonasera, signore, e benvenuto sul sito dello Ferrovie dello Stato.
Buonasera a tua sorella.
Digiti la stazione di partenza e quella di arrivo.
Però non è giusto, dai.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

84 Responses to

  1. mobyfan dicono:

    Sei geniale

    Si nasce con quest’attitudine.

    Baci.

  2. _Maxime_ dicono:

    Se avessi avuto il badge viola tutto questo non sarebbe successo. ;)

  3. Strato2006 dicono:

    Vero vero vero… e non ti dico al supermercato per 6 uova e un etto di farina…

  4. utente anonimo dicono:

    E’ un sito snervante quello di Trenitalia! riescono a farti passare la voglia di acquistare!

  5. utente anonimo dicono:

    Sono stata bannata circa 200233 miliardi di volte e mi hanno bloccato pure la postepay perché ho scritto la password sbagliata per ben due volte. ‘Sti stronzi.

  6. MmeLeSpectacle dicono:

    una delle esperienze più snervanti che una persona possa avere

  7. Domodeva dicono:

    Sono esperienze che ti provano e ti capisco…Ma poi fosse solo Trenitalia, sarebbe facile…magari decidi di viaggiare in aereo, ma così non è…purtroppo ci hanno ridotto a litigare con una segreteria per qualsiasi cosa…che roba demenziale!

  8. utente anonimo dicono:

    …questa mattina:

    – buongiorno, vorrei cambiare questo biglietto.

    – ma è timbrato.

    – sì, lo so. ho avuto un contrattempo e non posso partire.

    – e come faccio a sapere che lei non abbia già usufruito di questo titolo di viaggio?

    – è un biglietto a prenotazione esclusiva e il treno con quel numero per quella destinazione con la data di oggi…parte tra due ore e mezza.

  9. profondoblog dicono:

    seeee e magari poi c’è pure sciopero dei treni!!!!

  10. lofoten dicono:

    Sì però dei traghetti non ne parla nessuno…

  11. FirmatoCkf dicono:

    ma io ckompro sempre i biglietti online, e nn ho mai problemi, ma su cke sito andate?

  12. diamonddog dicono:

    E anche nella migliore delle ipotesi in cui tu riesca a concludere la transazione, poi in treno al controllore devi dare il codice che ti mandano via SMS.

    Non so se avete mai visto gli SMS che ti mandano, lunghi un kilometro e a spezzoni.

  13. Uh, che bello, agli sms non ci sono mai arrivato, mi sono sempre arreso prima. Ce ne parla?

  14. Strato2006 dicono:

    No, ci invia una mail…

  15. sgtpippo dicono:

    lo fanno apposta: qualunque cosa tu debba fare dopo al computer, sembrerà una bazzecola.

  16. lottapia dicono:

    Confuso, ha pienamente ragione!!! Un mesetto fa io e una mia amica dovevamo andare da Roma a Lecce di notte. Tramite il sito infernale avevamo prenotato 2 cuccette. Giuro. Invece arrivate lì ci accorgiamo che i 2 posti c’erano ma dalla prenotazione e dall’atteggiamento insultante del capotreno (“Ma nun lo vedete er prezzo? E voi volevate viaggià in 2 co’ sto prezzo in cuccetta? Eh io allora so la Reggina d’Inghiltera!”) non risultavano essere cuccette ma semplici posti a sedere. Ergo, viaggio infernale con 4 anziane insonni, logorroiche e ipocondriache che, non so voi, ma di certo seppelliranno me e la mia amica. Eppure noi al momento di prenotare l’avevamo detto al sito: “prendiamo 2 cuccette”. Forse non ci ha sentite… e meno male che la tecnologia dovrebbe semplificarti la vita…mah

  17. Strato2006 dicono:

    Oh my dear Lottapy: due cuccette… per cani?

  18. voltolina dicono:

    Fantastica questa simulazione!

    Per la prossima suggerisco di provare a fare un biglietto internazionale… Assolutamente impossibile, vietato, NO: mi sembra evidente…

    Eleonora

    http://repubblicadeglistagisti.blogspot.com/

  19. lottapia dicono:

    :) In effetti, anche senza cuccette abbiamo viaggiato da cani lo stesso, quindi il risultato dopo tutto lo abbiamo ottenuto…. e con la minima spesa! WOW!

  20. lofoten dicono:

    Io non ho nessuna esperienza di prenotazioni online per qualsiasi mezzo di trasporto.

    Vado alla mia agenzia di fiducia dove c’è una signorina che quando uno entra la smette subito di chattare col fidanzato e dice prendendo il telefono “Tirrenia? Due, fine settembre, agevolata…”.

    E mi fa aspettare perlomeno un quarto d’ora.

  21. diamonddog dicono:

    Beh non c’è molto da dire.

    Una volta acquistato “on-line” ti chiedono se vuoi andare alla biglietteria a farti stampare il cartaceo prima di partire oppure vuoi l’invio di un “breve” SMS che ti riepiloga le coordinate del viaggio.

    La prima opzione è umoristica.

    Se hai il tempo di fare la coda alla biglietteria automatica che cacchio acquistavi a fare on line?

    E allora scegli la seconda.

    Ti arriva praticamente un SMS con tutte-ma-proprio-tutte le informazioni che normalmente sono stampate sui biglietti.

    Che se hai un SAGEM da 29,90 comprato all’Esselunga come me ti arriva il messaggio a puntate.

    E magari non basta la memoria interna e le ultime puntate (quelle col mitico codice prenotazione) non ti arrivano mai.

    Tutto qua.

    PS Io acquisto online solo se devo partire da stazioni tipo Capracotta o Pomezia Sud, notoriamente prive di qualsivoglia apparato logistico (biglietteria umana compresa).

  22. zauberei dicono:

    Non solo è tutto vero ma do un consiglino a Herr Confuso et confuseurs: nun bisogna assolutamente fare codesto viaggio ner sito trenitallia con quel cazzobubbolo della tim per navigare, perchè lo sconfonde e ti rubba tutti i soldi e poi il biglietto di ritorno dal luogo disperso donde stavi come lo paghi?

    Provare per credere. Si sono catafottuti 30 euro per due ore di conflitto con trenitalia.

  23. FirmatoCkf dicono:

    mah… ma a me vien ckosì semplice 1 solo sms, posto prenotato, aria ckondizionata, presa x il portatile… ristorante a bordo treno!

    Ma d cke parlate?

  24. Strato2006 dicono:

    Slurp: ettecredo, dopo st’esperienza (mistica) ti sei pure scolorita… ;)))

    Ckf: si parlava dei treni reali, il tuo dev’essere ckiaramente un gioco di ruolo… ;D

  25. utente anonimo dicono:

    Sono anni che prenoto e acquisto biglietti nel sito delle ferrovie e non ho trovato problemi; sì, d’accordo, è un po’ lungo però funziona… bene per quanto mi riguarda

  26. Mnasi dicono:

    io penso di avere almeno 3 account attivi, e il doppio di password. E non riesco mai a trattenermi dal scegliere la tariffa amica, è troppo carina: solo che non c’è mai.

    La cosa più assurda sono i cambi di treno, dove puoi comprare soli gli abbinamenti che convengono a loro…

  27. ReginaDelconato dicono:

    questa è da corto (!)

  28. a_g dicono:

    provate il sito della sncf (ferrovie francesi).

    vi verra’ voglia di baciare con la lingua (french kiss) tenitalia.

    esempio: acquisti online, ma devi PER FORZA andare in biglietteria a farti stampare il tutto.

    e se lo fai in italia, paghi pure 5-6 euro per fartelo stampare.

    geniali.

  29. Ma che c’entra, quelli son francesi. :)

  30. zauberei dicono:

    Confuso non stento a CrederLe.

    Ah ma ci sono dei Sitacci in giro!

    Dei Sitacci tremendi!

  31. soledimattino dicono:

    è esattamente come l’hai descritto

  32. lofoten dicono:

    Scusino la mia assenza.

    Ma io il treno non lo prendo mai.

  33. utente anonimo dicono:

    A me arriva per email la prenotazione con tanto di “codice di prenotazione” ed anche sms. ma nonostante abbia la stampa della email e l’sms ben salvato sul cellulare…tremo ogni volta che porgo il foglio al controllore…ma fin’ora è andata bene!

    Giuli

  34. superpollicino dicono:

    Basta Pers,

    cambia stile. I tuoi pezzi sembrano i quadri degli impressionisti: danno sempre la stessa impressione!

    ps sono stato pagato per questo lavoro… pagami di più e dirò cose bellissime!

  35. utente anonimo dicono:

    Nel caso a qualcuno interessi:

    TARIFFA 39 e 39/AS

    Treni ammessi : Sui treni Regionali è consentito effettuare un solo viaggio, sul percorso richiesto, a condizione che lo stesso sia previsto tra le soluzioni di viaggio offerte dalle FS. Per i soli biglietti del collegamento Leonardo Express (TARIFFA 1/TER serie A) la scadenza della validità è la stessa prevista per i viaggi di corsa semplice (4 ore determinate dall’ora di partenza del treno). Il biglietto può essere acquistato con un anticipo di 7 giorni dalla data di partenza. Non è valido in appoggio a Tessera ICPass.

    Cambio del biglietto : NON è possibile anticipare la partenza.

    NON è ammessa la sostituzione del biglietto né il cambio classe.

    Accesso ad altro treno regionale

    Il viaggio deve iniziare entro 4 ore dall’orario di partenza del treno indicato sulla ricevuta/ biglietto. Al viaggiatore che si trovi in treno allo scadere del termine di validità del biglietto, è consentito proseguire il viaggio già iniziato fino alla stazione di destinazione indicata sul biglietto, senza effettuare fermate intermedie. Esempio: per un biglietto con inizio validità dalle 10:15, la scadenza di validità è alle 14:15; il viaggiatore che venga trovato su un treno con partenza d’orario alle ore 14:16 è considerato sprovvisto di biglietto e regolarizzato secondo la normativa in vigore . Nel caso in cui i viaggiatori prendano posto in vetture di prima classe per mancanza di posti nella seconda e avvisino il personale di bordo, la regolarizzazione avviene a tariffa competente e senza applicazione di alcuna penalità.

    Rimborso : NON è ammesso il rimborso del biglietto acquistato online

  36. utente anonimo dicono:

    Chiarissima, no? ^^;;;

  37. superpollicino, ho capito, è un nuovo servizio internet, il troll a pagamento. Mi mandi il tariffario.

  38. superpollicino dicono:

    Commento ironico: €. 2

    Sarcastico: €. 3,50

    Parolaccia: €. 37

    Sputtanamento: €. 50

    Finto azzuffamento: €. 72

    Intervento appropriato: €. 90

    Lusinghe: €. 100

    Leccaculaggio: €. 150

    1 “ti ricordi…?” €.200

    Parlare di una ristretta cena

    tra blogger VIP €.300

    ALTRE PRESTAZIONI €. 500

  39. zauberei dicono:

    Confuso, non si lamenti. Pollicino è evidente che di arte non capisce una sega, visto che lui sconfonde un Renoir con un Manet.

    Detto ciò pensi a me che oggi ho cancellato per una 25ina di voltea un tipo che mi intimava di prenderlo da sola ner didietro.

    Che poi da sola.

    Ahò mica è facile.

  40. Capitanfeendoos dicono:

    Ma non hai una segretaria per fare questi lavori? ;)

  41. utente anonimo dicono:

    Pollicino, il #45 faceva una domanda a Personalitaconfusa, te non ti aveva neanche cacato. Vedi di intendere bene, che qui di materazzipazzi ne è bastato uno! ♡

  42. superpollicino dicono:

    Lo so. Ora l’ho capito. Uno lancia un sassolino… una briciola… e… niente.

    A proposito, Perso, sai che è successa anche a me questa faccenda della password etc. Ed io ho registrato tutto di nuovo a nome di mio fratello. Super…, si, insomma, quello li!

    Mai e poi mai mi sarei messo a perdere tempo con il CALL.

    Si sa, sono dei fetusi.

    Però il post è bello. Descrive i tempi che corrono.

    SUPER POLL!

  43. utente anonimo dicono:

    è successo anche a me, avevo il badge blu

  44. utente anonimo dicono:

    Vorrei spezzare una lancia a favore di Pollicino. Sicuramente i trolls sono un’invadenza in un blog. Un po’ come quando ti si appresenta qualcuno in casa senza essere invitato. Però è anche vero che i blog diventano l’autocelbrazione dell’autore cui tutti gli amici, per una sorta di dovere morale, tributano quotidianamente un revernte saluto.

    Questo per chi legge, e fa il semplice spettatore, diventa noioso. Mentre è controproducente per l’autore del blog che sentendosi sempre osannato, omaggiato e “sciosciato”, davvero crede di scrivere cose stupende e che gli altri non saprebbero scrivere.

    Ora per esempio a me piace Personalità (e dammi quanto è: 100€?) perchè scrive in un bell’italiano e ha sempre dei racconti belli e ben descritti.

    I commentatori invece sono, spesso, dei parassitacci. Vale anche per Superpollicino…

    In conclusione qualche critica farà bene all’autore e ai parassiti.

    Pollicino, torna dalla mamma e non fare più il cattivo.

  45. superpollicino dicono:

    Senti n. 51 parassita sarai tu. Io semplicemente passavo di qui per salutare Perso.

    Anche a me piace come scrive e i suoi racconti come quello della mosca, di tanti anni fa che mi colpì molto.

    Il punto è che ormai …

    niente… non posso dirlo… mistero…

    Qualcuno però lo sa…

    E’ quel fatto lì… che poi ci sono anche le foto… e una password segreta… un nick che non sa nessuno… e quel tipo che aveva registrato tutto..

    SCERZO!!!

    Il mistero comunque costa €. 550!

    attira un sacco di gente, il mistero, e ci vuole tecnica per farlo riuscire…

    SUPER POLL!

  46. utente anonimo dicono:

    Pollicino, sei proprio un biricchino.

    Comunque qui non siamo nè al bar a fare quattro chiacchiere, nè al cinema, con spettatori di ogni dove, che pagherebbero qualsiasi cifra pur di non perdersi il nostro scambio di battute, quasi ci fosse un film con Pitt e Jolie.

    Siamo a casa di Personalità confusa.

  47. utente anonimo dicono:

    Insomma, smettiamola.

    Dov’è il padrone di casa? Perchè non si fa sentire?

    Troppo spazio. Dai un dito e la gente si prende tutta la mano.

    Via!

  48. superpollicino dicono:

    Me ne vado. Me ne vado.

    Ma un brindisi a Perso!

    Qui ti vogliamo tutti bene!

    ps brindisi €. 999 (scontato)!

    BACI E ABBRACCI

  49. thepinkinside dicono:

    Io pure non ho mai capito quelle sigle strane delle tariffe. Pensavo di essere l’unico idoita. Fondiamo il “club delle persone che non capiscono le tariffe delle ferrovie dello stato”. Si iscriveranno in molti.

  50. lofoten dicono:

    Lui se la canta e lui se la suona. Come dicono dalle mie parti.

  51. Strato2006 dicono:

    Allora è proprio come me! Loffy cara, “dalle tue parti”… in quante parti ti hanno fatta?

  52. FirmatoCkf dicono:

    dalle mie dickono pure l’indiffereza è il peggior disprezzo… ckiudiamo il ckapitolo supertroll?

    ckmq, Lofoten è qui è lì e in ogni dove, tipo Natalia Estrada quando stava ckol figlio d Berlusckoni

  53. Strato2006 dicono:

    Lofoten è uno stato d’animo.

  54. lottapia dicono:

    E io che, da neofita quale sono, ero rimasta ai troll norvegesi…Però mi incuriosisce la psicologia di chi fa cose del genere, pare che abbiano scritto anche dei libri a riguardo…solo che la definizione di troll data da Wikipedia è talmente ampia che adesso ho paura di rientrarci pure io con i miei commenti, anche solo per sbaglio… però continuerò, sull’onda della frase che pronunciava Al Pacino- il Diavolo ne L’Avvocato del Diavolo: “Ah, la vanità! Decisamente il mio peccato preferito!”

    utente anonimo: l’errore di Ckf è scusabile, anche il figlio di Berlusckoni sta con una soubrette, dopo tutto, ed entrambe hanno fatto carriera grazie a un Berlusconi, quindi confondersi è piuttosto facile…

  55. Strato2006 dicono:

    Quindi non viaggiano in treno…

  56. Strato2006 dicono:

    Nel senso di “Abba Cadabba”?

  57. lottapia dicono:

    @Loffyna e Strato: Superpollicino vive nel mondo delle fiabe e allora tutto possibile, no?

    @Superpollicino: bisogna fare un uso appropriato delle citazioni. Del resto, se lei dice di non valere l’unghia del pollice destro di Confuso, sono certa comprenderà se non ho scomodato Cicerone.

    @Strato#64: no, loro viaggiano solo in yach col vento in poppa, gli stessi su cui salgono certe soubrette, salvo poi lasciare le navi prima che affondino…che invidia!

  58. Strato2006 dicono:

    @ SuperTrollicino: visto che vivi nel mondo delle fiabe, cita piuttosto Calimero; oppure, che so io, le Winx, ecco meglio così passi anche per moderno; gli antichi li lasciamo al Sommo Maestro Confu§o (tanto abbiamo capito che tu sei nient’altro che una sua nuova identità, creata così per metterci alla prova e forse vincere la noia);

    @ Lottapilla: carissima, ciò che dici è vero: yacht, soubrettes, poppe, berlusconi… mi pare un quadro coerente; chissà che fine fanno le poppe a bordo di certi yacht, con tutto quel silicone, in caso di naufragio…

  59. utente anonimo dicono:

    esattamente così.

    Un incubo.

  60. FirmatoCkf dicono:

    nn ckredo sia un’identità del ckonfuso… è troppo euforicko!

    Ckmq grazie Lottina mia, sempre pronta a farmi da sckudo, ma l’importante è cke si sia ckapito ckosa volessi dire… ancke se nn m rickordo bene, oggi sn pocko reattivo e arguto, sarà il raffreddore, ckmq v annuncio ufficialmente cke siamo fuori topick, e fra pocko arriva il tipo cke nn s firma a dire cke siamo prepotenti e cke dovremmo andarci a fare na pizza e bla bla… a proposito Lottina, ho prenotato per due in un lockalino vicino al Pincio, a cke ora la passo a prendere?

  61. utente anonimo dicono:

    Non trovo giusto usare questo spazio per le vostre diatribe stupidotte escludendo così gli altri commentatori.

  62. Slurp dicono:

    Ckf sarai mica “paragnosta”…?!

  63. zauberei dicono:

    Salve a tutti

    Sapete che io temo che 74 abbia ragione?

    Vorrei che Confuso si esprimesse, fuori di ridarellume, in proposito.

    Non credo che a tutti i blogger faccia piacere la ciacciola in zona commenti.

    Io avverto un irresistibile desiderio di venire a ciaccolare qui:))))

    Ma poi mi sento in colpa.

  64. diamonddog dicono:

    Ehi che è successo?

    Uno lascia un blog con l’atmosfera di “a mille ce n’è” e lo ritrova infestato!

    Ad ogni modo avere un troll è tipico delle blogstar.

    Tipo quelli che telefonano ansimando la notte a Christina Aguilera.

    La celebrità ha i suoi pro e i suoi contro(ll).

  65. utente anonimo dicono:

    Io ho provato a telefonare di notte al Confuso.

    Era lui che ansimava al telefono.

  66. lofoten dicono:

    L’inquilino al 74° piano ha ragione da vendere.

    Propongo di spostarci tutti sul blog “La combriccola sbirucillosa” e scambiarci le gif animate e luccicose.

  67. lottapia dicono:

    Ma non è che il Supertroll è una vendetta del sito di Trenitalia? In realtà il suo vero nome è Supertrolley e si attiva automaticamente sui blog quando qualcuno parla male della procedura di acquisto biglietti sul sito Trenitalia…guardate cosa è successo a me col cellulare: ho parlato male di Vodafone e il giorno stesso è affogato nella mia borsa in mezzo litro d’acqua. Guardate che questi qui non scherzano!! Confuso, per farsi perdonare acquisti biglietti per noi tutti, così la veniamo a trovare a Milano, magari le fanno anche lo sconto comitiva, chissà….

  68. FirmatoCkf dicono:

    ovviamente quelli meno dotati d senso dell’umorismo nn han ckapito cke l’ultimo post finisce ckon 1 provockazione a tutti voi, bravi!

    Ckmq, nn ckredo cke nex1 obblighi nex1 altro a leggere ckommenti, finckè il buon sig. Ckonfusa porta pazienza e nn c ckaccia a pedate, m volete dire ckosa m può importare d esckludere qlck1 cke nn ha nemmeno il ckoraggio d ckrearsi un’identità virtuale?

    Tornando nell’argomento principale, avete mai notato cke c’è la possibilità d scegliere la tariffa amicka, cke da 1 supersckonto, ma poi i biglietti nn sn mai disponibili? v siete ckiesti xckè?

    p.s. sig.rina Slurp, paragnosta ce sarà! :P

  69. palladipelo dicono:

    sputato, preciso, “intifico” alla “vera realtà vera”!

  70. lofoten dicono:

    nex1 è veramente magnifico.

  71. Paxos dicono:

    Ma bloccare il tizio no?

  72. Strato2006 dicono:

    “Sul web ognuno è libero di rendersi ridicolo in base alle sue capacità”

    CaptainHowdy, Settembre 2008, come commento ad un mio post su certi…

  73. Strato2006 dicono:

    …ma è stato blockato davvero?

  74. utente anonimo dicono:

    Una delle migliori analisi di usabilità mai lette in vita mia! :) giovanni

  75. camuciolo dicono:

    Un genio! mi sembravo io qualche mese fa che volevo acquistare un biglietto per dove dovevo andare, ma per andare dove dovevo andare son dovuta andare in stazione!!!!!

    ‘Orca rotaia!

  76. akiro75 dicono:

    dovrebbe far ridere ma invece è proprio tutto così.

    Ho tentato anch’io di acquistare un biglietto per un amico e tra opzioni nascoste e sigle incomprensibili ho dovuto rifare il tutto 3/4 volte.

    Usabilità zero.

    Ma in fin dei conti, chi di voi ha già usato il/la form per inviare un reclamo? è addirittura centomilamilamila volte peggio!!! agghiacciante! 8D

  77. nephie dicono:

    Pensavo rispondesse così soltanto a me, il caro signor F. S. Mal comune mezzo gaudio?

    ;-)

  78. utente anonimo dicono:

    E’ uno dei dialoghi più diverteneti che io abbia mai letto su un blog..

    è inquietante pensare che in buona parte è vero!

    faina

  79. utente anonimo dicono:

    Il metodo Cassandra è ancora migliore… ravano nel sito fino a capire quanto mi costa… poi prendo la bici e vado in stazione a far eil biglietto (meno male che non sto lontana).

    Risultato: quasi sempre cambio treno, tariffa e orario! :(

  80. formal gown uk dicono:

    Its such as you read my mind! You appear to understand so much approximately this, such as you wrote the ebook in it or something. I believe that you can do with a few % to pressure the message home a bit, but other than that, this is magnificent blog. A great read. I will certainly be back.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *