SULLA LOTTA A COLORO CHE ALL’USCITA DELLE PIZZERIE RESTANO A PARLARE FINO ALLE TRE DI NOTTE DEI GIORNI FERIALI TENENDO SVEGLI I CONDOMINI DEGLI ALTRI PIANI

Cari amici, vorrei oggi convertirvi ad una giusta e meritevole causa: la lotta senza quartiere a quelli che all’uscita delle pizzerie restano a parlare per ore fino alle tre di notte dei giorni feriali tenendo svegli i condomini degli altri piani. Per carità, nessun moralismo, in fondo può capitare. E tuttavia, ho avuto modo di verificarlo, il semplice e gentile invito ad allontanarsi talvolta non risulta sufficiente:

– E allora le ho detto ma guarda che non è così, io non c’entro, cioè
(dalla finestra)Scusi.
– Sì?
Potrebbe abbassare la voce? Sono le tre di notte, domani è mercoldì e io, se non vi dà troppo fastidio, vorrei dormire.
– Ah sì, ce ne andiamo subito. Urca, già le tre. Comunque, ti stavo dicendo, le ho detto che non era così, la colpa era di quell’altra che
(dalla finestra)Sentaaaa…
– Sì, ho capito, ma non m’interrompa sempre che perdo il filo!

Per evitare questo genere di scocciatori, conviene a volte usare un approccio fermo, deciso, ma conservando comunque i modi civili dell’interazione urbana:

– E allora le ho detto ma guarda che non è così, io non c’entro, siamo
(dalla finestra)Signori, posso?
– Certo, dica.
Molto gentilmente, se non avete nulla in contrario: volevo chiedervi una cortesia. Siccome è tardissimo pur dovendo svegliarmi fra quattro ore, il vostro cicaleccio qua sotto casa mi impedisce di prendere sonno, ho pensato di venir qua fuori al balcone a chiacchierare pure io con voi.
– Volentieri.
Ho ascoltato tutti i vostri discorsi e li trovo molto interessanti. Solo una cosa non ho capito, e a tal proposito, avrei da porvi una domanda.
– Quale domanda?
Una semplice curiosità: ma voi, per caso, non è che vi levereste dai coglioni?
– Prego?

Ecco la mala parola, l’offesa. Non va bene, troppo diretta, si rischia di innervosire l’interlocutore da basso e ottenere la reazione inversa (per ripicca, resta lì a ciarlare sino all’alba). Esistono altre maniere più persuasive. Ad esempio, l’avvertimento garbato, la cordiale intimidazione:

–  E allora le ho detto ma guarda che non è così, io non c’entro, cioè, tu
(dalla finestra) Salve.
– Buonasera, la stiamo disturbando?
No no, per carità, anzi. Forse potete essermi utili: sapete mica che tipo di ustioni provoca un liquido tipo un litro di acqua calda a 60 gradi?
– Strana richiesta. Boh, perché? Successo qualcosa?
Ma niente, è che la sto facendo bollire nelle pentole per poi tirarvela in testa da quassù però non so se sia meglio che prima telefoni alla Croce Rossa per il vostro imminente ricovero o se viceversa ve la cavate con un po’ di dolore, qualche urlo e basta.

La cara, vecchia secchiata d’acqua, fresca, tiepida o fumante. Efficace, certo, ma pericolosa: magari poi questi ti denunciano, oppure non li centri, si scostano e sei daccapo. Vale la pena, peraltro di provare altre modalità, come la minaccia di chiamare di carabinieri, di mandar giù il fratello grosso, sparare, eccetera.

–  E allora le ho detto ma guarda che non è così, io non c’entro, cioè, la
(dalla finestra) – Ohè, balordi, non ce l’avete una casa? Chiamo i carabinieri?
– Lei ha ragione, ci perdoni. Che maleducati. Ci perdoni davvero.
– Ecco, bravi. Buonanotte.
– Buonanotte, buonanotte a lei. Madonnamia che palle questo. Dicevo? Ah sì, allora le dico: ma guarda che non è mica così, io non c’entro, cioè, siamo soltanto perché credevamo che invece te eri dalle
 – Allora!
– Di nuovo lei? Un attimo, dai, sto finendo di raccontargli una storia.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

61 Responses to

  1. FireArrow dicono:

    ahahaha……sì, davvero realistico…..peccato che non si possa comunque limitare solo agli avventori delle pizzerie….. Io ho i vicini di casa che si comportano così, specialmente quando hanno visite. Ma non possono finire i discorsi in casa????? No, sarebbe troppo semplice, ovviamente.

    ;-)

  2. thepinkinside dicono:

    Che gente piena di fantasia che passa sotto casa tua! Cmq io ti farei sindaco anzi no presidente degli Stati Uniti d’America anzi no governatore dell’universo.

  3. lofoten dicono:

    L’altra notte la mia stanza da letto si è illuminatata a giorno.

    Mizzica, mi son detta guardando l’orologio che faceva mezzanotte, mi pare poco fa che mi son coricata e gia mezzogiorno è?

    Fuori, un frastuono da mercato.

    Un tipo aveva dimenticato le chiavi di casa e i vigili del fuoco gli stavano buttando giù la porta.

    -Scusi…

    -Ehhhh?

    -Non è che spegnereste le fotoelettriche giusto un attimino che io riprendo sonno?

    -Pino, le hai portate le candele, che alla signora la luce ci dà fastidio ci dà.

    Anche i vigili del fuoco, categoria santa, rompono gli zebedei.

  4. FreeFlight dicono:

    a furia di parlare si potrebbe seccare la gola.

    un pò d’acqua fresca? un cordiale? un bianco fermo? due patatine? un dondolo? un bitter? una spuma?carte da briscola?

  5. Strato2006 dicono:

    Confuso, mi meraviglio di lei. Questa che cita qui è gente seria, ma dico seria: gente che di giorno LAVORA, mica stanno ore a bloggheggiare come fa lei e del resto noi tutti. E dopo una simile giornata, almeno la notte avranno pure il diritto di fare due parole, giusto così per socializzare, e ricordarsi che sono persone e non macchine… e lei a scassare con ‘sta storia del sonno…

  6. Slurp dicono:

    …e due tappi per le orecchie?

  7. utente anonimo dicono:

    Io ho un fucile da cecchino, è un fucile da softair, il cui simpatico pallino buca da parte a parte un lattina, ha silenziatore e mirino…

    Il suo utilizzo è semplice si apre appena la finestra e ….

  8. Strato2006 dicono:

    …e traslocare? No ma dico, vai a stare sopra una pizzeria e poi ti lamenti?

  9. utente anonimo dicono:

    Sig. confuso, leggendo mi è salita una tale rabbia che nn riesco nemmeno a trovare un suggerimento o a far mente locale su cosa farei nel suo caso…

    Giuli

  10. diamonddog dicono:

    Una volta sotto casa mia, dopo il consueto scambio di convenevoli con quelli del primo piano (a me chemmefrega, sto al settimo), il gruppetto dei tre se n’è andato.

    Poi è tornato con l’artiglieria.

    Ha messo lo stereo della macchina a 3.000 watt con il “Nessun Dorma”.

    Continuo a ritenerlo un episodio simpatico.

    Anche considerando la rissa che ne è scaturita.

  11. Lo so, uno dei tre ero io.

  12. utente anonimo dicono:

    I vicini che rientrano, riescono e scambiano battute con gli amici accompagnatori, facendo sbattere il cancello in modo che crolli l’intonaco, il camion dell’immondizia, il camion delle campane per il vetro, il camion per la carta eccetera, la sirena dell’ ambulanza che si ferma alla pizzeria di fronte per fare il pieno, la sirena del centro alimentare superlusso di fronte che teme la sottrazione dello jamon serrano da 10000 euro al chilo, sirene varie di auto e moto condominiali. All’alba, gli uccellini.

  13. utente anonimo dicono:

    io che c’ho un ristorante cinese d’abbasso e fumo in continuazione, gli butto i mozziconi roventi in testa. Di solito funziona.

  14. profondoblog dicono:

    suggerimento per i condomini insonni: usare i tappi per le orecchie

  15. utente anonimo dicono:

    Mi scusi. Non è che potrebbe dirmi, alla fine, perchè “….non è così, io non c’entro, cioè, la….”. Sa com’è….

  16. Strato2006 dicono:

    Quelli che a lavoro dormono e non fanno il loro dovere, accampando la scusa che i vicini quasi ogni notte stanno a parlare sotto casa fino alle due del mattino, quasi che non ci avessero un lavoro pure loro…

  17. lofoten dicono:

    Ha ragione quello del 13° piano quassù.

    Gli uccellini fanno un baccano della miseria all’alba.

  18. zauberei dicono:

    Confuso – ascolta ammè 7 anni di vita ner cuore di trastevere, con localino sotto sotto casa, bbelli de zia.

    Tu sei un uomo.

    Usa la strategia che io ho dovuto applicare o utilizzando fidanzati (na’ parola forte, ma vabbè) o vicini di casa.

    1. Ti metti in majetta. Naturalmente dicesi majetta della salute in lanetta bianco crema magari anche con buco, e che puzzi anche solo come evocazione semantica

    2. Non si rada per un paio di giorni

    3. Si prepari allo specchio e cominci a identificarsi co “er canaro” daa Majana (che è uscito da poco dalle patrie galere)

    4. si affacci e urli AHOOOOOOOOOOOOOOOOO’ AVETE ROTTO LA MIGHIA DEVO SCENNE?



    funziona. Un po’.

    Un saluto intanto a tutti:) Ma la Lotta pia ando estas?

  19. Slurp dicono:

    Lottttiiiiiinaaaaaa….

  20. lottapia dicono:

    Ciao Zauberei, Slurpina, Confuso e a tutti gli altri, ci sono, è che oggi sono oberata, un poco angosciata e non sto manco tanto bene, però vi leggo sempre e vi voglio tantobbene….pensate che nella casa dove abitavo prima c’era una coinquilina dark che rientrava ogni sera a suon di tacchi e ferraglia con un accompagnatore diverso e il cui telefono (fisso) in camera squillava a tutte le ore della notte… Lei diceva di essere medico radiologo, ma mi sa che la radiografia la faceva qualcun altro a lei…Ora ho cambiato casa ma il problema è uscito dalla porta per rientrare dalla finestra: sono perseguitata da un tale che viene portato a spasso dal cane ogni notte tipo alle 2 o alle 3 e urla a squarciagola per chiamarlo…ma forse anche in questo caso la storia del cane è tutta una copertura (Spaccia droga? Chiama il cane per segnalare la sua presenza stile arrotino? Boh) e quindi è anche inutile avvelenarglielo…che poi non ne sarei mai capace….

    AVVISO A TUTTI I SIMPATICI SOLERTI CHE PER FARE GLI SPLENDIDI SEGNALERANNO A CONFUSO CHE SUL TITOLO C’E’ SCRITTO “SULA” INVECE DI “SULLA”: oggi Confuso ha sonno, non ha dormito, siate clementi e comprensivi, ché già ci lascia il suo blog a nostro uso e Confuso, eh

  21. diamonddog dicono:

    Giusto Lof, abbattiamo i volatili. Appena c’è un pò di pace arrivano con tutti i loro cinguettii alla Biancaneve.

    Che secondo me un paio deve averli stirati con l’aiuto del principe azzurro.

  22. Slurp dicono:

    …e poi, gli uccelletti, mitragliano pure. Soprattutto se hai la giacca nuova!

  23. lottapia dicono:

    Ma scusate, ve la prendete con gli uccelletti che sono tanto buoni, pure con la polenta peraltro, e non dite nulla contro altri volatili che minacciano il sonno molto peggio come le zanzare? Ma ce l’avevate pure voi quest’estate la racchettina Made in China che le stecchiva con la scarica elettrica appena finivano nella “rete”? Sò soddisfazioni, anzi, son cose….magari uno potesse fulminare così tutti gli scocciatori!! Che poi è anche un modo per fare sport, tipo Nintendo Wii

  24. PICCHU dicono:

    Confuso non mi hai riconosciuto ma ero io il terzo.

    Cioè io sono sempre il terzo il terzorompicoglioni sotto le finestre che io mi ci ritrovo sempre.

    Poi mi viene anche la logorrea (?) che non è la diarrea ma l’effetto è simile: fastidioso per me e gli altri.

    Cazzo.

    In Barbagia poi me ne devo ricordare che li prima una ti tira una scarica di pallettoni e poi l’altro ti lancia l’acqua per vedere come cola bene…

    W la Barbagia Sardi D.O.C.

    W Confuso e la prossima volta saluta.

  25. Scusate ma è che ‘sto casino, qui c’è gente che domani deve andare a lavorare.

  26. lofoten dicono:

    Ver’è che li patroni de li cani nuociono assai al giusto sonno.

    L’altr’ieri un patrone di cane, passava sotto la mia finestra e ivi sostava, chiamando il suo fido amico col verso del bacetto per non turbare i sonni altrui.

    Una specie di nzu nzu nzu nzu, che dietro le persiane me pareva n’ammiratore feticista che stava a bacià li calzini de mi marito appesi ad asciugare.

  27. Strato2006 dicono:

    Sarebbe morto dopo il primo nzu…

    … anche perché i calzini erano spaiati…

  28. Strato2006 dicono:

    Non ho dormito un tubo, con tutte le vostre chiacchere sotto casa mia…

  29. E pensi che stasera lo rifacciamo. Ci si vede sotto casa sua a mezzanotte. Magari portiamo dei megafoni, così ci sente meglio.

  30. zauberei dicono:

    Io dico, non solo i megafoni, io dico portare tante bottigliette di birra – anche vuote eh – sicuramente di vetro, da tirare con convinzione per terra, nel fermo convincimento di essere James Dean e signora.

    Uno ci guadagna in ego, e Strato fa esercizio di meditazione zen:)

  31. lottapia dicono:

    Guardate che Strato ve le suona, in queste cose ci sa fare, eh!!!

    p.s.: scusate, ma già che ci siete, potreste passare anche sotto alla finestra di Ckf per dirgli di tornare fra noi? Non è che si è davvero offeso? Dài, che era simpatico pure a voi!!!

  32. Strato2006 dicono:

    Tanto stasera non ci sono, sono a cena dalla cognata che lì si tira sempre tardissimo a sentire le sue disgrazie.

    Zauberei, dici che gli Zen accompagnano le loro meditazioni con tante bottigliette di birra? E’ plausibile…

    Lottapia: più cke altro simpaticko, direi…

  33. lottapia dicono:

    Confuso # 35: appunto per quello! Sennò perché si va sotto alle finestre altrui, scusi? Vabbè, comunque io una buona parola ce l’ho messa, cki ha orecckie per intendere, intenda.

    p.s.: Confuso again, grazie per la precisazione sul Twitter, l’ho vista solo oggi, ché qui le malelingue proliferano e poi si danno appuntamento sotto alle finestre…

    Strato, a proposito, se ti serve veniamo sotto alla finestra di tua cognata e facciamo casino con i megafoni e tutto il resto, così capisce che nella vita i guai da non dormire la notte sono ben altri…

  34. zauberei dicono:

    Anche io sono andata su twitter ma Confuso, il mio problema è che ci ho due pixel soli, gino e pino, e non sono proprio propio precisi ecco,

    Leggo a stento:

    “Oggi sono confusetto”

    e poi i commenti sotto non ci capisco una sega.

    Strato si. Penso anche con del chinotto.

  35. Strato2006 dicono:

    Sto cercando il saggio di Lofoten “Le parole che non ti ho urlato mai sotto la finestra del tuo vicino alle due di notte in una notte di mezza estate”… qualcuno può aiutarmi?

  36. lofoten dicono:

    Stratos, te lo mando volentieri con allegata la mia promo maglietta con scritto LOFOTEN DRAGONFLY, però mi è rimasta solo la misura XXXLX e devo fare pure il cambio di stagione e mi serve lo spazio.

    Facciamo una cosa. Ti invio una copia del saggio con prefazione autografa di Sgarbi più 115 promo magliette al prezzo favoloso di 300 euro trattabili.

    Sei contento?

    p.s. dal saggio di Lofoten “Le parole che non ti ho urlato mai sotto la finestra del tuo vicino alle due di notte in una notte di mezza estate”:

    pag. 23 cap. “Con le buone si ottiene tutto”:

    -Ma la volete minchia finire di fare sto bordello ah che sto sciogliendo i cani che non mangiano da una settimana?-

  37. Strato2006 dicono:

    Cara Loffy: nun ce pozzu cridiri, praticamente regalato… è fatta!

    Sull’ultima frase, la poesia di quel “ah”… meravigliosa… solo tu potevi scrivere simili pagine immortali…

    AGLI ALTRI: mia cognata quando ha gli occhi che sembra che le schizzano fuori dalle orbite, allora sappiamo che è davvero tranquilla tranquilla… non infierite dài…

  38. lofoten dicono:

    Stratos non cominciamo con le richieste “particolari”…

    L’avatar è mio e me lo gestisco io.

  39. lottapia dicono:

    Loffyna, mi prenoto anch’io prima che tu dia lo stop alle telefonate, l’offerta delle 115 promo magliette è imperdibile!! Ho calcolato che verrebbe 2,60 euro circa a maglietta e quindi sono regalate, un’offerta introvabile di questi tempi!!! Ma non è che posso avere anche una copia dell’ altro tuo imperdibile saggio-capolavoro “Il cacciatore di piccioni”?

    Confuso, già che ci sono prendo anche una maglietta delle sue, però mi prometta che scriverà un libro anche lei, eh

  40. utente anonimo dicono:

    Io penso che chi è così sprovveduto da acquistare o andare in affitto in un appartamento sopra una pizzeria, una discoteca o una segheria a turnazione continua, si meriti tutto questo.e anche di più, forse.

    Guiro Karelias

  41. lofoten dicono:

    Giustappunto, cara Lottina mia, il mio gentile consorte stava concludendo la raccolta degli allegati che io magnanimamente regalo insieme al mio saggio “Il cacciatore di piccioni” da cui prossimamente verrà tratto un film.

    Sono lieta di inviartene una copia.

    L’allegato in omaggio trovasi in pratico contenitore di plastica trasparente e tappo giallo, in confezione sterile.

    Per te, cara Lottinapiuccia mia, fanno 35 euro.

    p.s. dal saggio-capolavoro di Lofoten “Il cacciatore di piccioni”

    pag. 1 -“…I maledetti stavano mettendo in pratica il kamasutra dei volatili proprio sulla mia testa e di sicuro non stavano usando anticoncezionali…”

  42. Slurp dicono:

    @Guiro – non sempre si ha la possibilità di scegliere il meglio…così capita anche di dover prendere in affitto una micro casa giusto giusto sopra un ristorante cinese…oltre alle guerre, le stagioni etc.etc. succedono anche queste cose …

  43. Karelias, grazie, in effetti anche a me piacerebbe abitare in una baita in mezzo ai boschi. E che è a Milano di baite in affitto non se ne trovano più.

  44. lottapia dicono:

    Loffyna, grazie!! 35 euro per un libro più maglietta è un’altra delle tue offerte impedibili!! Perché nel contenitore con tappo c’è la maglietta, no? Però che cura per l’igiene che hai: confezione sterile in plastica trasparente e tappo giallo, una vera professionista, non c’è che dire…comunque per me allegato taglia “small”, anche perché trattandosi di piccione…

    Ah, mi prenoto anche per quando Strato scriverà il suo saggio – naturalista sull’Albatro Urlatore – apertura alare 2 metri – “L’Albatros dei morti viventi” la mattina dopo la notte che avrete passato sotto alla sua finestra…però in quel caso mi sa che l’allegato lo dovrò ordinare taglia XXL….

    Slurpina, però i ristoranti cinesi non sono poi così male, e poi i cinesi non escono mai fuori dai ristoranti, tantomeno per chiacchierare, nel senso che lavorano sempre…A proposito, ma voi avete mai visto un cinese uscire, andare in giro a divertirsi???? Chessò, in discoteca, al pub, al cinema? No, perché a me non è mai successo….ma forse frequento i ristoranti sbagliati…infatti vado prevalentemente in pizzeria o dal cinese…sapete, è per i prezzi, devo risparmiare per comprarmi le magliette…

    Confuso, non dia retta, la baita non conviene, per il riscaldamento si spende un casino…

  45. utente anonimo dicono:

    Guiro Karelias, caro. Le è mai venuta in mente l’esistenza di nuclei familiari che si tramandano la residenza dai lontani anni ’50? E se sì, come non pensare che all’epoca le sterminate distese di pizzerie, officine, cinema, supermercati und so weiter erano rubricati sotto la voce suburbio o addirittura agro?

    Chissà che il meraviglioso parco che circonda la sua magione non sia presto riconvertito in aereoporto privato.

  46. Slurp dicono:

    Lottina…vogliamo parlare (con rispetto si capisce!) dei “profumini” che ascendono… ;)

  47. zauberei dicono:

    Io ci avevo l’indiano a prezzo fisso sotto casa! Un’ottima persona e vera cucina indiana eh mica bruscolini!

    ottimo per noi occidentali quando il giorno dopo dobbiamo fare una qualche analisi.

  48. utente anonimo dicono:

    Milano non esiste, presto tutti gli appartamenti verranno riconvertiti in pizzerie,ristoranti cinesi e segherie a turnazione continua, lasciando inalterata peraltro la toponomastica attuale: basterà recarsi in qualsiasi condominio della città e leggere sui citofoni pizzeria bella napoli, ristorante ai quattro cantoni,segheria vattelapesca per accedere al servizio relativo. i milanesi andranno tutti a stare nella pubblicità del crodino, il gorilla si ammazzerà dalle risate

    Guiro Karelias

  49. Slurp dicono:

    Guiro l’apocalittico ;)

  50. Strato2006 dicono:

    …mi hai tolto le parole di bocca. Anzi, di mouse.

    P.S. potrei raccontarvi del mio vicino meccanico che a mezzanotte, quando mediamente finisce di lavorare, prima di andare a casa si esercita nel lancio delle marmitte…

  51. FirmatoCkf dicono:

    ma qua si potrebbe aggiungere un altro modo effickace d ckacciare gli sckocciatori!

    Essendo nobile di ckonvinzione, cioè nn d nascita nè d acquisizione, nn uso sveglie x nn alzarmi dal letto ckol fastidioso beep d quei dannati affari elettronici, ma invero bevo molto la sera prima d ckorickarmi, ebbene nel ckaso passino sckocciatori sotto ckasa, magari urlando ckanti goliardici, anck’io uso i seckcki pieni di liquido… ma avendo bevuto tanta acqua, d cke saran pieni sti seckcki???

    il perckè della mia latitanza d ieri, lo si può trovare nell’intervento precedente, io nn m ripeto

    p.s. molto ckommuovente il suo appello ckara Lottapia, m sckuso vivissimamente se l’ho lasciata in pensiero @>,-

  52. Strato2006 dicono:

    Ma eckoti di nuovo tra noi, veckia ciabatta! Cke gioia! ;D

  53. Ckf, qckuesta sera istessa farò mio il suo saggio suggerimento (quello dei secckhi, dico).

  54. lofoten dicono:

    Mi fa venire la tosse quando lo leggo.

  55. lottapia dicono:

    Caro Ckf, che sollievo, pensa che stavo già lavorando al saggio-inchiesta “CKF, un caso ancora aperto”, in cui ipotizzavo che Lee Oswald ti avesse fatto fuori con un CK 47, che ti avessero rapito i Predatori dell’Acca Perduta, che il CKGB avesse ordito un complotto ai tuoi danni, pure perché c’è da dire che frequenti compagnie che mi preoccupano: rapinatori, ubriaconi tiratardi, gestori di chioschi equivoci….però alla fine sei anche avveduto e non tiri mai troppo la corda e manco la catena, a dire il vero…bravo e bentornato!

  56. zauberei dicono:

    Ckf

    guardi ho scritto Ckf

    sono contenta di rileggerLa

    La prego, facciamo pace?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *