Fomentatore di rivoluzioni

Perché gli immigrati italiani non fanno come quelli francesi? Perché le colf filippine, gli indiani che vendono rose in pizzeria, i muratori rumeni, le prostitute ucraine e i senegalesi specializzati nel commercio ambulante di romanzi – perché tutti costoro all’improvviso non si uniscono in una grande alleanza per mettere a ferro fuoco la bella veterocapitalista e opulenta città di Milano?

Ciò è quello che ho chiesto stamattina, dalla guida del mio veicolo, fermo immobile nel traffico al semaforo di via Casoretto, al giovane cordialissimo, sorridentissimo pedone nordafricano che come ogni altra mattina tentava di imbastire conversazione per poi pulirmi il parabrezza. Con cipiglio da fomentatore di rivolte, lo istigavo:

– Spiegami una cosa: perché voi non fate come come quelli di Parigi?
– Parisgi? Cosa sc’è a Parisgi?
– La banlieue.
– E chi e?
– Ma scusa: non li leggi i giornali?
– Ah ah, ora io c’ho da spendere soldi in sgiornali. Mi fai ridere.
– Nemmeno guardi la televisione?
– E chi sce l’ha, la televisione.
– Vabbè, allora te lo racconto io. Gli immigrati francesi, a Parigi, si sono arrabbiati di brutto. E per giorni e giorni hanno combinato un bel casino, per le strade.
– Casino? Cosa vol dire?
– Per esempio, distruggevano le automobili altrui.
– Oooh. E perché lo fascevano?
– Come perché? In segno di protesta, no?
– Ah.
– Come mai voi invece non protestaste? Come mai sorridete sempre? Non siete un pochino incazzati?
– Incassati sì, lo siamo.
– E allora come mai non vi ribellate?
– Uhm.
– Eh?
– Giusto. Hai ragione. Mi hai convinto.

A questo punto lui, dopo aver preso la ricorsa, ha cominciato a pigliarmi a calci la portiera.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

52 Responses to Fomentatore di rivoluzioni

  1. Franfiorini dicono:

    Domattina (stamattina vah) provo a farlo in bici al semaforo. Vediamo i risultati.

  2. ItalianPsycho dicono:

    Come idea non è male, però. Non dovrei farlo sapere ai miei camerieri Srilankesi…

  3. …E la rivoluzione si rivoltò contro chi l’aveva fomentata…

  4. utente anonimo dicono:

    Forse s’è incazzato perchè avevi la barba troppo incolta e gli occhi incaccolati e l’alito fetish e… insomma, non sta bene…

    d.

  5. giambojet dicono:

    A Padova non sono affatto sorridenti, ma non ci fanno paura perchè a Padova non siamo frosci come i franscesi.

    :)

  6. sciroccata dicono:

    prima o poi dopo il tuo aizzamento, ce la faranno..me lo sento!

  7. cptuncino dicono:

    Caro Personalitàconfusa, io amo il volontariato e l’attivismo, per favore la prossima volta che decidi di far incazzare gli extracomunitari che non erano per nulla incazzati me lo dici….organizzo un raduno, li aizzo con un megafono poi vediamo chi ottiene l’aizzamento migliore!

  8. orsodingo dicono:

    il mio pusher di cd copiati si trattiene.

    Dice che l’unica macchina che brucerebbe volentieri è quella di Gentilini…..

    chissà perchè..

  9. utente anonimo dicono:

    Potevi farti lavare il parabressa…

  10. impossibile: me lo ha spaccato a mazzate, il parabressa.

  11. paciugo dicono:

    beh! mi sembra che l’obiettivo sia stato raggiunto… ottimo potere di persuasione!!!

  12. JohnnyBr4vo dicono:

    certo che te alcune cose te le chiami proprio eh…

  13. utente anonimo dicono:

    Comperarti sei cammelli e farti una carovana di cazzi tuoi, no, vero? Dicono che la rivolta l’hanno fomentata/organizzata i blogger. Cribbio.

  14. BESTIO dicono:

    ben fatto, io dico.

  15. utente anonimo dicono:

    @Orsodingo: presentami al tuo pusher, lo aiuto io.

    Complimenti all’autore per le notevoli capacità di persuasione.

    se aizzerà anche gli italiani dopo l’avvento della Grosse Koalition, avrà la mia incondizionata stima.

  16. utente anonimo dicono:

    @Orsodingo: presentami al tuo pusher, lo aiuto io.

    Complimenti all’autore per le notevoli capacità di persuasione.

    se aizzerà anche gli italiani dopo l’avvento della Grosse Koalition, avrà la mia incondizionata stima.

    Undine

  17. utente anonimo dicono:

    perdonami, ma te la sei cercata!

  18. kush13 dicono:

    interessante l’immigrato incassato. se tutti gli immigrati fossero da incasso come questo non ci sarebbero più problemi di spazio nelle banlieu.

  19. Effe dicono:

    e io, allora?

    Stamane sono stato frustato da un buon giovine straniero che brandiva un mazzo di fiori all’incrocio sotto casa, e aveva letto il suo pezzo.

    Eh, che sarà mai, esser vergato con i fiori.

    Sì, ma erano fiori di cactus con la pianta attaccata, perfino.

  20. ohibò, qui per queste cose usano ancora le rose rosse spinate (o le mimose, ma solo l’8 marzo).

  21. Succo dicono:

    In Italia deve esserci qualcosa nell’acqua per cui è impossibile ogni moto rivoluzionario, non ci sono altre spiegazioni.

  22. utente anonimo dicono:

    no, ma non sono gli immigrati che incendiano le macchine qui a parigi!!non confondiamo, è molto importante! sono i giovani di banlieue, quelli che sono NATI qui da genitori immigrati e che ora vivono nelle cités degradate. Incendiano le macchine perché dicono che le forze dell’ordine non li ascoltano e che due di loro sono morti a causa di persecuzioni non goustificate da parte della polizia. Scusa, ma non ha niente a che vedere con i nostri poveri immigrati che lavano i vetri e che dovrebbero certo ribellarsi, ma per altri motivi.

    cri

  23. utente anonimo dicono:

    Ben fatto!

    Prima o poi succedera’ anche li’ con gli immigrati veri, quelli della prima ed unica generazione.

    Perche’ Milano e’ diventato un salotto di borghese che si pensano aristocratici! E insime a questi immigrati si allinieranno anche quelli che tirano avanti la caretta con solo 800 euro al mese…

    Oggi sto proprio incazzata!

  24. CRI, sì, questo lo avevamo capito :-) ma qui a milano, vedi, di figli di immigrati per ora, ne abbiamo pochini (di sicuro meno che in francia) e quei pochini, per lo più, hanno meno di 6 anni. quindi per la rivolta dobbiamo accontentarci della generazione precedente.

  25. lofoten dicono:

    Già qui c’è odore di rivolta.

    Ai semafori la gente brucia le ultime scorte di fazzolettini di cartavetrata e dalle macchine lanciano bottiglie molotov allo svelto diluito con melaceto alla vaniglia sulle ultime sacche di resistenza, al grido di tutti a casa.

  26. utente anonimo dicono:

    mmmh, non saprei caro pc, purtroppo e piu complicato di cosi, qui, ma insomma, lasciamo stare e speriamo che i figli di 6 anni non abbiano bisogno di incendiare le macchine in italia tra 20 anni!!e neanche i loro genitori oggi, penso io…che ne dici di una rivoluzione del tipo : per un anno quella massa di incapaci politici italiani va in strada a lavare vetri, a vendere fiori e a incrociare pc al mattino alle 8 :o) al posto degli immigrati incassati?

    baci da montparnasse che oggi e piuttosto umido e grigio. cri

  27. FulviaLeopardi dicono:

    allora la missione è riuscita ;)

  28. utente anonimo dicono:

    se l’emigrante lavavetri appiccasse il fuoco alla tua auto, si toglierebbe il pane di bocca.

    incazzato sì, ma non pirla.

  29. utente anonimo dicono:

    leggevo qualche giorno fa su un editoriale di repubblica a proposito dei giovani delle banlieue:

    “I suoi protagonisti non chiedono un diverso sistema politico ma l’accesso al mercato dei consumi; lavori meno precari (…) Condizionamento ambientale, impossibilità di uscire dal ghetto spaziale e culturale, qualità dei servizi pubblici, tutto ha riprodotto quella separatezza dalla quale molti sembrano ormai convinti che non resti che separarsi…”

    …insomma tratti molto simili alla nostra generazione senza futuro… SIAMO NOI LE BANLIEUE: ma nella versione “occidentalizzata” …quella che attende passivamente il niente che lo aspetta… che siam pacifisti noi…

    Paola (FOMENTATRICE DI RIVOLUZIONI)

  30. stellavintage dicono:

    qui a napoli neanche ci pensano alla rivolta, hanno quasi tutti sky, se ne sbattono delle banlliuu e si sbattono le bianche!

    sarà xchè sono troppo INCAZZATI?!

    (parlo degli africani…quelli belli e rasta)

    buona rivolta

    Mosaica

  31. utente anonimo dicono:

    una cosa sola.

    quelli di parigi non sono immigrati, ma cittadini francesi (nati e cresciuti in francia) di origine nordafricana (algerina per lo più).

    Per il resto, quante bozze sulla portiera???

    nandina

    p.s. ma stai sempre al semaforo di via Casoretto?

  32. – sì (cfr. comm. #23 e #25)

    – parecchie.

    – sì, ci vado in pellegrinaggio ogni mattina. :)

  33. DevilsTrainers dicono:

    come ha detto marc augé l’altro giorno a bologna: l’unica soluzione è nell’Istruzione!

    peter

  34. utente anonimo dicono:

    l’unica soluzione è andare ad Ibiza a vivere. Credetemi. prrrrrr

    penaepanico

  35. Neo75 dicono:

    Ecco, adesso inizierà il coprifuoco anche a Monza.

    Invece di chiuderci in casa alle otto, lo faremo alle cinque.

  36. larvotto dicono:

    Mah, secondo me non c’è bisogno di fomentare nulla…

    sta già venendo tutto da se.

    purtroppo…

  37. IlaLuna84 dicono:

    Confuso, sappi che, se succederà qualcosa a Milano, d’ora in poi daranno tutti la colpa a te. Non è stato molto prudente, aprire questo post, mi sa! :D

    PS: ma la portiera l’hai poi riparata?

  38. Laguna dicono:

    Ma che poi l’italia ha una situazione diversa. In francia con il post-colonialismo e tutti st’immigrati che venivano dalle colonie…la nostra storia è diversa, noi ci siamo sempre puzzati di fame a casa nostra…avvenisse anche in italia una cosa del genere, il contesto e le ragioni sarebbero diverse

  39. ilparamecio dicono:

    milano non la si mette in ginocchio bruciando le auto. non gliene fregherebbe una cippa a nessuno, sono tutte auto che i bauscia hanno in leasing dalle loro azienduccie. il vero modo per mettere in crisi milano è convincere i filippini a fare lo sciopero selvaggio. chili di merda nelle case.

  40. utente anonimo dicono:

    Per fortuna che non ho una macchina…e cmq ho i connotati fisici non propriamente italiani, quindi la passerei liscia…uh uhu uh

  41. utente anonimo dicono:

    ahahahahah mitico, lui l’africano, troppo forte, va beh anke tu dai, ciao bacioniiiiiiiii

  42. brule dicono:

    io vivo in un ban-blog e

    adesso vengo lì dove abiti a bruciarti il piccì. comincia a procurarti il numero dei pompieri.

    [°£°]

    “”””””

  43. kj dicono:

    vorrei capire cos’ha raccontato all’Assicurazione, ammesso che il PersConf c’abbia avuto la faccia tosta di andarci…

  44. utente anonimo dicono:

    Basta diffondere odio! Cerchiamo piuttosto di apprezzare la bellezza della diversità, dell’altro, prendendolo per buono senza giudicarlo o temerlo. L’altro è bello proprio in quanto altro.

    Promuoviamo la pace! Non una pace utopica, ma una pace che nasce dal basso. Certo, ci sono dei confini su questo pianeta, ma che diavolo! è nostro, avremo pure il diritto di passeggiarci sopra..

    E adesso tutti in cerchio a farci tutti una canna; anzi no, che io non fumo.

  45. p3t3rpan dicono:

    la Rossanda ha detto che il problema è che “le moderne metropoli sono gerarchiche” (giuro!, ha detto così).

    secondo me, avete lo stesso spacciatore.

    marocchino, di sicuro.

    :)

  46. IdeaConfusa dicono:

    pc, domani proveresti con la banda di piccioni che staziona sull’albero all’inizio di via feltre?

    dai che magari si incazzano anche loro e vanno a cagare da qualche altra parte (chessò, palazzo marino?).

    ieri sono passata di lì e mi hanno fattto nero il mio cappottino in peduncolo di terranova slavo.

    baci ammirati

    laGiusy

  47. ci ho provato ma per tutta risposta mi hanno bombardato col fosforo bianco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *