TROVARE UN NUOVO LAVORO

– Buongiorno, abbiamo una proposta di lavoro per lei.
– Oh, bene. A tempo indeterminato?
Tempo indeterminato? Che roba è?
– Intendo dire: il contratto.
– Ma quale contratto e contratto, scusi! Io parlavo di un lavoro.

***

– Buongiorno, vorremmo proporle un nuovo lavoro.
– Finalmente! Mi licenzio subito e vengo da voi.
– Calma, calma. Lei adesso è impegnato in un’altra società, giusto?
– Sì, ma non c’è problema, possiamo trattare il passaggio.
– Aspetti, aspetti. Noi mica la assumiamo.
– Ah no?
– No. Lei dovrebbe far cosi. Chieda al suo attuale datore di lavoro di metterla in mobilità. Oppure domandi un periodo di aspettativa, ecco.
– Uhm.
– O ancora meglio: si metta in malattia.
– E poi?
– Nel frattempo, viene da noi, a lavorare. Senza paga, beninteso: una specie di prova.
– E…
– …e se poi noi vediamo che lei è volenteroso, motivato e adatto alle esigenze della nostra società, magari alla fine la assumiamo pure, fra un paio d’anni. O poco più.

***

– Buongiorno, la chiamo per un lavoro. Le interessa?
– Certo. Mi dica.
– Noi stiamo cercando un max 27enne, esperienza lavorativa di almeno 10 anni nel settore, laurea con lode in economia e/o ingegneria gestionale, megamaster in business administration, inglese tedesco e francese madrelingua, capacità di leadership e mentalità orientata al problem solving. Lei ha tutti questi requisiti?
– No. Anzi, non ne ho nessuno. Ma temo che l’individuo da lei descritto non possa esistere.
– Lo so. Però mi diverto un mondo, a scrivere questi annunci.

***

– Buongiorno, la chiamo per proporle un lavoro.
– Ottimo. Che tipo di lavoro è?
– E’ un lavoro stupendo, molto creativo e blablabla.
– Che bello, quando cominciamo?
– Anche oggi.
– Corro dal mio capo a dare le dimissioni.
– Aspetti, aspetti. Il nostro non è un lavoro fisso.
– Ah no?
– No, è… è una collaborazione, ecco. Però potremmo far così: lei continui a lavorare lì dove si trova ora, nei giorni feriali. Poi, la sera, viene a lavorare da noi.
– Mmm. La sera?
– Eh sì, noi abbiamo degli orari un po’ anomali. Sa com’è, siam creativi. Lavoriamo di notte.
– Di notte?
– Sì. E anche il sabato. E la domenica. E nei giorni festivi.
– Ma.. lo stipendio?
– Ennò, lei lavorerebbe, diciamo, gratis.
– Ah.
– Ma guardi che è un lavoro bellissimo! Mi creda, ci divertiremo come matti. Vedrà che risate.

Questa voce è stata pubblicata in cose. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

67 Responses to

  1. anchorless dicono:

    Quando ho conosciuto il mio datore di lavoro(un gran marpione!) sono stato io a dirgli che non volevo essere pagato…per sentirmi più libero. Siamo diventati, come si suol dire, culo e camicia.

    Ma forse io sono un caso particolare(anzi sicuramente!)

    ciao

    Stefano

  2. Franfiorini dicono:

    L’ultimo caso già l’ho sentito 15giorni fa. Il colloquio si è concluso con una mia incitazione verso il proponente…

  3. lofoten dicono:

    A scanso di equivoci.

  4. utente anonimo dicono:

    accade sempre così! sembra quasi che per lavorare sia tu a dover pagare..che mondo! by maricaluna@inwind.it

  5. utente anonimo dicono:

    Confuso scommetto che tu lavori per la HAL.

    Prima aveva una dozzina di sedi in Milano ed ora sta licenziando piano piano tutti quanti per poi concentrare tutte le sue attività nella sua unica sede, una stazione spaziale che vaga per l’infinito.

  6. utente anonimo dicono:

    [OT]

    FORZA VECCHIO CUORE ROSSOBLU!!

    GRAZIE RAGAZZI PER IL VOSTRO CORAGGIO!!

  7. aresti dicono:

    ambiente giovane e dinamico,retribuzione commisurata alle capacità!

  8. Ranocchiettina dicono:

    Il terzo annuncio è spettacolare.. :DDDDDD

  9. Petarda dicono:

    buongiorno, vecchio cuore rossoblu (ma avete visto che paese cattolico è l’italietta nostra?).

    quello dei creativi l’è propri veira, sa? con la scusa che se ride se scherza e se tromba nun se vede er becco d’un quattrino, nun se.

    roargh.

  10. Effe dicono:

    ma poi, o givinetto, perché tutta questa smania di lavorare?

  11. Effe dicono:

    era giovinetto, o giovanetto, o giovanotto, barrare la casellina per la scelta

  12. michelem09 dicono:

    cmq e’ vero a volte si incontrato annunci di lavoro assurdi, io nn so la gente con che coraggio li propone…

  13. utente anonimo dicono:

    Come diceva il compianto Massimo Troisi nella parte di Maria, parlando del marito pescatore di “famiglia umile ma onesta” che va in giro cercando lavoro, …”avremmo un lavoretto… ma non guardare me, guarda la mano!” e seguiva movimento circonvolutorio della suddetta appendice.

  14. plasticaSerena dicono:

    il mio primo colloquio:

    30 laureati giacca e cravatta e frustrazione.

    lavoro in banca,

    tempo determinato.

    volevo scappare,

    ma sono rimasta.

    test psicologici e compagnia bella.

    ho vinto.

    29 laureati ed una cretina.

    hanno scelto la cretina 20enne.

    che soddisfazioni…

    poi il lavoro era uno schifo,

    ma dov’è il problema???

    dolce giorno,

    Serena von teese.

  15. mikchan dicono:

    Cercasi ingegnere Meccanico max 28N, voto di laurea almeno 95 su 100, 4 anni di esperienza nel settore.

    Non mi ricordo bene la frase, ma un annuncio del genere l’ho visto davvero…

  16. kAy979 dicono:

    ma li mandano tutti a scuola nello stesso posto i responsabili del personale?!?

  17. utente anonimo dicono:

    A parte il fatto che a me hanno fatto un colloquio con tanto di telecamera puntata (e accesa) per “testare la mia sicurezza nella comunicazione” (sic), test attitudinale tipo militare (con tanto di domande incrociate sui fiori), il tutto per… ENTRARE IN UN MASTER GRATUITO (pagato dalla Regione)!! Ho riso tutto il tempo, ho sfottuto la psicologa (convinta che ansia e curiosità fossero antitetiche), ho litigato col capo e mi hanno preso. Mah. E poi dice che vince l’astensione…

  18. humoresque dicono:

    A proposito di annunci… Vorrei lasciarne uno io approfittando dell’ampio bacino di utenza del Confuso (lo so, ti sto sfruttando indegnamente amico Confuso, ma lo faccio simpaticamente giusto per vedere l’effetto che fa)

    AAA giovane e promettente venticinquenne neolaureato in filosofia alto biondo con gli occhiazzurri cerca rude boscajolo (possibilmente dottorando) per relazione/convivenza finalizzata alle coccole, al sesso sfrenato, allo scambio di vedute intorno ai massimi sistemi e all’arrivo senza debiti alla fine del mese. Astenersi chirichetti, perditempo, indecisi, irrisolti, cecchipaoni.

    Grazie per la pazienza a voi tutte/i.

    Fine dell’esperimento antropologico.

  19. sphera dicono:

    Io sono un rude boscaiolo.

  20. Effe dicono:

    non l’avrei detto, davvero

  21. pm10 dicono:

    oh che begli annunci, ti giro subitissssimo il cv in email ;)

  22. utente anonimo dicono:

    noi cerchiamo gente flessibile: capita regolarmente di fare anche le 9, le 10.. poi usciamo e andiamo in palestra tutti insieme!

    perchè ci divertiamo! se ci divertiamo! facciamo bisness divertendoci! abbiamo i cesti di frutta e una volta all’anno facciamo la convenscion a ibiza! non sei excited? non è awsome, non è il tuo focus sul project plan?

    lo stipendio base è di 300 euri, poi se raggiungi i goal prefissati c’è un bonus.. perchè noi siamo meritocratici!!

  23. IRI dicono:

    leggo queste cose si vorrebbero ironiche e leggere ma io piango o mi faccio le pere

  24. Insomma, siamo tutti una grande famiglia.

  25. lo_struzzo_nero dicono:

    Siamo sempre più flessibili….

  26. utente anonimo dicono:

    anch’io cerco lavoro…

    ma sono troppo vecchia e referenziata. ho un cv che sembra la bibbia.

    ultimamente ho lavorato con una capa che aveva 26 anni ed io che ne ho 36… una tragedia.

    mi è toccato omettere il cv per essere più interessante…

    ila che sta diventando giobbe

  27. utente anonimo dicono:

    chissà che cv la ventiseienne!

    alpeggiononc’èmaifine

  28. utente anonimo dicono:

    in una delle mie vite, ho sudato letteralmente freddo una volta nel seminterrato di una famosissima stazione call center dalle parti di corso lodi (famosa oltretutto per i turni 24 h su 24 e a occhio e croce chiunque abbia bazzicato questo ambiente un colloquio li lo avrà fatto) insomma ho sudato: colloquio di gruppo, mi dicono ormai che son già lì. Cioè davanti a tutti ti devi alzare in piedi e dar fiato alla bocca per spiegare le ragioni per cui dovresti essere scelta per quel tal lavoro. I cacchi tuoi in piazza. Ma allora vado da Giletti o Magalli a fare il caso umano, Ma allora resto a casa mia.

    L.R.P.

  29. utente anonimo dicono:

    irp!!! anch’io voglio fare il caso umano!

    se famo li sordi!

    bella roba!

    se incomincio a fare anna magnani…

    vado a fare l’opinionista, ecco fatto.

    ila

    ps la ventiseienne? laurea in filosofia e un anno a milano in una agenzia di servizi. carina, però.

  30. utente anonimo dicono:

    si tutto uguale, confermo, forse metterei il cinese tra le lingue da conoscere (ottimamente s’intende)

    e la richiesta di firmare la lettera di licenziamento all’atto d’assunzione…il datore di lavoro si dovà pure tutelare in qualche modo!!

    ma noi che facciamo contro tutto questo? votare democratici referendum?….

    Forse è il caso di passare all’azione…

  31. utente anonimo dicono:

    Rubo ancora un minuto della vostra attenzione per segnalarvi questa simpatica mattana di gente che a naso direi non ha questi problemi. (dal corriere della sera di roma)

    Sulla spiaggia di Fregene con le «pistole» caricate a champagne

    L’ ultima moda lanciata da Daniele Quinzi, direttore di Parioli

    Pocket: ogni « ricarica » costa 18 euro Gavettoni in spiaggia allo

    champagne. Il chiosco è quello dell’ Ondanomala, a Fregene, dove da un

    paio di settimane alle 17 e 30 di ogni sabato e domenica scatta l’

    appuntamento del « party locals » . Che non è per tutte le tasche: la

    bottiglia mignon di spumante francese che serve per riempire le

    pistole ad acqua ( quelle che si trovano nei negozi di giocattoli)

    costa 18 euro, 130 quella di formato classico. Delle prime, ieri ne

    sono state vendute una sessantina, 15 invece delle altre. L’ inventore

    dell’ iniziativa si chiama Daniele Quinzi, ha 27 anni ed è il

    direttore editoriale di Parioli Pocket, patinatissimo mensile free

    press. Il mese scorso è riuscito a intervistare nel suo ufficio a

    Palazzo Chigi Silvio Berlusconi e ancora non riesce a smaltire l’

    eccitazione: « Il pre mier è stato gentilissimo, mezzora di

    chiacchierata tutta per me » . Ieri invece ha « diretto » la battaglia

    tra sdraio, lettini e ombrelloni dell’ Ondanomala, chiosco trendissimo

    al Villaggio dei Pescatori che ogni tanto vede affac ciarsi Lapo

    Elkann accompagnato dalla sua fidanzata Martina Stella. Il « party

    local » – così è chiamato sul sito del chiosco, frequentato « da chi

    condivide la scientifica fusione di benessere e lusso » – viene

    annunciato con un sms. « O vieni qua a Fregene oppure te ne stai a

    Ostia o a Focene » . Poi ci si ritrova nel privé della spiaggia, un

    centinaio di lettini con materassino in spugna e asciugamano

    sponsorizzato da una casa automobilistica: 20 euro l’ affitto, più del

    triplo di quelli subito accanto, offerti a 6 euro e 50 centesimi. A

    questo punto entra in scena Quinzi che fa distribuire duecento pistole

    ad acqua da una decina di hostess in minigonna. Le stesse che poi con

    grossi mitragliatori « caricati » con vodka e lemon irrorano i

    bagnanti ( in prima linea pure i figli dell’ attore Christian De Sica

    e del produttore cinematografico Aurelio De Laurentiis, Brando e Luca)

    che affollano il privé. L’ atmosfera si scioglie, inizia la « guerra »

    in spiaggia, ci si insegue dribblando gli ombrelloni con le hostess

    che portano lo champagne.

    ……

  32. zamm dicono:

    Hihihihihihi.

    Sigh.

  33. tt dicono:

    secondo me l’ultimo ti sta proponendo di fare il blogger…

  34. utente anonimo dicono:

    Ho 21 anni, studio Legge alla Statale (come il Berlusca), conto di finire gli studi entro i 26 anni con un master a Londra, adesso lavoro come giornalista e “sguattero”.. ditemi che ho un futuro, vi prego =)

    S.C.

  35. utente anonimo dicono:

    SI ce l’hai . A 21 anni hai il mondo in pugno, ci mancherebbe altro.

    Certo c’è da sgomitare ma ragazzi è così. Non piangiamoci addosso e non vogliamo tutto subito, le imprese oggi hanno più debiti che denari da distribuire in stipendi.

    Il capitalismo avanzato esige i suoi sacrifici, ma sempre meglio che nascere nel BanglaDesh

    Gesuita

  36. utente anonimo dicono:

    Dimenticavo ….

    TORNERETE IN C !!!!

    Gesuita si, e Sampdoriano

  37. larvotto dicono:

    La tragedia è che è tutto vero :(

  38. DevilsTrainers dicono:

    le matte risate, sì.

    andare a lavorare muniti di frusta, clistere e tristo panino.

    evviva. evviva.

    Peter

  39. utente anonimo dicono:

    caro confuso, mi viene un’idea:

    tra un anno ci sono le elezioni, no?

    Noi promettiamo un fantastiliardo di posti di lavoro ed e’ fatta!

    Mi dirai: che c’entro io?

    Beh, tu fai il ministro alla propaganda, no?

  40. utente anonimo dicono:

    ci sarà ancora la rete a sostenerci, quando le cose andranno molto peggio? me lo chiedo perchè non ho più trent’anni, ma una decina di più

  41. utente anonimo dicono:

    su non abbattiamoci. una soluzione ci rimane. Zoloft, e la vita tornerà a sorridere istericamente. hihihi. lallallà

    kush

  42. gattasorniona dicono:

    Tutto ciò è tristemente vero, purtroppo.

  43. Abboriggeno dicono:

    Vedo che ovviamente non c’avete capito un cazzo!

    Non solo, siete pure arrivati tardi!!

    Chi e’ furbo (come me!) ha trovato la strada da dieci anni a questa parte ormai.

    Io e’ dal ’94 che voto Berlusconi, e mi sto facendo amicizie negli ambienti salottieri della moglie di Vespa e dei suoi amici Giudici e Avvocati, si’, quelli incriminati come Verde, Previti e compagnia.

    Mi hanno ovviamente aiutato loro a comprare la Laurea in “Economia e Diritto” piu’ velocemente, e se vi ricordate bene qualche volta mi avrete pure visto a Porta a Porta come opinionista al fianco di personaggi di alto profilo come Clarissa Burt, o Vittorio Feltri.

    Non solo, mi sono praticamente guadagnato l’immunita’ anche se non sono ancora in Parlamento (ma ho un posto garantito col proporzionale alla prossima vittoria del 2006, che vedo sicura grazie anche a quei finti Comunisti di Prodi e Rutelli che in realta’ fanno il doppio gioco!).

    La mia prossima pubblicazione sara’ edita Mondadori e Vespa presenziera’ alla presentazione del libro. Inutile dire che ne conseguira’ un successo strepitoso!

    E -ma che ve lo dico a fare- non sono mica solo questi i vantaggi! Quando la mia famiglia ha subito un’ingiusta causa per abusivismo edilizio dovevate vedere che schiera di Avvocati avevamo pronti a difenderci! Potrei anche accoltellare mia madre fai conto, che tanto arriva Taormina e poi mi chiamano ancora a fare le interviste con Bruno.

    Poi va da se’ che i soldi non ci mancano, mi dispiace per voi che fate le file a quei colloqui sfigati da proletari senza una lira. Coglioni!

    Ah, e c’ho pure un sacco di amici nuovi, in particolare i simpaticissimi Vito e Schifani.

    Ma che volete di piu’ dalla vita??

  44. Uè! A chi “coglioni”?

  45. riccardococco dicono:

    il che mi riporta alla mente il motivo per cui sono emigrato nella terra di tonino blair. che non sara’ il paese dei balocchi ma almeno non ci sono bertoldo,cacasenno e il geometra calboni seduti sulle grasse poltrone istituzionali. qui in uk siamo piu’ sul versante conte mascetti & sassaroli, ma almeno si lavora,e pure bene.

  46. scrivana dicono:

    lavoro stagionale. mezzadro. part time. in nero. vietnam.

  47. primario dicono:

    Non regalate il vostro curriculum alle Societa’ di recruitment, per loro vale oro! Se lo vogliono Vi devono dimostrare di essere responsabili di una ricerc seria per un’azienda seria …… la maggior parte degli annunci è falsa, il lavoro nel 90% dei casi si trova per “passaparola”….

  48. utente anonimo dicono:

    bravo, concordo me l’hanno pure suggerito quelli dell’ufficio provinciale centro dell’impiego della mia città quando mi sono iscritta alle liste di disoccupazione.

    “signora lo dica a tutti che è senza lavoro….” ” noi non serviamo quasi a niente”

    ila

  49. Anch’io lo dico a tutti. L’ho pure scritto sulla porta di casa (e sul citofono).

  50. Carmjlla dicono:

    Azz….sembrano le risposte che ricevo io quando cerco lavoro….tristess’!

  51. kaktus dicono:

    mi ricorda il direttore dell’autogrillo dove lavoro (per redimermi dal peccato di non essermi ancora laureata…): c’hai presente “dopo mezzanotte?”, beh, se un giorno gli lancerò sui “cabasisi” un cappuccino bollente…qualcuno mi ospita nella cupola del Duomo di Fi???

  52. utente anonimo dicono:

    Oggi su monster:

    Profilo del candidato

    Il candidato ideale ha un’età di 27 – 30 anni, è laureato in discipline economiche e ha maturato circa 4 anni di esperienza nel marketing all’interno di importanti realtà multinazionali del largo consumo. Ha inoltre un’ottima conoscenza della lingua inglese.

    Completano il profilo pensiero strategico, entusiasmo, iniziativa, orientamento al risultato, capacità organizzative, relazionali e di lavoro in team.

  53. Abboriggeno dicono:

    [e propensione naturale ai 90 gradi.]

  54. opium dicono:

    ho paura che la realta’ sia piu’ “divertente” della tua fantasia… =:O g.

  55. utente anonimo dicono:

    ho una laurea 25 anni un master parlo francese italiano inglese e spagnolo……..ma LORO volevano che io sapessi il tedesco…vabbè sono in stage da un anno…e il mio capo beh chi l’ha mai visto e’ andato in vacanza dopo che io ho iniziato a lavorare li…

    Alessandra

  56. insilenzio dicono:

    ho 26 anni, laurea in filosofia, ho mendicato per una anno di stage in stage sfruttata e sottopagata senza imparare nulla, fin quando il mio attuale capo non ha notato una ragazza carina che frequentava letture inusuali…insomma …una botta di culo e adesso …sono ancora in stage in una casa editrice (ma almeno mi pagano e sto facendo esperienza sul serio).

  57. Abboriggeno dicono:

    La botta di culo quale sarebbe? Essere “carina” immagino…

  58. utente anonimo dicono:

    col capo…

    alpeggiononc’èmaifine

  59. Abboriggeno dicono:

    Ahhh, giusto. Mi sa che cerco lavoro come “capo”, io. Ho deciso.

  60. AmnesiaPerenne dicono:

    eeeeh…come mi ci ritrovo….

  61. insilenzio dicono:

    no, grazie a dio non ho dovuto essere carina con il capo…ho ancora una dignità e una coscienza. Ma chissa per quanto ancora potrò permettermi questo lusso.

  62. utente anonimo dicono:

    1° colloquio: ma tu preferiresti scrivere per il Corriere della Sera o per lo sconosciuto sito tal dei tali?

    Mandata via

    2° colloquio:capisci qualcosa di elettronica di consumo, di informatica, di grande distribuzione?

    NO.

    Assunta

    3° colloquio (10 anni dopo): un gran bel CV, noi però stiamo cercando stagisti max 28 anni…..

    Ciao a tutti!

  63. utente anonimo dicono:

    ANTEFATTO: Un giornalista del Gazzettino di Rovigo alcuni anni fa affermò che:

    “L’IMPORTANTE E’ DARE LA NOTIZIA PER PRIMI; SE POI LA NOTIZIA NON E’ VERA CI SI PENSERA’ DOPO.

    EVENTUALMENTE SI PUO’ SEMPRE FARE UNA SMENTITA………………………………….”

    L’ANSA ha pubblicato la notizia presumibilmente tratta da una sentenza della Cassazione che non è reato offendere i falsi invalidi, riportando nomi propri di persone coinvolte ma non citando gli estremi di tale sentenza.

    Però gli interessati stanno ancora aspettando i risultati della sentenza.

    Molti giornali hanno rimbalzato la notizia da Rovigo e anche in internet molti siti l’hanno copiata.

    Se l’interessata ha avuto un controllo di una commissione medica che ha certificato che tale persona ha una capacità lavorativa ridotta, non abbastanza per concederle qualche indennità o pensione, ma con l’obbligo per il datore di lavoro di tenerne conto nell’assegnarle i lavori, credo che PRIMA si debba criticare il certificato medico dei dottori e solo eventualmente dopo i giornalisti possono affermare che i (finti??) invalidi possono essere offesi.

    Ora la persona diffamata dai giornalisti avrà sicuramente MOLTI problemi a trovare un lavoro, ma per i giornalisti l’importante è fare scandalo.

    Come se la caverà la non più giovane signora?

  64. Bejita dicono:

    Vorrei queste fossero solo barzellette…

  65. Tristemente veritiero, ma paurosamente vicino alla mia situazione… Che fare? Delle volte rimboccarsi le maniche ed essere determinati non basta…
    Forse l'ultima proposta..Quella di lavorare la sera, mmmh…Potrebbe pagare!
    Scherzi a parte, per chi termina gli studi è una batosta allucinante vedere che non si avvererà quasi nessuna delle proprie aspettative!

     

  66. utente anonimo dicono:

    Vorrei sapere che lavoro è..l'ultimo..lavoro..
    Danx

Rispondi a larvotto Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *